Come preparare la tisana alla calendula

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La calendula è un fiore dai petali giallo-arancio dalle proprietà benefiche: è usata in dermatologia sotto forma di creme e pomate per la cura di acne, macchie scure ed è ottima per curare ferite e bruciature. Poiché nella seguente guida verrà spiegato come preparare questo fiore per una tisana, è chiaro che ha delle proprietà benefiche anche per il corpo. Infatti, è in grado di curare problemi legati all'ulcera gastrica e anti-cancerogene per l'intestino, oltre che proprietà anti-infiammatorie per chi soffre di mal di testa. Vediamo allora come preparare la tisana alla calendula.

26

Proprietà

I fiori di calendula hanno delle proprietà lenitive ed idratanti grazie alla presenza di flavonoidi. La pianta contiene anche carotenoidi che hanno proprietà antiossidanti, utili per rallentare l'invecchiamento delle pelle. Per questo motivo si utilizzano, soprattutto per uso esterno, per curare una serie di malattie come l'acne, gli ezemi ed i geloni. È un valido metodo per rendere morbide ed elastiche le pelli secche e per lenire le scottature solari. Le sue proprietà curative aiutano anche per le infiammazioni alla gola, bocca, alla stomatite, faringite, problemi di gengivite e così via. In tal caso è più utile non ingerire la bevanda, quindi non zuccherarla, ma utilizzarla per fare sciacqui e gargarismi.

36

Benefici all'organismo

Per uso interno, la calendula viene utilizzata nelle disfunzioni dell'apparato genitale femminile, infatti è in grado di aumentare le mestruazioni scarse e diminuire quelle abbondanti, eliminare il dolore causato dal ciclo mestruale e sconfiggere la cistite. Inoltre è utile come rimedio alle ulcere gastriche, agli spasmi allo stomaco, alle coliti e alle ulcere duodenali.

Continua la lettura
46

Preparazione

All'interno di una tisaniera, mettere 6-7 grammi di questo fiore già essiccato e versarli nella tazza utilizzando un colino: a questo punto, versare fino all'orlo l'acqua portata ad ebollizione e chiudere con il coperchio. Fatto questo, bisogna lasciare l'infuso per circa 15 minuti dopodiché eliminare il colino e zuccherare la bevanda.

56

Assunzione

Dovrai bere la tisana tre volte al giorno, prima di ogni pasto, se vuoi ridurre i disturbi a carico dello stomaco e quelli di origine infiammatoria a carico dell'apparato genitale, come ad esempio la cistite. Se invece vuoi attenuare i dolori causati dal ciclo mestruale, ti suggerisco di bere una tazza di tisana alla calendula, preferibilmente alla sera, almeno una settimana prima dell'arrivo del tuo ciclo mestruale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare la tisana al tiglio

Ognuno di noi ha fatto uso o fa uso di tisane. Sono un'ottima coccola nei mesi freddi, magari sul divano con un buon libro o mentre si guarda la televisione. Conciliano il sonno, ma hanno anche delle proprietà terapeutiche e nutrienti. Buone anche fredde,...
Analcolici

Come preparare la tisana al coriandolo

Le proprietà curative e i benefici di erbe e piante sono note sin dai tempi più antichi. Erano un rimedio e un aiuto contro moltissimi malanni. La varietà che la natura offre garantisce cure per ogni tipo di fastidio. Con simili doni della terra si...
Analcolici

Preparare un ottima tisana mattutina al the verde.

Le tisane sono delle preparazioni erboristiche che sfruttano i principi attivi delle piante per alleviare una serie di disturbi o per infondere una sensazione di benessere alla mente e al corpo. Concedersi una buona, profumata tisana, infatti, è anche...
Analcolici

Tisana digestiva e dimagrante allo zenzero

Tra le varie proprietà dello zenzero vi è anche quella di aiutare la digestione e il metabolismo corporeo consentendo così all'organismo di eliminare le tossine in eccesso. Quindi oltre all'effetto benefico si potrà ottenere anche un effetto dimagrante....
Analcolici

Come preparare il caffè verde

Il caffè verde rappresenta una valida alternativa al caffè tradizionale, anche se viene ricavato dalla medesima pianta: l'unica differenza è che i chicchi del caffè verde non hanno subito il processo di torrefazione e, quindi, non perdono le loro...
Analcolici

Come preparare un infuso al mandarino

I Mandarini sono frutti di un arbusto sempreverde originario dell'Asia che appartiene alla famiglia delle Rutacea e si ritiene abbia avuto origine nelle foreste della Cina. Il prodotto assomiglia a un arancio comune nella forma, ma sono di dimensioni...
Analcolici

Come preparare l'acqua di avena

L'avena sativa è una pianta annuale della famiglia delle Graminacee. Da essa si ricava una bevanda dalle molteplici proprietà: l'acqua di avena. Ottimo ricostituente, ricchissima di fibre e sostanze proteiche, questa bevanda è semplice da preparare...
Analcolici

Come preparare il latte di avena

Negli ultimi anni, con l'affermarsi e la diffusione di moltissimi tipi di alimentazione, dalla vegetariana, alla vegana e così via, sono entrati a gamba tesa, nell'elenco degli alimenti più consumati, molte alternative al classico e tradizionale latte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.