Come preparare lo gnocco fritto alle erbe aromatiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Lo gnocco fritto è un piatto tipico modenese particolarmente gustoso. Può essere servito come antipasto o come goloso spezza fame in qualsiasi momento della giornata. Questa è una variante alle erbe aromatiche, adatta per essere accompagnata con salumi oppure con formaggi freschi a pasta morbida come per esempio lo stracchino. Le dosi fornite sono per quattro o cinque persone ma potete sempre raddoppiarle se pensate di avere molti più ospiti a casa vostra. Leggendo la guida riportata a seguire, non vi risulterà difficile comprendere come preparare lo gnocco fritto alle erbe aromatiche.

25

Occorrente

  • 300 g di farina 00
  • 5 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di strutto
  • 140 ml di acqua
  • Salvia
  • Rosmarino
  • Maggiorana
  • ½ cucchiaino di zucchero
  • Sale
  • Olio di arachidi per friggere
35

Come preparare l’impasto

Mettete il lievito di birra in un bicchiere. Aggiungete lo zucchero semolato, poca acqua tiepida e poi mescolate il tutto con un cucchiaino fino a quanto il lievito non si sarà completamente sciolto. Versate la farina sopra una spianatoia, aggiungete il lievito così preparato, la quantità d’acqua indicata negli ingredienti e poi impastate con le mani. Dopo un minuto aggiungete un pizzico di sale, le erbe sminuzzate finemente a coltello e proseguite a impastare energicamente per un paio di minuti.
A questo punto incorporate anche lo strutto e lavorate ancora l’impasto ancora per cinque minuti. Alla fine otterrete un panetto elastico e che non si attacca né al piano di lavoro né alle mani. Sistemate l’impasto n una terrina e copritela con un panno di cotone umido. Lasciate riposare il tutto per almeno due ore prima di procedere oltre.

45

Come formare lo gnocco

Riprendete l’impasto e appoggiatelo sopra la spianatoia leggermente infarinata. Spianatelo con il mattarello fino a ottenere uno spessore di mezzo centimetro. Tagliate la pasta con un coltello ben affilato creando dei rombi che abbiano più o meno tutti la stessa dimensione e lasciateli lievitare per un’altra ora separandoli bene gli uni dagli altri. Per evitare che si attacchino sul piano di appoggio, infarinateli leggermente con la farina 00 oppure con quella di mais.

Continua la lettura
55

Come friggere e servire lo gnocco

Versate abbondante olio di arachidi in una padella capiente e mettetela sul fuoco. Appena l’olio avrà raggiunto una temperatura abbastanza alta, iniziate a friggere i rombi di pasta pochi alla volta per evitare di raffreddare troppo l’olio. Scolateli non appena saranno ben dorati da entrambi le parti e adagiateli su della carta assorbente per alimenti.
Prima di servire in tavola o gnocco fritto alle erbe aromatiche, salatelo in superficie. Abbinate la vostra preparazione a lumi non troppo salati come per esempio il prosciutto cotto e il successo sarà assicurato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi neri alle seppie

Tra le ricette della tradizione italiana una delle più apprezzate è sicuramente quella degli gnocchi di patate. Come è d'uso ai giorni d'oggi anche la tradizione viene modernizzata aggiungendo un tocco di fantasia e di gusto. Ecco come dall'unione...
Consigli di Cucina

5 consigli per la preparazione degli gnocchi

Gli gnocchi vengono comunemente serviti come primo piatto e sono estremamente versatili: c'è chi ama condirli con pomodoro e basilico, chi non resiste alla tentazione di immergerli in una crema di formaggio e chi li vuole solo accompagnati dal ragù...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi al Castelmagno

In questa guida vedrete come realizzare nelle vostre cucine una ricetta sensazionale. Sto parlando degli gnocchi al Castelmagno. Castelmagno è un paesino stupendo locato in provincia di Cuneo, proprio in Piemonte. Gli gnocchi al Castelmagno sono proprio...
Consigli di Cucina

Ricetta: sedano rapa impanato e fritto

Il sedano rapa è un tubero dalle molteplici virtù. Tra queste ricordiamo quelle diuretiche e depurative grazie alla buona percentuale di acqua. È un alimento poco calorico in quanto ne contiene solo 20 ogni 100 grammi. Presenta buone quantità di proteine,...
Consigli di Cucina

Come cucinare con le erbe aromatiche

Se siamo stanchi dei soliti piatti grassi e degli stessi sapori, è ora di prendere in considerazione una cucina più salutare e naturale. Non è detto, infatti, che un piatto per essere buono deve necessariamente essere pieno di olio, fritto o speziato....
Primi Piatti

Gnocchi di castagne con salsa di noci

Le castagne sono un alimento abbastanza versatile in cucina e, oltretutto, non contengono il glutine: proprio per tale ragione, possono essere consumate anche da coloro che sono affetti da celiachia. Nei passi a seguire, vi spiegherò come preparare degli...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi allo yogurt e scorza di limone

Gli gnocchi di patate sono un formato di pasta fresca tra i più famosi che il panorama gastronomico italiano offre. Sono realizzati solo con due ingredienti, patate e farina, motivo per cui sono altamente digeribili. Quindi, se amate gli gnocchi e siete...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi ripieni di carne

Gli gnocchi fanno parte di quella serie di piatti tradizionali nostrani che preparavano le nonne. Inizialmente, questa pietanza si realizzava di giovedì, mentre oggi si può preparare in qualunque giorno della settimana, La ricetta tradizionale prevedeva...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.