Come preparare lo strudel di fichi e mandorle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo strudel è un dolce estremamente conosciuto. Originario delle zone soggette all'antica dominazione austro-ungarica, ormai questo delizioso e sfizioso dessert è celebre in tutta Italia e non solo, grazie al suo gusto intenso nella sua semplicità. Nonostante sia conosciuto nella sua variante più classica a base di mela, cannella e uvette, è possibile variare parecchio, in modo tale da preparare un dolce nuovo e originale, che allo stesso tempo rimandi a tradizioni calde e familiari. La variante che presentiamo oggi rende lo strudel vagamente "mediterraneo", grazie alla presenza della marmellata di fichi, nonché degli stessi fichi secchi. Per rendere la ricetta ancora più speciale, sostituiremo le uvette con delle mandorle spezzettate.
Vediamo dunque, con questa guida, come preparare lo strudel di fichi e mandorle.

26

Occorrente

  • 100g di burro
  • 150g di zucchero
  • 1 uovo
  • 200g di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • Fichi secchi, marmellata e mandorle q.b.
36

Per preparare lo strudel di fichi e mandorle, in una ciotola capiente, versare il burro e ammorbidirlo. Versare quindi un uovo e mescolare fino ad ottenere un impasto cremoso. Aggiungere lo zucchero. Setacciare la farina che verrà poi unita all'impasto appena creato, ricordando di aggiungere un cucchiaino di lievito per dolci. Impastare fino ad ottenere una pasta soda che verrà fatta riposare in frigo per una trentina di minuti circa. A questo punto, tritare alcuni fichi secchi a piacere. Si consiglia di lasciare alcuni pezzetti più grandi, in modo da creare una variante meno omogenea. Amalgamare i fichi tritati alla marmellata di fichi, possibilmente biologica in modo tale da esaltare i sapori, scegliendo al contempo un prodotto sano.

46

Sgusciare le mandorle e tritarle grossolanamente. Unirle al composto di fichi. È inoltre possibile aggiungere spezie come la cannella o la vaniglia per rendere ancora più particolare e avvolgente il gusto di questo speciale dessert. Estrarre dunque la pasta frolla dal frigo e stenderla su un piano infarinato, per poi versare il composto sulla pasta frolla stesa e spalmarlo in modo omogeneo.

Continua la lettura
56

Arrotolare la pasta frolla su se stessa. Chiudere bene le estremità affinché il composto rimanga all'interno dello strudel. Mettere quindi la carta da forno su una teglia e appoggiarvi lo strudel. Preriscaldare il forno a 180° e far cuocere per circa 25-30 minuti, verificando che non si bruci. Una volta estratto, è possibile arricchire lo strudel di fichi è mandorle con una spruzzata di zucchero a velo. È inoltre possibile decorare il piatto, creando una composizione con i fichi secchi e le mandorle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: strudel di mele con pistacchi e mandorle

Lo strudel è un piatto tipico della tradizione culinaria del nord Italia e dell'Austria. Questo piatto può essere realizzato sia in versione dolce che in versione salata ed esistono tantissime varianti per personalizzarlo a seconda dei propri gusti....
Dolci

Come fare i fichi secchi con le mandorle

Sicuramente avrete notato che non esiste luogo senza un albero di fico nei paraggi, infatti questi frutti rappresentavano l'alimentazione dei poveri. Sin dai tempi antichi infatti, queste leccornie venivano gustate da grandi e piccini seppur pieni di...
Dolci

Ricetta: crostata fichi e mandorle

I fichi freschi sono di gran lunga superiori a quelli secchi. Compaiono da giugno all'inizio dell'autunno, se sono acerbi tendono ad ammorbidirsi, ma non ad addolcirsi. Cercate quelli maturi, polposi, teneri e piuttosto pesanti, e con un lieve odore di...
Dolci

Come preparare lo strudel di pasta sfoglia

Lo strudel è un dolce che si prepara con pasta sfoglia arrotolata, una farcitura di frutta e cottura nel forno. Ne esiste anche una versione con pasta salata ma di minore successo. Pensate che questo manicaretto ha origine antichissime. Le prime notizie...
Dolci

Come preparare lo strudel ai frutti di bosco

Lo strudel ai frutti di bosco, costituisce una piacevole alternativa al dolce classico a base di mele. Questo dolce è molto facile da preparare ed è di grande effetto, grazie al colore acceso dei frutti di bosco. Ottimo, se accompagnato da una crema...
Dolci

Come preparare i fichi con il cioccolato

I fichi con il cioccolato sono dei dolcetti calabresi, tipici delle feste. Dalle svariate varianti, sono facilmente reperibili in tutta Italia al supermercato, in qualsiasi periodo dell'anno. Semplici e veloci da preparare, si caratterizzano per la deliziosa...
Dolci

Come preparare i fichi secchi

I fichi freschi comprati al mercato del contadino e dal fruttivendolo hanno sempre un aspetto invitante e succulento. I fichi non solo sono deliziosi da freschi, ma sono ottimi anche secchi. Tuttavia, spesso il risultato non è quello desiderato, ma essi...
Dolci

Come preparare la marmellata di fichi d'india

I Fichi d'India sono frutti molto particolari ricoperti da bacche che variano dal giallo-arancio a sfumature di rosso. Appartengono alla famiglia delle Cactaceae e il loro nome scientifico è L'Opuntia Ficus. I frutti sono originari del Messico, ma con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.