Come preparare lo sciroppo di mele

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare lo sciroppo di mele
15

Introduzione

Lo sciroppo di frutta è una valida alternativa al comune zucchero; inoltre, rispetto a quest'ultimo ha un valore calorico inferiore. Una volta preparato, lo sciroppo può avere diversi utilizzi: essere bevuto caldo, diluito con acqua per avere una bevanda leggera e dissetante. In alternativa può essere congelato per utilizzarlo successivamente. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile preparare lo sciroppo di mele; la sua preparazione può essere fatta in casa senza incontrare alcuna difficoltà.

25

Occorrente

  • Mele (quantità variabile)
  • Acqua (quantità variabile)
  • Zucchero semolato (quantità variabile)
35

Preparazione delle mele

Lo sciroppo di mele è caratterizzato essenzialmente dall'abbondanza di zucchero che si deve utilizzare nella preparazione. La prima cosa per realizzare questo delizioso sciroppo è quella di sbucciare le mele. Successivamente si devono tagliare a metà; poi, si devono privare del torsolo e dei semi. È consigliabile lasciare la buccia in quanto contiene molte vitamine e sostanze nutritive. Se vengono utilizzate le mele che provengono da coltivazioni industriali si devono lavare accuratamente in quanto possono essere presenti residui dei prodotti chimici che sono stati utilizzati.

45

Cuocere le mele

In seguito si devono sistemare le mele tagliate a pezzi in una pentola; poi, si devono coprire con abbondante acqua fredda. Successivamente si mescola il composto, non esagerando altrimenti può diventare troppo gelatinoso. In seguito si porta il tutto ad ebollizione e si fa bollire per circa un quarto d'ora. A questo punto bisogna togliere le mele dal fuoco e pesare il succo ottenuto. Poi, si deve pesare lo zucchero; il suo peso deve essere lo stesso del succo di mele. Adesso si versa nella pentola e si rimettete tutto sul fuoco; si porta ad ebollizione e si lascia bollire per pochi minuti il composto.

Continua la lettura
55

Conservazione dello sciroppo

Lo sciroppo di mele, dopo che è stato preparato, può essere conservato in bottiglie di vetro sterilizzate. Successivamente si può diluire in acqua oppure utilizzare nella preparazione di dolci. Tantissime sono le varietà di mele indicate per questo tipo di bevanda. Alcune persone utilizzano le mele cotogne, ma qualsiasi varietà è adatta allo scopo. Si può anche scegliere di utilizzare lo sciroppo di mele per accompagnare dolci, gelati, crepes ed anche formaggi. Come si è potuto notare in pochissimo tempo si può preparare uno squisito sciroppo di mele da offrire agli ospiti durante una fresca giornata estiva. A questo unto non resta altro da fare che prepararlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare lo sciroppo di ciliege

Le ciliegie sono da sempre uno dei frutti più amati dalle persone. La loro dolcezza e succosi le rendono ottime per realizzare moltissimi dolci o sciroppi con i quali rinfrescarsi durante l'Estate. Si possono trovare moltissimi prodotti a base di ciliegie...
Dolci

Come preparare una torta di mele e amarene

Siamo pronti a proporre a tutti i nostri lettori la realizzazione di un nuovo dolce, da preparare sempre, in qualsiasi momento dell'anno, perché unico e speciale. Stiamo parlando del come poter preparare cone le nostre mani una buonissima torta di mele...
Dolci

Come preparare il crumble di mele

Il crumble di mele è un tipico dolce britannico. Per la sua bontà e semplicità di realizzazione ha conseguito fama internazionale. Dell'antica ricetta originale oggi esistono numerose varianti, sia dolci che salate. Oltre che con le mele, il crumble...
Dolci

Come preparare la gelatina di mele cotogne

La gelatina di mele cotogne consiste in una conserva di frutta, tipica delle regioni dell'Italia meridionale. I frutti del melo cotogno non sono adeguati per la consumazione a crudo, dal momento che sono particolarmente duri ed aspri. Tuttavia le mele...
Dolci

Come preparare la crostata di mele agli amaretti

Le torte che risultano sempre gradite sono le crostate. Fanno parte di una tradizione antica, che ha come base la pasta frolla. Anche se poi, quest'ultima spesso viene rivisitata aggiungendo elementi, che la rendono particolare. Ma, per ottenere una crostata...
Dolci

Come preparare la charlotte alle mele

Le mele, in particolare le Golden o le Renette, si prestano molto bene alla preparazione di dolci golosi. Oltre alla classica e conosciutissima torta di mele, puoi cimentarti nella realizzazione di gustose frittelle, budini oppure strudel. In alternativa,...
Dolci

Come preparare la frittata di mele

In questa guida scopriremo come preparare una frittata di mele, un dolce tipico delle zone del Trentino Alto Adige ma, esteso anche alle altre regioni italiane per la sua semplicità e perché delizioso da gustare. Si tratta infatti di un dolce davvero...
Dolci

Come preparare una torta di panna e mele

Se siete molto golosi ed amate preparare i dolci in casa in modo da potere scegliere gli ingredienti da utilizzare, in questa breve guida, troverete dei validi suggerimenti per realizzare una ricetta veramente unica che riuscirà a soddisfare il gusto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.