Come preparare la zuppa di pane con cipolle al latte

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La ricetta che presentiamo rientra a pieno titolo nella categoria del cosiddetto "comfort food", cibo che, particolarmente in questa stagione, nelle giornate più umide, fredde e piovose dell'inverno, può soddisfare il nostro appetito, deliziarci con un sapore delicato e gradevole ed offrirci inaspettate sensazioni di appagamento e gusto!
Controlliamo allora la nostra dispensa, predisponiamo tutto ciò che ci occorre e scopriamo come preparare un'ottima "Zuppa di pane con cipolle al latte"!

25

Occorrente

  • 4 cipolle di media grandezza (circa 400 g)
  • 1 l di latte
  • 40 g di burro
  • 50 g di grana grattugiato
  • Pane raffermo
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • Sale e pepe q.b.
35

Gli ingredienti necessari per la realizzazione della ricetta sono semplici e comunemente presenti nella nostra dispensa, la Zuppa di pane con cipolla al latte, pertanto può essere anche definita una "ricetta dell'ultimo minuto" da preparare cioè quando siamo a corto di idee oppure il nostro frigorifero non ci offre grandi scelte e opportunità!

45

Ecco come preparare la ricetta in pochi semplici passi:

1. Sbucciare e lavare le cipolle, tagliarle a fettine molto sottili e metterle a cuocere in un tegame insieme al burro. Lasciare che si imbiondiscano accertandosi che la temperatura del fornello non sia eccessiva perché le cipolle non devono scurirsi troppo. Mescolare spesso e lasciare cuocere con il coperchio chiuso.

2. Quando il composto si è sufficientemente ammorbidito (ricordarsi che le cipolle devono rimanere abbastanza chiare) aggiungere il latte (preferibilmente tiepido) e il sale. Cuocere quindi lentamente e a fuoco moderato per 20/30 minuti.

3. Nel frattempo tagliare 8/10 fettine di pane raffermo a cubetti piuttosto piccoli, metterli in padella insieme a due cucchiai scarsi di olio extravergine, il sale ed il pepe.
Lasciare tostare il pane per circa 10 minuti mescolandolo affinché si abbrustolisca in modo uniforme. Si può scegliere, ovviamente in base ai propri gusti, tra una tostatura più o meno decisa.

Continua la lettura
55

Ultimata la cottura della zuppa, nel caso si preferisca una consistenza più morbida e cremosa si può decidere di frullarla, in alternativa è possibile servirla direttamente in una versione un po' più rustica e granulosa.

Versare il composto in una zuppiera, aggiungere i cubetti di pane abbrustolito e cospargere con abbondante grana padano. Assicurarsi di servirla calda!

La ricetta presenta un basso livello di difficoltà, il tempo complessivo per la sua preparazione è di circa un'ora e gli ingredienti necessari alla sua preparazione hanno un costo più che accessibile...
Non resta che aggiungere.... Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cipolle gratinata

Non avete mai preparato una zuppa di cipolle gratinata, ma avete sentito dire che è un piatto davvero buono e quindi volete prepararlo ma non sapete da dove iniziare?Non preoccupatevi in questa guida vi spiegherò in maniera semplice e facile come preparare...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cipolle rosse

Le zuppe sono dei piatti particolari e invitanti. Infatti, ce ne sono di tante gustose e nutrienti. Ma cosa è una zuppa? Anche se il nome sembra casereccio, ci sono zuppe che si annoverano ormai fra i piatti classici e più rispettabili. Esse sono preparazioni...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cipolle e patate

Se volete deliziare la vostra famiglia e i vostri ospiti con qualcosa che si discosti dai soliti spaghetti o dalle lasagne o dai tipici cannelloni della nonna, perché non provate con una bella zuppa? Specie nelle stagioni più fredde come l'inverno e...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di pane e pomodoro

La zuppa di pane e pomodoro è un'antica ricetta tipicamente toscana. Di origini contadine, è un piatto povero e di recupero. Riutilizza, infatti, gli avanzi di pane raffermo e pochi altri ingredienti. È pertanto un primo molto economico, leggero e...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di pane con la ricotta affumicata

Abbiamo comprato troppo pane e dopo qualche giorno non è più mangiabile perché ormai troppo duro. Buttarlo via ci pare proprio uno brutto spreco. Vorremmo quindi riutilizzarlo ma non sappiamo come. Le nostre nonne sapevano bene come riciclarlo, perché...
Primi Piatti

Zuppa di cipolle: 5 ricette per tutti i gusti

La zuppa di cipolle è una leccornia conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Sebbene la sua variante più famosa sia la francese, ogni popolo ha provveduto a modificare la ricetta base, creando delle vere opere d'arte culinaria che coniugano semplicità...
Primi Piatti

Come preparare la crema di cipolle con crostini all'aglio

Per riscaldare una fredda serata invernale, perché non cedere alla tentazione di una cremosa zuppa fumante? Una ricetta semplicissima e veloce, ma ricca di gusto e profumo. Per preparare una crema davvero prelibata e sfiziosa, possiamo utilizzare delle...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa toscana

La zuppa è il piatto per eccellenza che permette di riscaldarsi soprattutto durante la stagione fredda. Una delle preparazioni più famose è la zuppa toscana. Si tratta di una pietanza che prevede l'aggiunta del cavolo nero. Inoltre, la tradizione prevede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.