Come preparare le zeppole di riso

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare le zeppole di riso
15

Introduzione

Le zeppole fatte con il riso come si sa sono tipiche della cucina siciliana; la ricetta si tramanda di generazione in generazione. Queste zeppole si preparano il 19 marzo, cioè per la Festa del Papà. Esse vanno mangiate dopo il pasto; vengono fritte, affogate nel miele di zagara ed infine cosparse di zucchero a velo e cannella. Per tradizione il riso deve stare a riposo per circa 12 ore; questo perché durante la frittura si possono verificare. Infatti, le zeppole si possono rompere se il riso non è ben compatto. Questo tipo di ricetta è adatta anche ai celiaci; bisogna sostituire la farina tipo 00 con quella specifica per queste persone. Per chi è intollerante al lievito possiamo sostituirlo con un pizzico di bicarbonato di sodio e una bustina di vanillina; questi prodotti conferiscono il classico aroma vanigliato.

25

Occorrente

  • 500 g di riso
  • 50 g di zucchero
  • 250 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 barattolo di miele di zagara
  • Scorza grattuggiata di un'arancia
  • 10 g di sale
  • cannella
35

Preparazione del riso

Per cominciare dobbiamo lessare il riso. Questa operazione va fatta con poca acqua e bisogna aggiungere contemporaneamente sale e zucchero. Il riso deve cuocere fin che l'acqua non si è assorbita completamente. Durante la cottura bisogna mescolare di tanto in tanto; in questo modo evitiamo che si attacca al fondo della pentola. Quando la cottura è ultimata bisogna coprire con un tovagliolo di carta e lasciare riposare per almeno 12 ore.

45

Il lievito

Dopo che è trascorso il periodo di riposo dobbiamo aggiungere: una la bustina di lievito per dolci, la farina e la scorza di un'arancia. A questo punto mescoliamo energicamente per fare amalgamare gli ingredienti e realizziamo così un impasto molto simile ad un "pappone". Adesso, aiutandoci con la farina, per evitare che il composto si attacca alle dita, facciamo dei bastoncini affusolati della lunghezza di circa 10 cm; in seguito li disponiamo su un vassoio e copriamo con della carta da forno.

Continua la lettura
55

La frittura

Ora è il momento di friggere le zeppole; la frittura va fatta ad immersione. Dobbiamo versare in una pentola antiaderente e con i bordi abbastanza alti, abbondante olio di semi. Quando la temperatura dell'olio raggiunge i 180°C, dobbiamo buttare, poco alla volta, i bastoncini, ed aspettare che si dorino in modo uniforme. A questo punto li togliamo dalla padella e li mettiamo sulla carta assorbente; in questo modo togliamo l'olio in eccesso. Se il miele che abbiamo a disposizione si è solidificato possiamo renderlo nuovamente liquido facendolo sciogliere a bagnomaria in un tegame. Adesso disponiamo le zeppole in un vassoio e le cospargiamo di: miele di zagara, un pizzico di cannella e zucchero a velo; per avere successo le zeppole devono essere mangiate calde.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Zeppole di carnevale con crema chantilly

Le zeppole sono dolci tradizionali di Carnevale. Come la maggior parte delle preparazioni tipiche di questo periodo, si tratta di paste fritte in abbondante olio di semi. Le zeppole di Carnevale con crema chantilly sono una versione ancora più golosa...
Dolci

Come fare le zeppole con le patate

Chi non conosce le zeppole, il tradizionale dolce preparato in onore di san Giuseppe, il giorno della festa del papà? Come avviene per ogni ricetta famosa, però, anche delle zeppole esistono numerose varianti. Una delle più utilizzate prevede che l'impasto...
Dolci

Come fare le zeppole all'acqua

Le zeppole all'acqua sono una variante più leggera, ma sempre saporita, delle classiche zeppole che si preparano per il carnevale. Sono perfette da portare in tavola come fine cena. Sono ottime per una colazione od una merenda sostanziosa accompagnate...
Dolci

Ricetta: zeppole con cocco e gocce di cioccolato

Alcune delle migliori tradizioni italiane riguardano la cucina. Ogni giorno è quello giusto per festeggiare e per ogni festa esiste un piatto tipico da associare. La festa del papà è un giorno importante per ogni famiglia, si festeggia San Giuseppe...
Dolci

5 ricette con il riso

Il riso è un degli ingredienti più versatili in cucina. Si presta a essere protagonista di ricette sia salate che dolci. Può essere utilizzato per preparare antipasti, primi piatti e dessert. In questa lista vi illustreremo cinque possibili ricette...
Dolci

Come preparare la torta di riso soffiato al fondente

La torta di riso soffiato a cioccolato fondente è molto facile da preparare: bastano solo quindici minuti di tempo per ottenere un goloso dessert da servire alla fine di una cena fra amici. Se avete dei bambini, fatevi aiutare da loro nella realizzazione...
Dolci

Come preparare la crostata di riso e cioccolato

La crostata di riso e cioccolato è un dolce molto gustoso e allo stesso tempo leggero, ideale per feste di compleanno o serate tra amici, inoltre, richiede una preparazione molto veloce e nessuna particolare abilità ai fornelli, nonostante garantisca...
Dolci

Come preparare le sfogliatelle alla crema di riso

Volete preparare delle golose sfogliatelle da servire ancora calde la mattina a colazione? Ecco a voi le sfogliatelle alla crema di riso tipiche della regione Toscana. Per prepararle è necessario avere una buona manualità e un po’ di tempo a disposizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.