Come preparare lo yogurt alla vaniglia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Se si decide di preparare uno yogurt in casa bisogna avere tempo a disposizione e seguire dei piccoli accorgimenti. Se non si ha una yogurtiera la preparazione richiede un po' più di tempo, ma il risultato è egualmente ottimo. In questo caso si deve riprodurre una vera e propria yogurtiera fai da te per mantenere il composto ad una temperatura costante di 40°C. Leggendo il tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come produrre dell'ottimo yogurt alla vaniglia. Esso può essere servito a colazione o dato come merenda ai più piccoli.

25

Occorrente

  • 1 litro di latte intero, fermenti lattici (o 2 cucchiai di yogurt bianco)
35

Ingredienti

La prima cosa da fare è quella di prendere il latte fresco intero (se si preferisce avere uno yogurt più magro e meno cremoso è possibile utilizzare del latte parzialmente scremato) e versarlo in una pentola piuttosto capiente. Poi, si porta ad ebollizione; nel frattempo che il latte bolle si forma in superficie una patina. Bisogna toglierla utilizzando un cucchiaio; successivamente si spegne il fuoco per far raffreddare il latte. A questo punto si prende una stecca di vaniglia, si tolgono i semi e si versa nel latte quando è freddo.

45

Preparazione yogurt

Successivamente bisogna prendere un bicchiere e versare al suo interno i fermenti lattici (si comprano in farmacia; generalmente vengono venduti in pacchetti per un litro di latte). A questo punto si aggiunge anche il latte, a temperatura ambiente, e si mescola delicatamente fino a quando i fermenti lattici non si sono sciolti completamente. In seguito bisogna versare di nuovo il latte del bicchiere nella pentola. In sostituzione dei fermenti lattici può essere utilizzato lo yogurt bianco. In questo caso bisogna mettere in un bicchiere lo yogurt con un goccio di latte, mescolare e poi versare il tutto nella pentola.

Continua la lettura
55

Cottura e conservazione

Adesso bisogna travasare il latte nei vasetti in vetro; questi ultimi non devono essere riempiti fino al bordo. In seguito si mettono i vasetti sulla placca da forno, logicamente dopo che sono stati chiusi con i loro coperchi, e si fanno cuocere a 40° C per sei o sette ore. Più lo yogurt cuoce più diventa denso (se si lascia cuocere per sei ore è sicuramente meno cremoso; se cuoce per sette ore si ha uno yogurt molto più denso). Dopo che è stato cotto, prima di poterlo gustare, bisogna metterlo in frigorifero per almeno due ore. Lo yogurt si può accompagnare con del cacao in polvere oppure pezzi di fragole. Esso può essere conservato in frigorifero per circa una settimana circa, altrimenti comincia a diventare acido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il semifreddo al caffè con panna e vaniglia

In estate i dessert preferiti sono quelli freddi. Tanto che, il gelato e il semifreddo vengono sempre inseriti nel menù. Il semifreddo è una composizione che viene utilizzata maggiormente. Infatti, oltre a poterlo gustare semplice si può adoperare...
Dolci

Come preparare il carpaccio di mango alla vaniglia

Se siete alla ricerca di un antipasto light molto diverso da quelli che proponete abitualmente in tavola, ecco a voi il carpaccio di mango alla vaniglia. Si tratta di un piatto molto semplice ma ricco di gusto. Il sapore delicato della bacca della vaniglia...
Dolci

Come preparare una ciambella alle mele e yogurt

La torta o la ciambella di mele è un classico della nostra cucina, ma si presta benissimo anche alla realizzazione di altre ricette differenti, per esempio grazie all'aggiunta di un secondo ingrediente come lo yogurt. La consistenza del dolce acquisterà...
Dolci

Come preparare l'estratto di vaniglia

Se siete amanti della cucina e vi cimentate in diverse preparazioni dolci, questa ricetta fa al caso vostro. Vi illustreremo come preparare l'estratto di vaniglia fatto in casa. Il procedimento per realizzarlo è davvero semplice ed alla portata di tutti,...
Dolci

Come preparare la torta alla vaniglia

La torta è il più classico dei dolci che viene acquistato o preparato in occasione di feste di compleanno, matrimoni, feste di laurea o altre ricorrenze. Le varianti sono numerosissime, sia dolci che salate, ma in ogni caso la preparazione è generalmente...
Dolci

Come preparare i kipferl alla vaniglia

Se siete alla ricerca di un dolce originale e gustoso, i kipferl fanno al caso vostro. Essi arrivano direttamente dall'Austria e si preparano principalmente durante le feste natalizie. I kipferl hanno la forma di ferro di cavallo e non sono difficili...
Dolci

Come preparare i cioccolatini alla vaniglia

Cioccolato e vaniglia sono un'accoppiata vincente che stimola il gusto e la fantasia. Unirli in un unico dolcetto esalta l'aroma di entrambi gli ingredienti. Tutti apprezzano l'accoppiata di vaniglia e cioccolato, ma nessuno più dei maestri cioccolatieri....
Dolci

Come preparare lo yogurt alla pesca

Lo yogurt è un alimento leggero e fresco, ottimo da gustare dopo i pasti o per una colazione e uno spuntino sano, soprattutto durante il caldo periodo estivo. Perché non prepararlo in casa? In questo modo non rischierete di mangiare troppi coloranti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.