Come preparare la tisana al tiglio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ognuno di noi ha fatto uso o fa uso di tisane. Sono un'ottima coccola nei mesi freddi, magari sul divano con un buon libro o mentre si guarda la televisione. Conciliano il sonno, ma hanno anche delle proprietà terapeutiche e nutrienti. Buone anche fredde, da consumare nell'arco della giornata, ogni ingrediente ha una sua specifica proprietà. Quella che vedremo in questa guida è la tisana al tiglio. Il Tiliae platyphyllos (il tiglio) è un arbusto tipico dell'America e dell'Europa. È molto profumato, ma è anche una pianta medicinale. Le sue proprietà lo rendono un emolliente, un espettorante, un rimedio contro la tosse. Sono proprietà note dal Medioevo e considerate ancora oggi. Infatti viene utilizzato come calmante e come rimedio per abbassare la temperatura in caso di febbre. Ha inoltre effetti distensivi sul sistema nervoso. Ed è anche ottimo contro ansia e stress. Le sue foglie hanno proprietà diuretiche e disintossicanti. Vediamo allora come preparare questa tisana!

26

Occorrente

  • 1 cucchiaio di fiori di tiglio
  • 200 ml di acqua
36

L'ingrediente

Per preparare la tisana al tiglio ci sono due modi. O prendere le bustine già pronte, o prenderne i fiori. Noi consigliamo di comprare ii fiori di tiglio. Acquistateli, freschi o essiccati. Li trovate in erboristeria o in negozi che vendono prodotti naturali. Potete prenderne la quantità che volete, facendovi indicare anche il tempo in cui andranno a deteriorarsi nella conversazione. Per conservarli, si consiglia un barattolo di latta o plastica e un luogo buio e asciutto!

46

La preparazione

Ora che avete i fiori di tiglio, potete preparare la vostra tisana. Prendete un pentolino di metallo di dimensioni piccole. Riempitelo con 200 ml di acqua e posizionatelo sul fornello. Accendete il gas e portate l'acqua ad ebollizione. Quando l'acqua bolle, spegnete la fiamma e versateci circa un cucchiaio di fiori di tiglio e lasciate in infusione per una decina di minuti, circa.

Continua la lettura
56

Consumo

Per poter godere della vostra tisana al tiglio, dovete travasarla in una tazza. In commercio ci sono tazze che hanno un pratico filtro che si appoggia al bordo. Nel caso non l'abbiate, potete usare tranquillamente un colino con la grana fitta e piccola. Perciò, posizionate il colino sulla tazza e iniziate a versare la tisana. Come vedrete, i residui rimarranno nel colino. Assaggiate la tisana per verificare se necessita dell'aggiunta di zucchero o di qualche dolcificante naturale, nel caso non vogliate utilizzare lo zucchero. E ora non dovete far altro che godervela! Nel caso in cui vogliate portarvela appresso, vi basterà aumentare dosaggio di acqua e fiori di tiglio per la quantità che conterrebbe un thermos o una borraccia termica!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La tisana al tiglio la si potrà consumare anche due o tre volte al giorno con l’aggiunta di un cucchiaio di miele o qualche goccia di limone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare la tisana alla calendula

La calendula è un fiore dai petali giallo-arancio dalle proprietà benefiche: è usata in dermatologia sotto forma di creme e pomate per la cura di acne, macchie scure ed è ottima per curare ferite e bruciature. Poiché nella seguente guida verrà spiegato...
Analcolici

Come preparare la tisana al coriandolo

Le proprietà curative e i benefici di erbe e piante sono note sin dai tempi più antichi. Erano un rimedio e un aiuto contro moltissimi malanni. La varietà che la natura offre garantisce cure per ogni tipo di fastidio. Con simili doni della terra si...
Analcolici

Preparare un ottima tisana mattutina al the verde.

Le tisane sono delle preparazioni erboristiche che sfruttano i principi attivi delle piante per alleviare una serie di disturbi o per infondere una sensazione di benessere alla mente e al corpo. Concedersi una buona, profumata tisana, infatti, è anche...
Analcolici

Tisana digestiva e dimagrante allo zenzero

Tra le varie proprietà dello zenzero vi è anche quella di aiutare la digestione e il metabolismo corporeo consentendo così all'organismo di eliminare le tossine in eccesso. Quindi oltre all'effetto benefico si potrà ottenere anche un effetto dimagrante....
Analcolici

Come preparare il caffè verde

Il caffè verde rappresenta una valida alternativa al caffè tradizionale, anche se viene ricavato dalla medesima pianta: l'unica differenza è che i chicchi del caffè verde non hanno subito il processo di torrefazione e, quindi, non perdono le loro...
Analcolici

Come preparare un infuso al mandarino

I Mandarini sono frutti di un arbusto sempreverde originario dell'Asia che appartiene alla famiglia delle Rutacea e si ritiene abbia avuto origine nelle foreste della Cina. Il prodotto assomiglia a un arancio comune nella forma, ma sono di dimensioni...
Analcolici

Come preparare l'acqua di avena

L'avena sativa è una pianta annuale della famiglia delle Graminacee. Da essa si ricava una bevanda dalle molteplici proprietà: l'acqua di avena. Ottimo ricostituente, ricchissima di fibre e sostanze proteiche, questa bevanda è semplice da preparare...
Analcolici

Come preparare il frappè al caramello

Con l'arrivo della bella stagione, riscopriamo il piacere di vivere le giornate all'aria aperta gustandoci il tepore del sole. Per dissetarci, concedendoci un piccolo break sfizioso, perché non coccolarci con un goloso frappè? Una ricetta semplice e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.