Come preparare lo gnocco fritto

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare lo gnocco fritto
15

Introduzione

Questo articolo è dedicato a tutti coloro che amano dedicarsi alla cucina. In particolare ci occuperemo di dare la ricetta per la preparazione dei celebri gnocchi fritti. Gli gnocchi fritti rappresentano un delizioso piatto salato tipico dell’Emilia Romagna che si adatta benissimo a qualsiasi occasione: come avviene per ciascuna preparazione fritta, è ovviamente indispensabile servirli appena tolti dall'olio per friggere; essi si possono anche accompagnare con dei formaggi molli (come la crescenza) oppure con dei salumi (come la mortadella di Bologna oppure il prosciutto crudo). Ecco quindi come preparare lo gnocco fritto!

25

Occorrente

  • "500 g" di farina 00
  • "15 g" di lievito di birra fresco
  • "70 g" di strutto
  • "180 g" di acqua
  • "10 g" di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • Olio extravergine d'oliva per friggere
35

Preparazione degli gnocchi

Innanzitutto, dovrete: spezzettare il cubetto di lievito di birra fresco all'interno di una ciotola e versarci sopra "50 g" di acqua scaldata precedentemente in un tegamino (a circa 27°C); sciogliere bene li lievito aiutandovi con la punta delle dita e poi aggiungere lo zucchero, per accelerare il processo di fermentazione; unire al composto due cucchiai di farina 00 e mescolare con un cucchiaio di legno, finché non si ottiene un impasto omogeneo molto liquido; lasciare riposare il tutto a temperatura ambiente coprendo la ciotola con un panno di cotone bagnato sotto la fontana e poi strizzato, per evitare che la superficie della pastella si secchi e rovini parzialmente il risultato finale.

45

Preparazione degli gnocchi: seconda parte

Successivamente, dovrete: versare la restante farina 00 su una spianatoia di legno formando una fontana e mettere centralmente il contenuto della ciotola, lo strutto e la rimanente acqua tiepida; impastare il tutto per molto tempo ed energicamente, finché l’impasto non sarà diventato liscio e omogeneo (non si attaccherà più alle mani); aggiungere il sale e amalgamare nuovamente, fino al suo totale assorbimento; coprire il composto ottenuto con una pellicola trasparente e lasciarlo riposare, facendolo lievitare completamente; riprendere l’impasto e spianarlo con un mattarello ad uno spessore di circa "3 mm"; ricavare delle losanghe dal lato di circa "6 cm" utilizzando un coltello affilato a lama liscia e poi lasciarle lievitare sul piano, all'incirca per 10 minuti.

Continua la lettura
55

Come servire gli gnocchi

Infine, le operazioni che dovrete compiere sono le seguenti: versare dell'olio extravergine d'oliva in una padella profonda e, appena raggiunge l'esatta temperatura, iniziare a friggere gli gnocchi un po' per volta; scolarli con una schiumarola quando saranno ben dorati e poi metterli su un piatto ricoperto di carta assorbente; servire gli gnocchi fritti ancora ben caldi ai vostri ospiti, insieme ad un ottimo lambrusco e ai formaggi a pasta molle oppure a qualche delizioso salume tipico della vostra terra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: pasta con crema di cavolfiore fritto

Tipico della stagione fredda, il cavolfiore è una verdura dal sapore intenso. Inoltre è saziante ed è un alimento sano, che si può consumare anche più volte a settimana. Le ricette a disposizione, che lo rendono protagonista, sono tantissime. Alcune...
Primi Piatti

Come fare il tempeh fritto

Il tempeh, chiamato anche carne di soia, nelle diete orientali rappresenta una fonte essenziale di proteine di origine vegetale. L'elevato potere nutritivo ed il basso contenuto di sodio sono senz'altro tra i punti forti di questa preparazione che trova...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi neri alle seppie

Tra le ricette della tradizione italiana una delle più apprezzate è sicuramente quella degli gnocchi di patate. Come è d'uso ai giorni d'oggi anche la tradizione viene modernizzata aggiungendo un tocco di fantasia e di gusto. Ecco come dall'unione...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con zucca e bacon

Preparare un ottimo pranzo dai tipici e gustosi sapori dell'autunno può essere molto semplice. Una delle ricette più golose per preparare un primo piatto saporito, nutriente e squisitamente autunnale, ad esempio, è quella delle trofie, una tipologia...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi di zucca alle cipolle

La tradizione culinaria italiana è ricca di ricette che vedono come protagonista gli gnocchi. Il segreto del successo di questa apprezzata pietanza è senza dubbio rappresentato dalla possibilità che si ha di realizzarla nei modi più disparati, aggiungendo...
Primi Piatti

Come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto

Volete preparare un piatto goloso che possa piacere anche ai palati più raffinati? Ecco a voi la ricetta che vi illustrerà come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto. Per realizzare questa specialità bisogna avere un po' di tempo da...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi con porcini e finferli saltati

Quando si parla della cucina italiana, il pensiero va spesso nei primi piatti che hanno la deliziosa pasta fatta in casa. Tra i formati più in voga nelle casalinghe del nostro meraviglioso Paese ci sono le tagliatelle, le pappardelle, i ravioli, i cannelloni...
Primi Piatti

Come preparare il riso venere ai gamberi

In questa ricetta andrete a vedere come preparare il riso venere ai gamberi. Come già saprete, il riso venere contiene molte caratteristiche che fanno bene al corpo e alla mente. Inoltre, i gamberi, ricchi di omega 3, conferiscono la buona riuscita di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.