Come preparare la zuppetta di verza e fagioli

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare la zuppetta di verza e fagioli
15

Introduzione

In natura sono presenti moltissimi prodotti che possono essere facilmente utilizzati per riuscire a preparare pietanze molto gustose e sempre genuine. Tuttavia, sopratutto se siamo alle prime armi nel mondo della cucina, riuscire a capire come utilizzare correttamente i vari alimenti naturali per preparare qualcosa di buono, non è molto semplice. In questi casi tutto quello che dovremo fare, sarà ricercare su internet una fra le tante ricette che ogni giorno vengono pubblicate su internet. Una volta trovato il piatto che vogliamo assaggiare, non dovremo fare altro che seguire tutte le indicazioni contenute all'interno della guida e in pochissimo tempo riusciremo a preparare una gustosissima pietanza con ingredienti naturali. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a preparare correttamente una gustosissima zuppetta di verza e fagioli.

25

Occorrente

  • 1 kg di verza
  • 500 g di fagioli borlotti
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 50 di lardo di Colonnata
  • 500 ml di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 carota
  • 1 sedano
35

Prima di iniziare con la preparazione della nostra zuppetta di verza e fagioli, occorre mettere a bagno in acqua tiepida i fagioli borlotti secchi per almeno 12 ore. Terminata questa fase, facciamo bollire i fagioli in acqua non salata e lasciamoli raffreddare nella loro acqua. Se utilizziamo fagioli già lessati, pronti in vasetti di vetro, possiamo saltare questa prima fase. Tritiamo la cipolla, la carota ed il sedano e facciamo rosolare il lardo in una pentola con poco olio e le verdure tritate. Nel frattempo tagliamo la verza a striscioline.

45

Quando la cipolla del soffritto sarà dorata, aggiungiamo nella pentola la polpa di pomodoro e facciamo cuocere per circa 10 minuti. Successivamente uniamo la verza ed i fagioli, con mezzo litro di brodo vegetale preparato precedentemente. Versiamo il brodo gradualmente, in modo da capire la giusta dose necessaria per la cottura, evitando che risulti troppo acquosa la zuppa. Opzionalmente è possibile aggiungere alla zuppa anche delle patate tagliate a tocchetti. Copriamo e facciamo cuocere per almeno 30 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Continua la lettura
55

Al termine della cottura aggiustiamo di sale e pepe e lasciamo intiepidire la zuppa prima di servirla. Nel frattempo facciamo abbrustolire i crostini di pane, i quali accompagneranno la zuppa, uniti ad un filo di olio extravergine di oliva, magari aromatizzato alle erbe. Se gradiamo potremo dare una spolverata di formaggio grattugiato sulla zuppa. La zuppetta di verze e fagioli, è ottima anche se preparata il giorno prima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il risotto alla verza

La verza è un ortaggio tipico dell'inverno e si presta a varie ricette, per antipasti, contorni e secondi. Un tipico primo piatto settentrionale italiano è il risotto alla verza. Apporta nutrienti preziosi alla nostra salute ed insieme al riso si associa...
Primi Piatti

Ricetta: zuppetta di pomodoro al dragoncello

Scegliere di preparare una di salsa di pomodoro o una di zuppa al pomodoro assolutamente naturali, senza aggiungere alcun colorante o conservante, è sempre preferibile, rispetto all'utilizzo di prodotti confezionati. La ricetta di una zuppa al pomodoro...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli alla verza

La cucina tradizionale con il passare del tempo stufa, il nostro palato ha bisogno di nuovi sapori e di nuove ricette da mettere in atto in qualunque occasione senza fare brutta figura in caso di ospiti. Con pochi e semplici ingredienti si possono realizzare...
Primi Piatti

Come preparare gli strozzapreti con verza e lenticchie

Se siete alla ricerca di un primo piatto gustoso che possa però essere preparato in pochi minuti, ecco a voi gli strozzapreti con verza e lenticchie. Sono ottimi da gustare caldi assieme a un bicchiere di vino rosso ben strutturato a temperatura ambiente....
Primi Piatti

Come preparare il pancotto con i fagioli

Il pancotto con i fagioli è un piatto tipico della tradizione culinaria toscana che prevede l’utilizzo di ingredienti semplici e genuini come il pane raffermo ed i fagioli borlotti, con un tocco di rosmarino che dona alla zuppa una sapidità gradevole....
Primi Piatti

Come preparare una crema di fagioli

La crema di fagioli è una pietanza molto semplice da preparare, si presta benissimo a occasioni di tutti i tipi e in più fa anche bene. Per questa ricetta useremo fagioli bianchi, ma possiamo adoperare qualsiasi varietà del legume, il risultato sarà...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con i fagioli neri

La pasta e fagioli è uno dei piatti più diffusi nella cucina italiana. È infatti ideale per una cena, oltre che per riscaldare una fredda serata invernale. La versione che andiamo a vedere prevede l'impiego dei fagioli neri. Questi legumi hanno un...
Primi Piatti

Come preparare pasta e fagioli

La minestra è sempre ben gradita ed è un'alternativa al consueto piatto asciutto. Magari prende più tempo in cucina, ma ne vale proprio la pena, soprattutto per trovare conforto nelle giornate troppo fredde. Ci sono diversi modi per preparare una minestra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.