Come preparare la teglia di maltagliati tartufati

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La teglia di maltagliati tartufati è una di quelle specialità da riservare alle occasioni speciali. Si tratta di un goloso primo piatto destinato a chi ama i sapori decisi e vuole concedersi di tanto in tanto un peccato di gola. È abbastanza semplice da preparare anche per chi non è abituato a cucinare quotidianamente. Se avete tutti gli ingredienti a portata di mano, iniziate a realizzare questa specialità. Leggendo la guida riportata a seguire non vi risulterà difficile comprendere come preparare una irresistibile teglia di maltagliati tartufati.

25

Occorrente

  • 500 g di farina
  • 9 uova
  • 700 g di carne macinata di manzo
  • 3 scalogni
  • 70 g di tartufo nero
  • noce moscata
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • 500 g di besciamella
35

Iniziate a preparare questa ricetta con la realizzazione dei maltagliati. Chi ha poco tempo a disposizione può sempre comprarli già pronti nei negozi di pasta fresca mentre per chi ha almeno un’ora di tempo libero, può cimentarsi nella realizzazione della pasta fatta in casa.
Versate la farina sopra una spianatoia creando una fontana. Create una cavità al centro e rompeteci dentro cinque uova. Iniziate a impastare con le mani e proseguite fino a quando non avrete ottenuto un impasto assai liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare almeno dieci o quindici minuti.
Trascorso il tempo indicato, riprendete l’impasto e appoggiatelo sopra una spianatoia leggermente infarinata.
Aiutandovi con un mattarello ricavate una sfoglia sottile e poi tagliatela in rettangoli di 6 x 15 centimetri. Lasciate essiccare i maltagliati così ottenuti stendendoli sopra un telo di cotone.

45

Intanto sbucciate e sminuzzate a coltello gli scalogni. Versate quanto ottenuto in una padella e soffriggeteli assieme a un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva. Unite la polpa di vitello macinata e il tartufo tagliato a pezzetti. Cuocete questo preparato per cinque minuti dopo averlo salato e pepato secondo i vostri personali gusti. Spegnete la fiamma e lasciate intiepidire poi incorporate le quattro uova rimaste, il parmigiano grattugiato e una generosa grattugiata di noce moscata. Salate e mescolate bene.
Riempite una pentola con abbondante acqua e mettetela sul fuoco. Appena inizierà a bollire salatela e adoperatela per lessare i maltagliati. Scolateli ancora al dente e fateli sgocciolare bene.

Continua la lettura
55

Ricoprite il fondo di una pirofila capiente con un po’ di besciamella. Adagiateci sopra uno stato di maltagliati e uno di salsa a base di uova e tartufo. Proseguite in questo ordine fino a terminare tutti gli ingredienti.
Cospargete la superficie con una spolverata di parmigiano reggiano ben stagionato e poi cuocete i maltagliati tartufati in forno per circa venti minuti a 180°C. Quando sulla superficie comparirà una invitante crosticina dorata, sfornateli e attendete un paio di minuti prima di servirli in tavola assieme a un ottimo vino rosso d’annata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: Maltagliati con pesto di fagiolini e ceci

Se volete preparare un pranzo domenicale con i fiocchi, provate a fare i maltagliati con pesto di fagiolini e ceci. Questo è un primo davvero stuzzicante e diverso dal solito. Poiché, vengono adoperati due legumi, che abbinati insieme daranno vita a...
Primi Piatti

Come preparare le penne alla zucca in teglia

A volte capita che organizziamo una cena a casa nostra, ma proprio quel giorno gli impegni si sovrappongono e arriviamo a sera troppo tardi. Non abbiamo quindi il tempo di preparare dei bei manicaretti per i nostri ospiti, se non qualcosa di veloce e...
Primi Piatti

Ricetta: maltagliati alla cannella con crema di porri e scamorza

I Maltagliati sono un formato di pasta tipico dell'Emilia Romagna. Il nome deriva dalla loro forma irregolare e disomogenea. I Maltagliati sono infatti gli eccessi di pasta che si creavano quando le antiche massaie preparavano le tagliatelle in casa....
Primi Piatti

Ricetta: maltagliati con funghi e salsiccia

Un buon primo piatto è sempre l'apertura migliore per un pranzo domenicale o un qualunque pasto diurno. La pasta prevede diverse varianti, tutte differenti tra loro in base al tipo di condimento e alla forma della pasta. Ad esempio, i maltagliati con...
Primi Piatti

Ricetta: maltagliati al ragù di pesce

I maltagliati al ragù di pesce è un primo piatto delicato e gustoso, che include una ampia varietà di crostacei e pesci carnosi, tipo il salmone o la trota. La sua preparazione è alquanto rapida e offre un gusto delicato, necessariamente da assaporare...
Primi Piatti

Come preparare la polenta in teglia ai quattro formaggi

Le fredde e uggiose giornate invernali hanno bisogno di essere riscaldate, anche a tavola! Per gustare una ricetta ricca di sapore e perfetta per ritrovare il piacere di un momento di tepore, perché non preparare una deliziosa polenta? Una ricetta semplice...
Primi Piatti

Ricetta: maltagliati alla zucca

La ricetta che vi mostreremo oggi è quella di un piatto antico di origine emiliana: i Maltagliati. I Maltagliati sono un tipo di pasta fatta in casa. L'etimologia del nome deriva dalla loro particolare forma. Essi erano infatti i ritagli di pasta in...
Primi Piatti

Come preparare la teglia di farfalle al forno con carciofi e spinaci

Se volete preparare un primo piatto gustoso e adatto a tutta la famiglia, questa teglia di farfalle al forno con carciofi e spinaci fa al caso vostro. Le dosi indicate sono per quattro persone ma se prevedete di avere più ospiti a cena, vi basterà raddoppiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.