Come preparare lo sciroppo di menta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La menta, piantina con foglie profumate che di solito è presente nei nostri giardini, si presta bene alla preparazione di bevande rinfrescanti utilissime d'estate. A tal proposito, in casa si può preparare lo sciroppo di menta, che può essere diluito e consumato in acqua o nel latte, sia caldo che freddo, oppure usato come guarnizione di gelati e dolci. Con lo sciroppo potete anche preparare dolci, ghiaccioli e granite, oltre che gelati, molto graditi nella stagione calda. Inoltre, a differenza di quello che si compra, se lo fate con le vostre mani, potete decidere la sua densità. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • g di acqua, 500 g di zucchero, 50 g di menta fresca, la scorza di mezzo limone, un colino.
36

Dopo avere colto le foglie di menta direttamente dal giardino, selezionando quelle più belle e grandi, è opportuno lasciarle in un contenitore con dell'acqua per una quindicina di minuti o più, in modo che si lavi per bene e vengano eliminati eventuali residui di trattamenti fatti. Chi non ha la menta nel suo giardino, la può trovare in erboristeria essiccata o nei supermercati fresca, anche se il suo profumo e sapore è diverso e meno intenso. Lavata e ripassata, nel caso fosse ancora sporca sotto l'acqua corrente, la menta si asciuga strizzandola o ponendola su un canovaccio al sole o in un posto secco. La seconda soluzione è preferibile, perché lasciandola asciugare da sola si evita di maltrattarla e di farle perdere parte del suo prezioso "succo".

46

A questo punto la menta, posta su di un tagliere, deve essere tritata finemente e posta in un contenitore mescolandola con lo zucchero nella quantità voluta. In alternativa la menta e lo zucchero possono essere frullati insieme e successivamente lasciati a riposare. A parte fate bollire dell'acqua con lo zucchero, al quale dovrete aggiungere il composto di menta e zucchero ottenuto precedentemente. È preferibile usare lo zucchero di canna, che esalta maggiormente il sapore e, se lo desiderate, aggregare la scorza di metà limone.

Continua la lettura
56

Per uno sciroppo più liquido la menta e lo zucchero tritati o frullati vanno aggiunti quando l'acqua bolle, se invece volete ottenere un composto più denso continuate a fare bollire il tutto fino a raggiungere la densità desiderata. Filtrate il composto ottenuto con un colino a maglia stretta o con una garzetta (in alternativa al vecchio sistema del collant), e lasciatelo riposare ancora per circa due, tre ore o per l'intera notte in frigorifero, dopo averlo coperto con una pellicola o con della carta stagnola. Lo sciroppo è pronto all'uso, ma se ne avete preparato in quantità, lo potete conservare dentro a vasetti quattro stagioni o a bottiglie, avendo cura di sterilizzarle precedentemente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare un frullato di anguria e menta dissetante

D'estate quando il caldo si fa sentire in modo eccessivo, e il rischio disidratazione è dietro l'angolo, non c'è niente di meglio che ricorrere a dei frullati a base di frutta. In questa guida nello specifico ne abbiamo scelto uno molto buono e semplice...
Analcolici

Come preparare un cocktail analcolico ananas e menta

Anche se il sole è ormai tramontato sui panorami estivi, i cocktail analcolici alla frutta continuano ad essere l'idea dissetante e profumata per un aperitivo dal sapore autunnale. Per accompagnare un antipasto con un cocktail dai delicati sentori fruttati,...
Analcolici

Come fare lo sciroppo di rosa canina

La rosa canina è un fiore le cui proprietà terapeutiche erano già note dall'antichità in quanto la sua acqua era spesso impiegata dai medici per il trattamento di alcune patologie oppure per curare certe ferite. Lo sciroppo di rosa canina inoltre...
Analcolici

Come fare uno sciroppo di carote, zenzero e miele

Durante l'inverno ma anche d'estate, può capitare di raffreddarsi e di beccarsi una brutta influenza che può farvi rimanere a letto per alcuni giorni. L'influenza può causare catarro, tosse e fastidi alla gola, che possono essere alleviati attraverso...
Analcolici

Come fare lo sciroppo di fragole

Se sei alla ricerca di un ingrediente naturale che faccia risaltare il tuo gelato oppure i tuoi dolci ti trovi nel posto giusto. Se continuerai la lettura ti spiegherò in maniera semplice e chiara come preparare lo sciroppo di fragole, una preparazione...
Analcolici

Come fare lo sciroppo di amarene

Uno dei frutti più amati ed elogiati di tutta la grande varietà che la natura offre, è sicuramente l'amarena. Dolce ma allo stesso tempo intensa ed amara, l'amarena è un frutto unico e dalle molteplici possibilità d'uso. Le amarene sono infatti buonissime...
Analcolici

Come fare un tè alla menta

Il tè alla menta è una bevanda analcolica molto benefica e allo stesso tempo rinfrescante, quindi ideale per essere consumata durante le giornate di caldo torrido in estate. In commercio, o meglio nei grandi supermercati, è possibile acquistarlo già...
Analcolici

Come fare la limonata alla menta

Durante la stagione estiva le bevande dissetanti sono sempre molto gradite, specialmente durante le giornate più calde. Si possono preparare un'infinità di bevande fresche dissetanti utilizzando Molto spesso per fare bevande dissetanti e rinfrescanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.