Come preparare la sangria rosè

Tramite: O2O 04/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

La sangria è una bevanda alcolica originaria delle Antille, ed è quasi d'obbligo ad uno festino estivo, anche sulla spiaggia. Ha una colorazione rossa, dalla quale deriva appunto il suo nome: "sangria", infatti, significa sangue. Inoltre, la sua caratteristica è quella di presentare dei pezzetti di frutta all'interno della bevanda, che vengono consumati insieme ad essa. Da qui è facile intuire che questa ottima e fresca bevanda non si beve, ma si consuma mediante l'utilizzo di un cucchiaino, o comunque è necessaria una posata per gustare anche i pezzetti di frutta. Ne esistono diverse versioni. In questa sede, per esempio, vi proponiamo la sangria rosè. Vediamo come prepararla!

26

Occorrente

  • 200 g di frutti di bosco
  • 200 g di mele
  • 400 g di pesche
  • 600 g di arance
  • Rametti di melissa e limoncina
  • 1 bicchiere di succo fresco d'arancia
  • 50 g di zucchero
  • Spumante rosè freddo
36

Spezzettare la frutta

Iniziamo la preparazione di questa gustosissima bevanda occupandoci della frutta.
Lavate bene le pesche, snocciolatele e tagliatele a pezzetti piccoli. Pulite quindi le arance e fate altrettanto. Infine, occupatevi delle mele, pulendole, privandole del torsolo e tagliandole quindi a pezzetti. Ancora, lavate i frutti di bosco e tagliate anche questi.Sistemate tutta la frutta in una ciotola, assieme allo zucchero. Fate macerare il tutto per mezz'ora in frigorifero.
A questo punto, spremete altre arance fino ad ottenere un bicchiere di succo. Riponetelo in frigo e fatelo raffreddare per un po'.

46

Preparare la caraffa

Munitevi di una caraffa di adeguate dimensioni e introducete tutti i pezzetti di frutta. Ad essi, aggiungete un paio di rametti di melissa e/o di limoncina, seguiti dal bicchiere di succo d'arancia. A questo punto, completate l'opera riempiendo il resto della caraffa con lo spumante rosè, che avrete precedentemente tenuto in frigo e, quindi, ben raffreddato. Coprite la caraffa con un pezzo di pellicola trasparente e ponetela in frigo per almeno 3 ore. Così facendo, i sapori della frutta e dei rametti di odori si misceleranno a quelli dello spumante e del succo d'arancia. Va da sè, quindi, che più tempo terrete la sangria in frigo, più saporita risulterà.

Continua la lettura
56

Servire la sangria

Ora non vi resta che servire e assaporare la vostra sangria! Per farlo, ricorrete a dei bicchieri capienti, introducendovi prima un mestolo di frutta e poi la parte liquida. Fornite ai vostri ospiti sia una cannuccia sia un cucchiaino. Magari, rendete il bicchiere più grazioso decorandolo con una fetta di limone e un ombrellino di carta. Tenete pronto anche del ghiaccio a cubetti, in quanto molti gradiscono la sangria molto fredda: in questo modo, potrete accontentare tutti i gusti. Inoltre, associate ad essa una serie di stuzzichini, meglio salati, che possono essere semplici tarallini e/o patatine, ma anche qualcosa di più complesso come tramezzini, spiedini, pizzette e tutto ciò che possa venirvi in mente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tagliate le mele per ultime, dato che tendono ad annerirsi. In alternativa, bagnatele con del succo di limone
  • Consumate la sangria entro 3 giorni

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Ricetta: sangria al cioccolato e amarena

Se è vero il detto che ogni frutto ha la sua stagione, è altrettanto vero che esistono bevande più apprezzate di altre in determinati periodi dell'anno. Come tutti ben sappiamo, in estate non c'è niente di meglio di un bicchiere di sangria fresco...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di rose

Il liquore di rose o rosolio rappresenta un'antica preparazione dal sapore unico, delicato ed aromatico. Viene generalmente servito dopo i pasti, in quanto funge da un ottimo digestivo. In alternativa, può essere offerto ai propri ospiti in qualsiasi...
Vino e Alcolici

Come preparare il rebujito

Con l'arrivo dell'estate e del caldo afoso tutti siamo alla ricerca di qualcosa di fresco e dissetante per il nostro corpo soprattutto quando usciamo per un aperitivo o per una serata fra amici. Molto spesso cerchiamo la giusta soluzione fra un cocktail...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa alla rosa

Avete mai pensato di preparare la grappa alla rosa a casa vostra, con pochi semplici ingredienti? Non occorre essere esperti distillatori per fare in casa questo delizioso liquore, ad alto tasso alcolico quanto delicato nel sapore, per gustarlo voi stessi...
Vino e Alcolici

10 cocktail alcolici

Nell'organizzazione di una festa tra amici sarebbe utile, qualora non si volesse ingaggiare un barman, conoscere la preparazione di vari cocktail. Cosi da poter anche reperire ed eventualmente comprare tutti gli ingredienti giusti. Vediamo, quindi, 10...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla mela

Ideale da gustare a fine pasto, come rinfrescante digestivo o anche prima del pasto come aperitivo ghiacciato, il liquore alla mela non è particolarmente difficile da preparare. Il gusto delicato ma non invadente della mela lo rende anche perfetto per...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Le carrube, tipiche del mediterraneo, sono dei baccelli scuri simili ai fagiolini che si ottengono dall'albero di carruba. Al loro interno contengono dei semini che vengono principalmente impiegati per produrre farina ma, non tutti sanno che, possono...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore al melograno

Il melograno è un frutto che si presta molto bene ad essere consumato fresco, sia per preparare deliziosi piatti a base di carne, ma anche per realizzare dei liquori molto buoni. Se siete interessati a volete preparare un buon liquore con le vostre mani,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.