Come preparare le tagliatelle fritte dolci al maraschino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Oggi andremo a vedere come uno dei formati di pasta fresca all'uovo, tipico della città di bologna e utilizzato, solitamente per approntare un primo piatto da tutti ben apprezzato, soprattutto s'è condito con il ragù bolognese, senza escludere, naturalmente l'unione con altri sughi, salse e spezie, può essere impiegato per elaborare quant'altro, "forse", di ancor più piacevole al nostro gusto, grazie le indicazioni che, qui ben delineate, mostreranno come poter preparare le tagliatelle fritte dolci al maraschino.

27

Occorrente

  • 200 gr. di farina 00
  • 1 cucchiaio di maraschino
  • 2 uova
  • scorza grattugiata di due limoni
  • 150 gr. di zucchero semolato
  • olio d'arachide
  • zucchero a velo per guarnire
37

Dobbiamo considerare che, grazie questa ricetta verranno fuori tanti dolcetti croccanti, irresistibili e delicati da poter gustare tutto l'anno o durante le feste di carnevale. Prima di ogni cosa dobbiamo munirci di una spianatoia o, in mancanza pulire per bene il nostro tavolo da cucina, per poter formulare, nel miglior modo possibile l'impasto delle nostre tagliatelle.

47

Nella base che stiamo prendendo in considerazione dobbiamo formare una fontana con la farina e metter, al centro della stessa, le uova e il maraschino tanto che questi due ultimi ingredienti dovranno esser accorpati al primo gradatamente, utilizzando, inizialmente una forchetta ed in seguito la forza delle nostre mani, al fine di creare un impasto omogeneo e liscio che, così ottenuto dovrà riposarsi, per circa mezz'ora, all'interno di un sacchetto di plastica.

Continua la lettura
57

Una volta che il tempo precedentemente consigliato è trascorso, possiamo stendere la pasta riposata con il mattarello e formare una sottile sfoglia, come la si fa per le tagliatelle da salare, tenendo conto che nel nostro caso, oggi argomentato la stessa superficie dobbiamo ricoprirla, subito dopo con la scorza dei limoni ben grattugiata e lo zucchero semolato ed arrotolarla delicatamente e in modo serrato, per evitare che durante i successivi procedimenti, il tutto, così voluto e fatto, si apra.

67

La lavorazione, infatti non è del tutto ultimata dato che quel che abbiamo ottenuto finora, dobbiamo tagliarlo a strisce di 1 cm. Circa, far riposare, conseguenzialmente asciugare per mezz'ora e friggere in padella con l'olio consigliato, perfettamente caldo.

77

Ecco che le nostre rondelle son quasi pronte per essere gustate dato che, una volta ben dorate si dovranno tirar fuori dal tegame con un mescolo forato, per scolarle e appoggiarle delicatamente su della carta assorbente da cucina, all'interno di un vassoio, tanto che così potranno essiccarsi, raffreddarsi ed esser completate con lo zucchero a velo da spolverare prima di servirle e mangiarle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Torta all'acqua al maraschino

Pochissimi ingredienti in dispensa, ma tanta voglia di una soffice e profuma torta. Come fare? La risposta è la torta all'acqua! Questa ricetta è perfetta per chi ancora è alle prime armi con il mondo goloso della pasticceria, in più per prepararla...
Dolci

Come preparare le bombe fritte

Le bombe fritte ripiene, di crema alla vaniglia o di cioccolato, sono dei dolci perfetti per ogni tipo di palato. Con un po' di fantasia possono essere arricchite con della crema al cioccolato, con della marmellata, ed abbellite e decorate con scaglie...
Dolci

Come preparare dolci senza lattosio

I dolci sono quella parte del pasto che merita sempre un piccolo spazio di riserva nel nostro stomaco. Anche gli intolleranti al lattosio, però, dovrebbero avere l'opportunità di godersi un buon dessert. Per questo motivo, quando invitiamo qualcuno...
Dolci

Come preparare i dolci con vincotto

Il vino cotto è un alimento che viene utilizzato per la realizzazione dei dolci; nella maggior parte dei casi i dolci con il vino cotto sono preparati a Natale. Questi tipi di dolci hanno un retrogusto simile al miele e il sapore è come i mostaccioli....
Dolci

Come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi

Arriva il periodo natalizio vogliamo preparare dei dolci sfiziosi così da rendere la nostra tavola colorata e fantasiosa, vediamo come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi. Prepariamo un dolce semplice come per esempio dei biscotti che...
Dolci

Come preparare le frittelle dolci di zucchine

Tutti conosciamo il sapore dolce delle zucchine, ma pochi le usano per preparare dei dolci. In realtà esistono alcune ricette tradizionali, come quelle sarde, in cui invece sono la base per delle golose frittelle, buone a fine pasto o per un aperitivo....
Dolci

Come preparare le frittelle dolci senza uova

Le frittelle dolci senza uova, sono una variante più leggera delle frittelle classiche. Realizzarle senza uova, è utile per chi è intollerante a questo ingrediente, o per chi desidera realizzare qualcosa di buono, ma allo stesso tempo leggero. La preparazione...
Dolci

Come preparare dolci senza latte

L'intolleranza al lattosio è sempre più diffusa, sopratutto tra i giovani. Chi adora i dolci e non può rinunciarvi per colpa del lattosio, deve sapere che esistono tantissime ricette di dolci che non prevedono il latte. In alternativa, esistono anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.