Come preparare la polenta di castagne

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare la polenta di castagne
15

Introduzione

La polenta di castagne è il piatto tradizionale dei piccoli paesi montani. È una pietanza preparata da secoli, un tempo pasto principale delle dieta dei contadini, oggi prelibatezza per coloro che apprezzano i sapori particolari. La polenta di castagne, preparata appunto con la farina di castagne, viene cucinata in molti locali montani, di solito come contorno di secondi piatti a base di carne o di selvaggina. Ma è possibile prepararla anche a casa: non è una ricetta particolarmnete difficile ed è alla portata di tutti. In questa guida vedremo come prepararla, riscoprendo, così, un sapore quasi dimenticato.

25

Occorrente

  • 600 g di farina di castagne
  • 2 lt di acqua
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
35

Come preparare l'acqua per cucinare la polenta di castagne

Per preparare la polenta di castagne, così come previsto dalla tradizione, ci sarebbe bisogno di una pentola di rame; dal momento che al giorno d'oggi è difficile che questo tipo di pentole vengano ancora utilizzate in casa, è possibile utilizzare qualsiasi padella purché sia antiaderente. Iniziate, quindi, facendo bollire l'acqua condita con un pizzico di sale. In seguito procedete abbassando la fiamma e aggiungendo la farina a pioggia, avendo cura di mescolare continuamente. Continuate a mescolare molto energicamente per evitare la formazione di grumi, che non sono piacevoli da trovare nel piatto. Lasciate ancora cuocere per un tempo minimo di trenta minuti e un massimo di tre quarti d'ora.

45

Come scolare l'acqua per preparare la polenta di castagne

Trascorso il tempo necessario, per continuare a preparare la polenta di castagne, dovrete procedere scolando tutta l'acqua residua della cottura e versandola in un altro tegame. Dopo questo passaggio dovrete continuare a mescolare, questa volta però con ancora più energia e velocità. All'occorrenza, se notate che la polenta è dura, potrete mettere dell'acqua avanzata in precedenza.

Continua la lettura
55

Come servire la polenta di castagne

Finita la cottura, togliete la pentola dal fuoco e versate il contenuto immediatamente in un altro recipiente. Se possedete un tagliere di legno abbastanza grande, usatelo pure come base: versateci lentamente la polenta senza farla fuoriuscire e disponetelo al centro della tavola. In alternativa, potete mettere la polenta in una pirofila di vetro. La polenta di castagne può essere consumata sia calda che fredda, in quest'ultimo caso fatta a fette. Potrete mangiarla anche il giorno dopo, abbrustolendo le fette sulla piastra in ghisa. Se non preparate secondi a base di carne, servitela con salumi vari, formaggi e funghi trifolati. Sarà un piatto completo, ideale soprattutto per un pranzo (per cena, infatti, risulterebbe troppo pesante).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la polenta taragna

Con l'arrivo del freddo un buon piatto di polenta è un toccasana da non sottovalutare. In particolare la polenta taragna è una specialità valtellinese e non solo. Il perfetto connubio tra la farina di mais e il grano saraceno. Il condimento più conosciuto...
Primi Piatti

Come preparare la polenta pasticciata

La polenta è un alimento sano e nutriente, un piatto considerato "povero" ma, al contempo, gustoso, molto versatile e che si presta a tantissime ricette diverse. In un'epoca in cui si è tornati alla ricerca dei piatti genuini, possiamo dire che la polenta...
Primi Piatti

Come preparare la crema di patate e castagne con porcini

La crema di patate e castagne con porcini può essere presentata in tavola sia come sfizioso antipasto che come primo piatto da far seguire da un secondo a base di carni rosse e patate arrosto o in umido. È abbastanza semplice da preparare e il risultato...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli con castagne e patate

Ci sono dei frutti che sembrano voler nascondere la loro bontà: uno di questi è sicuramente la castagna, un frutto dolce racchiuso da un riccio spinoso che deve essere rimosso per gustare appieno questo piccolo regalo dell'autunno. Le castagne sono...
Primi Piatti

Come preparare la polenta alla valdostana

La polenta, come ben sappiamo, si prepara con acqua e farina: è un piatto molto conosciuto e preparato nelle regioni del nord Italia ma, ormai, è diventata famosa in tutto il mondo. Può essere condita con varie salse o accompagnare pietanze a base...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi di castagne al pesto

In Italia la cucina è un culto. E probabilmente è la più amata nel mondo. Nella guida "come preparare gli gnocchi di castagne al pesto" vedremo come accoppiare un primo piatto e un condimento completamente di origine tricolore. Il pesto è un condimento...
Primi Piatti

Come preparare la polenta con straccetti ai chiodini

La polenta con straccetti ai chiodini è un goloso piatto, perfetto per scaldare le fredde serate invernali. Il sapore aromatico dei funghi ben si abbina a quello della classica polenta creando una specialità irresistibile per tutta la famiglia. La polenta...
Primi Piatti

Come preparare riso in salsa di castagne con piselli e pinoli

Arriva settembre, l'autunno si avvicina ed iniziano a vedersi le prime castagne sugli alberi. Di certo sono molto buone da mangiare calde e ben arrostite ma basta lavorare un po' con la fantasia per proporre un piatto sfizioso, delicato e dal gusto corposo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.