Come preparare le pappardelle cacio, pepe e pere

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Questa ricetta vuole essere un rivisitazione della ricetta tradizionale della cucina romana, in cui non è previsto l'uso delle pere. Si tratta di una ricetta non molto elaborata, dunque è facile da realizzare e non richiede molto tempo. Non per questo però dovete fare meno attenzione, anzi mai sottovalutare i procedimenti quando si è in cucina perché basta una distrazione per mandare in fumo tutto quello che c'è sui fornelli. Di seguito perciò elencheremo come preparare le pappardelle cacio, pepe e pere ed indicheremo le dosi esatte degli ingredienti per presentare il piatto in tavola a quattro persone.

25

Occorrente

  • 400 g di pappardelle;
  • 150 g di cacio, ovvero pecorino stagionato;
  • sale e pepe q.b.;
  • 3 pere;
  • 40 g di pinoli;
  • 30 g di burro.
35

Come preparare le pappardelle cacio, pepe e pere è un procedimento semplice e richiede solo poche operazioni. Partiamo dunque con riempire una pentola con abbondante acqua salata dove andrete a cuocere le vostre pappardelle. Per un piatto più genuino e casareccio potete impastarle a casa altrimenti comprate quelle all'uovo già fatte. Intanto che l'acqua arrivi a bollore cominciate a sbucciare le tre pere, privandole di bucce e semi. Queste poi andranno tagliate a forma di piccoli cubetti e messe a rosolare in una padella antiaderente con il burro. In un secondo momento, aggiungete i pinoli e lasciateli tostare insieme alle pere.

45

A questo punto avrete già "buttato" le vostre pappardelle nella pentola che avete precedentemente messo a bollire. Controllate di tanto in tanto la cottura e ricordate di scolarle abbastanza al dente e di conservare l'acqua di cottura. A questo punto, per continuare a preparare le pappardelle cacio, pepe e pere bisogna unire la pasta scolata con il contenuto che sta nella padella e saltare il tutto incorporando anche il pecorino romano stagionato grattugiato in modo che la pasta si amalgami per bene.

Continua la lettura
55

Per preparare le pappardelle cacio, pepe e pere è necessario infine inserire l'ultimo ingrediente che è il pepe nella quantità che desiderate secondo il vostro gusto personale. Continuate ad amalgamare fino a che il condimento diventa molto cremoso. Per evitare che la pasta sia troppo secca potrete versa in padella una tazzina di acqua di cottura e continuata ad amalgamare fino ad ottenere la consistenza desiderata. Non appena è pronto bisogna impiattare e servire subito in tavola. Per accompagnare con gusto questo primo piatto potrete bere un vino roso non troppo corposo ma allo stesso tempo anche del vino bianco si sposa bene con il sapore di questa gustosa ricetta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i tonnarelli cacio e pepe

I primi piatti sono una parte del pasto che consumiamo sempre con gioia. Magari storciamo un po' il naso dinanzi ad un'insalatina, ma quando si tratta di pasta, siamo tutti golosi. Tra i vari tipi di primo che mangiamo solitamente, figurano i tonnarelli....
Primi Piatti

Come preparare il risotto cacio e pepe al lime

Dopo i lunghi rigori invernali, la bella stagione torna a riscaldarci risvegliando in noi il desiderio di cibi più leggeri e stuzzicanti. I risotti, ad esempio, sono sicuramente uno dei fiori all'occhiello della nostra gastronomia. Le tante variazioni...
Primi Piatti

Come preparare i tonnarelli carciofi, cacio e pepe

Se desiderate presentare in tavola un primo piatto gustoso, facile da realizzare e che possa piacere proprio a tutti, ecco a voi i tonnarelli con carciofi, cacio e pepe. Si tratta di un piatto molto sostanzioso e goloso, perfetto da servire in qualsiasi...
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti cacio, pepe e baccalà

Tra i piatti della tradizione romanesca ci sono sicuramente gli spaghetti cacio, pepe e baccalà. È un piatto molto semplice e veloce, prevede l'utilizzo di pochissimi ingredienti, ma perché riesca perfetto, sono necessari alcuni accorgimenti: la qualità...
Primi Piatti

Ricetta: bigoli cacio e pepe

I piatti tipici della tradizione italiana sono incredibilmente saporiti, ma in particolar modo uno dei piatti che si ricorda di più della tradizione nello specifico romana, è sicuramente la ricetta degli spaghetti o bigoli cacio e pepe, diffusi in tutto...
Primi Piatti

Ricetta: pasta con cacio pepe e fave

Esistono intramontabili ricette che possono farci venire voglia di cucinare ogni giorno della settimana. In particolare dobbiamo considerare che molto spesso consideriamo alcuni pasti molto complicati da preparare mentre in realtà si tratta di un vero...
Primi Piatti

Ricetta: linguine con carciofi, cacio e pepe

Se intendete preparare un primo piatto davvero semplice e nel contempo gustoso, potete optare per una ricetta che prevede le linguine condite con carciofi, cacio e pepe. Da come si evince, si tratta di un'elaborazione che non richiede l'uso di pomodoro,...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle al sugo di noci

Una delle tipologie di pasta nazionali italiane, conosciuta ed ammirata in tutto il mondo, è la trafila delle pappardelle. Le pappardelle fatte in casa hanno un sapore unico ed inimitabile, sopratutto se preparate con amore. La preparazione delle pappardelle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.