Come preparare le gelatine al limone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Avete mai provato a preparare in casa delle golose gelatine al limone? Ecco a voi la ricetta spiegata passo dopo passo in maniera semplice. In poco tempo riuscirete a realizzare per voi e per i vostri figli delle salutari gelatine a base di succo e scorza di limone da gustare in ogni momento della giornata. Le gelatine al limone si possono mantenere senza problemi anche per più di una settimana. Leggendo la guida a seguire non vi risulterà difficile comprendere come preparare queste deliziose gelatine profumate e invitanti.

25

Occorrente

  • 5 limoni biologici
  • 100 g di zucchero
  • 200 g di acqua
  • 3 fogli di gelatina
35

Come preparare la limonata di base

Procuratevi limoni biologici ben maturi e succosi presso il vostro fruttivendolo di fiducia e lavateli accuratamente sotto il getto della fontana. Dopo averli asciugati rapidamente, togliete la scorza adoperando un coltello di piccole dimensioni e ben affilato. Evitate però di intaccare la parte bianca che darebbe alle vostre gelatine un retrogusto amarognolo poco piacevole da ritrovarsi in bocca.
Tagliate a metà i limoni e spremete tutto il succo. Filtrate quanto ottenuto e versatelo in una caraffa.
Aggiungete al succo lo zucchero e l'acqua a temperatura ambiente, poi mescolate fino a quando lo zucchero semolato non si sarà completamente sciolto.

45

Come cuocere la preparazione base

Mettete la gelatina in fogli in una tazza e ricopritela con acqua fredda. Lasciatela ammorbidire bene per cinque minuti poi strizzatela bene e mettetela da parte.
Versate la limonata in un tegamino e mettetelo sul fuoco a fiamma vivace. Portate a ebollizione e lasciate cuocere per circa un quarto d'ora. A metà cottura aggiungete la scorza dei limoni tagliata a cubetti molto piccoli.
Spegnete l fiamma e aggiungete la gelatina. Mescolate e poi versate il preparato in uno stampo e lasciatelo intiepidire a temperatura ambiente. Come stampo potete adoperare una teglia rettangolare antiaderente, una pirofila oppure, se preferite, dei pirottini piccoli in silicone.

Continua la lettura
55

Come tagliare e conservare le gelatine al limone

Appena il composto si sarà raffreddato, mettete lo stampo nel ripiano più alto del frigorifero e lasciatela rapprendere per almeno un'ora. Trascorso il tempo indicato, rovesciate lo stampo sopra un tagliere e sformate la gelatina. Tagliatela a cubetti più o meno grandi con un coltello ben affilato. Conservate le gelatine in frigorifero all'interno di un sacchetto per alimenti o di un barattolo in plastica o in vetro. Le potete gustare così al naturale oppure adoperare per guarnire gelati, torte e altre preparazioni dolci come mousse e cheesecake agli agrumi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: gelatine allo champagne

Le gelatine allo champagne sono un dolce bello da vedere e raffinato, ma anche facile da fare e molto gustoso. Se volete sorprendere i vostri commensali e soddisfare anche i palati più raffinati, allora non vi resta che continuare nella lettura della...
Dolci

Come fare le gelatine di caffè

Quasi tutti, nell'arco della giornata beviamo almeno un caffè. Per noi è l'occasione di una pausa sul lavoro, di quattro chiacchiere con gli amici o di una colazione veloce, accompagnato dalla classica brioche. Alla fine di un pasto è un obbligo e...
Dolci

Come preparare i biscotti ripieni di crema al limone

I biscotti sono i dolci che vengono preferiti da sempre. Si possono fare in vari modi e farcire come si desidera. Un tipo di biscotti che vengono particolarmente apprezzati sono quelli ripieni di limone. Sono facili da realizzare, appaganti e ideale...
Dolci

Come preparare la caprese al limone

La torta caprese è una specialità dell'omonima e rinomata località del golfo di Napoli. La torta di base è al cioccolato, ma negli ultimi anni, molti preferiscono preparare quella al gusto di limone, quest'ultimo proveniente dalla vicinissima Sorrento....
Dolci

Come preparare una mousse di limone

Cosa c'è di meglio di una mousse a fine pasto, come dessert? Specialmente se a tavola il cibo era abbondante ed elaborato. Di certo, con una mousse, la chiusura di un pranzo o di una cena si presenta e si gradisce maggiormente. La consistenza morbida...
Dolci

Come preparare la glassa al limone per profiteroles

Tra i dolci più golosi da gustare e da preparare in casa, bisogna sempre pensare a un ottimo profiteroles da servire in tavola per ogni occasione. Il profiteroles non è altro che un dolce composto da bignè ripieni di crema al limone, di crema al cioccolato...
Dolci

Come preparare il pan di spagna al limone

Il Pan di Spagna è una delle torte che si adatta a qualsiasi farcitura. Inoltre, viene considerato la migliore base per creare qualsiasi genere di dolce. La sua consistenza è morbida e leggermente compatta. Quest'ultima caratteristica è fondamentale...
Dolci

Come preparare il sorbetto al limone

Il sorbetto al limone è un ottimo dessert che racchiude la freschezza, la cremosità e l'essenza del limone. Lo potete consumare tra una pietanza e l'altra. Se per esempio, mangiate il pesce il sorbetto è ideale per eliminare il sapore dalla bocca e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.