Come preparare la tempura di frutta

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare la tempura di frutta
15

Introduzione

La tempura è una preparazione usata nella cucina giapponese: si tratta di un piatto a base di verdure e pesce, che vengono immersi in una speciale pastella per essere fritti. Si pensa che le sue origini risalgano al secolo XVI, quando avvennero i primi contatti tra giapponesi, marinai portoghesi e missionari cristiani, e sembra che il suo nome derivi dal termine portoghese "tempero", che vuol dire condimento, spezia. Il segreto di una perfetta tempura consiste nell'usare per la pastella acqua ghiacciata frizzante, con qualche cubetto di ghiaccio. Una variante della tempura classica prevede la frittura non di pezzi di carne e pesce, ma di diversi tipi di frutta: ecco come preparare la tempura di frutta.

25

Occorrente

  • frutta mista (ananas, papaia, banana, pera, lichees)
  • 4 fogli di carta di riso
  • un baccello di vaniglia
  • 100 g di zucchero cristallizzato
  • 40 g di amido di mais
  • 60 g di farina 00
  • 160 ml di acqua frizzante
  • un tuorlo d'uovo
  • 1 l di olio di semi di arachidi
35

Ingredienti

Per preparare la pastella della tempura, si devono mescolare farina e acqua ghiacciata, lasciando che nell'impasto si formino bolle di aria e farina; infatti, a differenza della classica pastella per frittura, quella per la tempura non deve essere omogenea. Nella ricetta classica, i pezzi di verdura o pesce vanno fritti a circa 180 C° usando una padella alta, inserendo pochi pezzi per volta, così da mantenere costante la temperatura dell’olio. Per quanto riguarda la frutta, le modalità non sono molto diverse. Per prima cosa, si deve lavare accuratamente la frutta (si può usare quella tipicamente giapponese, come il lychees, ma anche banane, ananas e pere. La si deve pulire, sbucciandola e togliendo eventuali semi e noccioli, e poi si taglia a pezzi o a spicchi non troppo grandi.

45

Ricetta

Nel frattempo, si può preparare la pastella: si setacciano insieme farina e amido di mais in una ciotola, poi si versa poco alla volta l’acqua frizzante ghiacciata e si mescola il tutto usando una frusta. Quando i primi ingredienti sono amalgamati, si aggiunge un tuorlo d’uovo, anch'esso freddo, e si lavora ancora con la frusta; la pastella dovrà risultare molto liquida. Alla fine va messa in frigo a riposare per mezz'ora. Trascorso questo tempo, i pezzi di frutta vanno passati nell'amido di mais rimanente e poi, con l’aiuto di una forchetta, nella pastella. La frutta così preparata viene fritta, poco alla volta, in abbondante olio di semi di arachidi. Quando è pronta (basta qualche minuto) si tira fuori dall'olio e, per farla sgocciolare, si appoggia su una griglia.

Continua la lettura
55

Servire

Prima di servire in tavola la frutta fritta in tempura, ancora calda, la si può decorare in questo modo: con un coltello si incide un baccello di vaniglia, si tolgono i semi interni e li si mescola in una terrina con lo zucchero cristallizzato. Ogni piatto di portata va ricoperto con fogli di carta di riso sui quali deporre i pezzi di frutta, spolverizzandoli con lo zucchero e la vaniglia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come fare le zucchine in tempura

La tempuraè una tecnica particolare di cottura di pesci e verdure. Praticamente l'ingrediente principale viene ricoperto con una leggera pastella prima di friggerlo. Questa tecnica richiede molte attenzioni per avere un risultato ottimale. Originaria...
Cucina Etnica

Come preparare un'ottima tempura

La tempura è un piatto tipico della cucina orientale, in particolar modo del Giappone, adottata ad honorem anche nella cultura culinaria italiana. Si tratta di bocconcini di pesce, come ad esempio i calamari ed i gamberi, pastellati con una salsa particolare...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura giapponese senza glutine

Ultimamente va molto di moda frequentare nuove tipologie di cucine, per provare sapori nuovi e diversi dalle nostre classiche tradizioni. Sicuramente una cucina che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni è quella giapponese. Come ben si sa...
Antipasti

Come preparare la tempura di gamberetti giapponese

La fortuna di poter viaggiare e di conoscere nuove culture è quella di poter conoscere alcune specialita' della cucina del paese che visitiamo. Da molti anni poi la cucina giapponese è diventata molto popolare anche nel nostro paese, grazie alla particolarita'...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura mista di pesce e verdure

La cultura orientale in Italia sta entrando sempre più nella vita quotidiana delle persone e ciò avviene soprattutto nell'ambito culinario. La gastronomia dei giapponesi riesce ad abbinare i prodotti del mare a quelli di terra riuscendone a dare il...
Cucina Etnica

Come preparare le seppie in tempura al pepe

Il pesce come tutti sanno, è un ingrediente dalle grandi proprietà, dal sapore piacevole e dal gusto raffinato, soprattutto se viene preparato nella maniera giusta. Esistono molte ricette che prevedono la cottura del pesce in olio bollente, che regalano...
Primi Piatti

Ricetta: tempura udon

La tempura udon è un piatto che arriva dalla cultura giapponese, abbastanza complesso nella composizione ma molto buono. Si tratta di una zuppa di brodo caldo con una pasta lunga e spassa (udon) guarnita con verdure e gamberi fritti in tempura. Il piatto...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura di polpo e salsa piccante

Se per deliziare il palato dei vostri familiari o di eventuali ospiti che avete invitato a cena, intendete preparare qualche ricetta particolare e nel contempo gustosa, allora vi conviene optare per una tempura di polpo e salsa piccante. Si tratta di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.