Come preparare la trippa alla romana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare la trippa alla romana
16

Introduzione

La trippa alla romana rappresenta senza dubbio uno dei piatti tipici della tradizione gastronomica dell'Italia centrale e in particolare del Lazio. Si tratta essenzialmente di una ricetta davvero piuttosto semplice da preparare e anche molto economica. Le dosi previste basteranno per circa quattro persone. In questa guida, pertanto, vi sarà spiegato passo dopo passo come realizzare questa gustosa ricetta.

26

Occorrente

  • 1 Kg di trippa pulita e tagliata.
  • 1 carota.
  • 1 costa di sedano.
  • 1 cipolla.
  • 1 bicchiere di vino bianco o rosso da tavola.
  • 4 o 5 cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • 80 gr di Pecorino Romano.
  • 2 rametti di mentuccia Romana.
  • 400 gr di polpa di pomodoro.
  • Sale q.b.
36

Pulite la trippa

Per prima cosa acquistate dal vostro macellaio di fiducia della trippa già pulita e tagliata a listarelle. Sciacquate la trippa sotto il getto dell'acqua fredda e fatela scolare attentamente. In un tegame a parte fate soffriggere nell'olio un trito di sedano, carote e cipolle e successivamente aggiungete la trippa. Aspettate che la trippa si asciughi un po' e ammorbiditela bene, quindi unite un bicchiere di vino da tavola. Dopo l'evaporazione del vino potete aggiungere la polpa di pomodoro. In seguito mescolate accuratamente il tutto e lasciate cuocere per qualche minuto. Dopodiché abbondate col pepe nero macinato e aggiustate di sale. Coprite il tegame con un coperchio.

46

Mantecate il tutto

Lasciate cuocere la trippa aggiungendo ogni tanto qualche mestolo di brodo oppure di acqua calda. La trippa alla romana in questo modo non si asciugherà troppo durante la cottura. Adesso potete dedicarvi alla preparazione del condimento a base di Pecorino Romano. Mentre attendete la cottura, cominciate a grattugiare il formaggio in una ciotolina. Aggiungete anche la mentuccia tritata. Nella ricetta tradizionale della trippa alla romana questo composto si unisce a inizio cottura, ma in questo caso invece dovrete aggiungerlo alla fine. Attendete che la trippa sia pronta, poi spegnete il fuoco e versate il composto di Pecorino e mentuccia. Lasciate mantecare attentamente mescolando gli ingredienti.

Continua la lettura
56

Guarnite il piatto

A questo punto potete disporre la vostra trippa alla romana all'interno di una ciotola piuttosto capiente, oppure in un semplice piatto fondo da minestra. Per rendere il tutto più gradevole potete guarnire la trippa aggiungendo qualche fogliolina di mentuccia fresca. Se volete potete mettere anche un pizzico di peperoncino per conferire al piatto un sapore più deciso. Dopodiché potete servire in tavola ben caldo. Fate attenzione a non esagerare con la trippa in quanto si tratta di una ricetta davvero molto calorica e non è indicata a chi sta seguendo una dieta dimagrante oppure ha problemi al colesterolo. Buon appetito.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione a non esagerare con la trippa in quanto si tratta di una ricetta davvero molto calorica e non è indicata a chi sta seguendo una dieta dimagrante oppure ha problemi al colesterolo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare la trippa alla canadese

La trippa è uno dei piatti tipici della tradizione culinaria romana. Molti non sanno che però questo piatto è diffuso anche all'estero e si presenta in tantissimi modi diversi. La trippa, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è affatto...
Carne

Come cuocere la trippa di manzo

La trippa è un alimento che affonda le sue radici nella notte dei tempi, si tratta infatti di un piatto con origini molto antiche. In ogni regione è possibile trovare numerose varianti per cucinare questo piatto come ad esempio alla milanese, alla romana...
Carne

Come cucinare la trippa

Moltissimi piatti della tradizione culinaria arrivano dalla cultura popolare. Qualche tempo fa queste pietanze erano il cibo di quelle persone che non potevano permettersi di meglio. Attualmente, con la diminuzione della povertà, molte di queste delizie...
Primi Piatti

Maccheroni con la trippa

La trippa viene ricavata dallo stomaco del bovino. Nella tradizione italiana, era considerato un piatto povero ma allo stesso tempo molto diffuso. Infatti sono numerosissime le ricette che prevedono l'utilizzo della trippa. La cucina savonese propone...
Carne

Ricetta per trippa con i carciofi

La trippa altro non è che una parte dello stomaco dei bovini macellati. Abitualmente si acquista già cotta in quanto la sua bollitura iniziale richiederebbe molte ore; tuttavia è necessaria una seconda lessatura di circa un paio d'ore. Quest'ultima...
Carne

Ricetta per la trippa alla fiorentina

La trippa alla fiorentina è un piatto tipico delle trattorie, ma presente anche in alcuni ristoranti molto rinomati. Con questa ricetta, che vede l'aggiunta finale del parmigiano grattugiato, anche un ingrediente che può destare qualche perplessità...
Carne

Come preparare la trippa alla bolognese

La trippa alla bolognese è un piatto tipico della tradizione romagnola che viene preparato in inverno. Ha un sapore ricco e può essere servita anche come piatto unico se si accompagna con polenta calda oppure con un abbondante contorno di verdure stufate....
Carne

Come preparare gli involtini di trippa

In questa guida forniremo alcuni semplici consigli su come preparare gli involtini di trippa in modo facile e veloce, ottimizzando al massimo tempo ed energie. Si tratta di una ricetta tipica della regione Lazio che richiede una cottura paziente ed attenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.