Come preparare le cipolle in agrodolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le cipolle in agrodolce si possono servire sia come antipasto che come contorno. Si accostano molto bene con piatti a base di carne e selvaggina di vario tipo. Il sapore agrodolce, com'è noto, viene conferito dall'unione di zucchero e aceto, e viene usato in moltissime ricette. In questo caso le cipolle, che sono già di per se abbastanza dolci, acquisiscono un gusto ancora più ricco. La realizzazione è estremamente facile e veloce. Potete prepararle anche all'ultimo momento e servirle in tavole. Ecco come preparare le cipolle in agrodolce.

26

Occorrente

  • 500 gr.di cipolle molto piccole
  • 30 gr. di zucchero
  • 50 ml di aceto di vino bianco o balsamico
  • alloro q.b.
  • 30 gr. di burro
  • 2 bicchieri di vino bianco secco
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
36

Il tipo di cipolle più adatte a questa realizzazione sono quelle piccole, che possono essere lasciate intere e sembrano molto più belle da presentare. Per iniziare mondate le cipolle eliminando la parte più esterna della buccia. Lavatele accuratamente e versatele in una ciotola. Ponete sul fornello una pentola adatta e versatevi il burro, l'aceto e lo zucchero, lasciando caramellare questi ingredienti per qualche minuto a fiamma bassa, mescolando continuamente per non farli attaccare al fondo della pentola.

46

Quando l'agrodolce è diventato cremoso e dorato aggiungete le cipolle, stando attenti a disporle tutte in un solo strato, per garantire una cottura uniforme. Con un cucchiaio continuate a girarle. Salatele e pepatele. Unite, se lo desiderate, l'alloro e qualche chiodo di garofano, mescolando con cura. Bagnate con il vino bianco secco. Mescolate nuovamente e continuate la cottura per altri 5 minuti. Coprite la pentola con un coperchio, in modo che le cipolle rimangono morbide e non si asciughino troppo. Lasciate cuocere le cipolle per 20 minuti circa. Se lo desiderate potete cuocere le cipolle in agrodolce anche in forno.

Continua la lettura
56

Trascorso il tempo di cottura, le cipolle in agrodolce saranno pronte per essere servite. Potete disporle in un unico piatto da portata oppure distribuirle in singoli piattini per gli ospiti.
Saranno perfette anche fredde, da mangiare il giorno dopo.
Inoltre se volete, potete conservare le cipolline in agrodolce in dei barattoli come conserva. Sarà sufficiente riempire i barattoli con il sughetto dell'agrodolce insieme alle cipolle e poi farli bollire in una pentola con acqua per circa 20 minuti.
Questo procedimento può essere impiegato per moltissime altre verdure come peperoni e melanzane. Potreste ad esempio realizzare un mix di verdure all'agrodolce da servire sempre come antipasto o come contorno. In ogni caso a questo piatto si abbinano solo vini rossi.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare il purè di cipolle all'agro

Siete abili in cucina a preparare primi e secondi piatti ma avete sempre qualche difficoltà ad inventare contorni gustosi e saporiti? Allora questa guida potrebbe esservi davvero molto utile: nel breve testo di seguito vi proporremo una variante molto...
Antipasti

Come preparare i carciofi e le fave in agrodolce

Ci sono ricette che per prepararle non occorrono grandi doti culinarie. Esse vanno eseguite usando ingredienti sani e particolarmente facili da realizzare. Le verdure e i legumi sono alimenti che si possono adoperare per qualsiasi occorrenza. Dal primo...
Antipasti

Come preparare la salsa alle cipolle

Le cipolle sono perfette per tantissime ricette. Sono ottime da sole, in agrodolce, o come aroma per salse e sughi. La salsa di cipolle è estremamente gustosa, ottima sui crostini come sulle carni, ed è semplice da preparare. Proprio perché la realizzazione...
Antipasti

Come preparare le verze in agrodolce con salsicce piccanti

La verza è un ortaggio tipico della stagione invernale, molto saporito. Possiamo cucinarla in tanti modi diversi, anche in agrodolce. Le verze, in alcuni soggetti, possono creare gonfiore addominale per questo è bene non abusarne. Un abbinamento perfetto...
Antipasti

Come preparare la marmellata di cipolle

La seguente particolare guida di cucina illustra nel dettaglio come si deve preparare la marmellata di cipolle. Questo alimento ha un periodo di conservazione compreso tra gli 8 e i 10 mesi, dunque è abbastanza importante scrivere la data di preparazione....
Antipasti

Come preparare i vasetti di zucca in agrodolce

I vasetti di zucca in agrodolce sono una ricetta che si prepara tipicamente in autunno, quando iniziano ad uscire le prime zucche, che sono le più tenere e saporite. Preparare i vasetti di zucca è abbastanza semplice, ma va fatto in diversi step e quindi...
Antipasti

Come preparare le cipolle di tropea al rosmarino

Quando arriva l'estate è difficile creare dei piatti freschi e gustosi che possano essere mangiati con le temperature molto elevate. Il caldo è infatti sia nemico del cibo che di molte pietanze, ed è quindi difficile preparare dei piatti da poter mangiare...
Antipasti

Come preparare le cipolline in agrodolce con pancetta

Un piatto perfetto per stuzzicare l'appetito di chi predilige i sapori decisamente forti è rappresentato, sicuramente, dall'agrodolce. Quest'ultimo trova le sue origini nei piatti asiatici, ma ormai è entrato a far parte anche della nostra cucina mediterranea....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.