Come preparare pappardelle al piccione affogato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le pappardelle al piccione affogato rappresentano un primo piatto tipico della tradizione culinaria della regione Toscana. Si tratta di una pietanza molto gustosa ed anche abbastanza semplice da preparare: basta infatti seguire attentamente la ricetta per riuscirci. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare a realizzare le pappardelle al piccione affogato.

25

Occorrente

  • 500 g pappardelle
  • 2 piccioni
  • 1 cipolla rossa
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 carota media
  • 1 costola di sedano
  • 3 foglie di alloro
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • olive nere snocciolate
  • 3/4 pomodori pelati
  • 1/2 lt di vino rosso
  • aceto
  • 4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
35

Innanzitutto dobbiamo tritare insieme una cipolla rossa, uno spicchio di aglio, una carota, una costola di sedano e tre foglie di alloro. Mettiamo tutti gli ingredienti in un recipiente abbastanza grande ed aggiungiamo qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva. Successivamente facciamo rosolare il tutto sul fuoco a fiamma bassa. Intanto prendiamo due piccioni e, dopo averli lavati bene, tagliamoli in due parti ed inseriamoli nella padella insieme agli altri ingredienti. Facciamo cuocere per almeno un quarto d'ora prestando molta attenzione a non far bruciare le verdure e girando di tanto in tanto il piccione.

45

A questo punto aggiungiamo anche una manciata di olive snocciolate e alcuni pomodori pelati. Facciamo insaporire per qualche minuto, quindi bagniamo con un po' di vino rosso caldo fino a coprire completamente i piccioni. Cuociamo a fuoco medio con un coperchio, girando ogni tanto per circa un'ora e mezza. A cottura ultimata, la carne deve staccarsi completamente dalle ossa. Disossiamo a questo punto i piccioni e tritiamo finemente la carne ottenuta utilizzando un tagliere. Facciamo cuocere in abbondante acqua salata le pappardelle fresche ed intanto rimettiamo nella casseruola del sugo la carne tritata e facciamo insaporire per qualche minuto.

Continua la lettura
55

Successivamente scoliamo la pasta in una zuppiera, aggiungiamo il sugo e il parmigiano, mescoliamo bene e serviamo il piatto ben caldo. Il tempo di preparazione è di circa venti minuti invece il tempo di cottura è di circa due ore. Facciamo davvero molta attenzione che i piccioni siano ben cotti, perché se restano crudi possono avere un sapore poco gradevole. È consigliabile inoltre accompagnare la pasta con il medesimo vino di cottura e cioè con un vino rosso. È perfetto un buon Chianti classico invecchiato, di non oltre tre anni. Per quanto riguarda i piccioni, non sempre li troveremo in macelleria, o comunque non li troveremo tutti i giorni. Pertanto in genere è consigliabile ordinarli prima di decidere di preparare questo buon piatto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare le pappardelle ai funghi porcini

Siamo anche noi pronti a proporre a tutti i nostri ospiti, una ricetta che è tipica del periodo autunnale, ma anche utilizzata un po' in tutto il periodo dell'anno, grazie alla possibilità di avere sempre a portata di mano questo fungo, veramente unico...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle fresche ai fiori di zucca

I fiori di zucca sono molto versatili in cucina: possono essere usati per preparare le creme, gli antipasti, le fritture, i contorni ed anche i condimenti per i primi piatti. In questa guida, nello specifico, vedremo come utilizzarli al fine di preparare...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle alla crema di fave

Nella tavola della maggioranza delle famiglie italiane, non può assolutamente mancare un gustoso primo piatto. Generalmente, si tratta di una pietanza a base di carne o pesce. Molto deliziosi sono anche i primi piatti di verdure. Le ricette di cucina...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle al sugo di lepre

Le pappardelle al sugo di lepre sono un piatto tipico della cucina toscana. Per la realizzazione di questa ricetta occorre molta pazienza in quanto essa necessita di una lunga cottura. Logicamente per avere un'ottima riuscita delle pappardelle al sugo...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle cacio, pepe e pere

Questa ricetta vuole essere un rivisitazione della ricetta tradizionale della cucina romana, in cui non è previsto l'uso delle pere. Si tratta di una ricetta non molto elaborata, dunque è facile da realizzare e non richiede molto tempo. Non per questo...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle pollo e pinoli

In questa guida vedremo come preparare le pappardelle con il pollo ed i pinoli, un primo piatto eccezionale, gustoso e completo in apporto di carboidrati, proteine e fibre. Una ricetta alternativa ma perfetta per una cena d'estate oppure un pranzo primaverile...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle con funghi e noci

Le pappardelle con funghi e noci è una deliziosa ricetta dagli ingredienti autunnali. È un primo piatto facile e veloce da preparare. Serve solo il tempo necessario per cuocere il sughetto ai funghi e noci e scottare la pasta. Se in una tranquilla serata...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle con anacardi e gamberi

Se amate gli abbinamenti di sapori originali e completamente inediti, ecco a voi la ricetta che vi spiegherà come preparare delle gustose pappardelle con anacardi e gamberi. Si tratta di un primo piatto molto gustoso da cucinare per le grandi occasioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.