Come preparare polenta e osei

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare polenta e osei
17

Introduzione

Una ricetta della tradizione italiana abbastanza famosa è sicuramente polenta e osei. È un piatto che è stato ideato dai contadini; questi ultimi infatti, nei periodi di festa, sacrificavano gli uccellini più teneri per il loro pasto. Attualmente questa ricetta è ancora preferita da quelle persone che non sanno fare a meno di un boccone prelibato e gustoso. Il successo di questo piatto è dovuto all'unione della carne delicata degli osei, ossia beccafichi, allodole oppure pettirossi e la dolcezza della polenta fatta in casa. Questa ricetta è indicata se si vuole gustare un piatto a regola d'arte. In questo tutorial si danno alcuni consigli su come preparare polenta e osei.

27

Occorrente

  • 12 allodole o beccafichi
  • 400 g di farina gialla
  • 150 g di burro
  • 12 foglie di salvia
  • sale e pepe
  • 1.5 litri di acqua
37

All'inizio bisogna mettere a bollire, in un tegame abbastanza profondo, 1.5 litri di acqua. In seguito bisogna salare a piacere ed aggiungere, in modo graduale, la farina gialla. A questo punto occorre mescolare dolcemente; questa operazione è importante per fare assorbire l'acqua alla farina. Facciamo cuocere per circa 50 minuti a fuoco lento; così facendo otteniamo un composto cremoso e senza grumi.

47

Intanto prendiamo gli uccellini, togliamo le piume, se necessario, e li mettiamo in un tegame antiaderente. Gli animali devono essere messi l'uno di fianco all'altro con la testa rivolta verso il petto; in questo modo diamo una forma leggermente sferica. Ciò serve per avere una cottura uniforme e per avere un cibo gradevole al palato. Mettiamo un ricciolo di burro su ognuno di essi e spargiamo la salvia nel tegame per ottenere un buon profumo. Per eliminare l'odore della selvaggina possiamo aggiungere delle foglie di alloro e delle bacche di ginepro.

Continua la lettura
57

Cuociamo gli uccellini a fuoco lento, saliamo a piacere e li giriamo di tanto in tanto con una forchetta. Questa operazione è indispensabile in quanto la pelle delle allodole è molto sottile e si brucia facilmente. Se la carne si asciuga eccessivamente è opportuno aggiungere un po' di burro. Non è consigliabile allungare con acqua o brodo: la carne ha sapore delicato e risulta insipida.

67

Dopo circa 15 minuti di cottura aggiungiamo il burro e lo facciamo assorbire dalla carne. Poi, continuiamo a cuocere fino a che il burro non si amalgama ai succhi della carne. A questo punto prendiamo un piatto da portata e mettiamo sopra la polenta. Utilizziamo un mestolo per fare uno spazio al centro e disponiamo gli uccellini con il brodo. Adesso si può servire in tavola; bisogna mangiare rigorosamente con le mani.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per la cottura, usate un tegame in rame, per permettere ai succhi della carne di non disperdersi.
  • Accompagnate il piatto ad un buon vino rosso Doc, come il Cortefranca o il Valcalepio riserva.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la polenta taragna

Con l'arrivo del freddo un buon piatto di polenta è un toccasana da non sottovalutare. In particolare la polenta taragna è una specialità valtellinese e non solo. Il perfetto connubio tra la farina di mais e il grano saraceno. Il condimento più conosciuto...
Primi Piatti

Come preparare la polenta pasticciata

La polenta è un alimento sano e nutriente, un piatto considerato "povero" ma, al contempo, gustoso, molto versatile e che si presta a tantissime ricette diverse. In un'epoca in cui si è tornati alla ricerca dei piatti genuini, possiamo dire che la polenta...
Primi Piatti

Come preparare la polenta alla valdostana

La polenta, come ben sappiamo, si prepara con acqua e farina: è un piatto molto conosciuto e preparato nelle regioni del nord Italia ma, ormai, è diventata famosa in tutto il mondo. Può essere condita con varie salse o accompagnare pietanze a base...
Primi Piatti

Come preparare la polenta di castagne

La polenta di castagne è il piatto tradizionale dei piccoli paesi montani. È una pietanza preparata da secoli, un tempo pasto principale delle dieta dei contadini, oggi prelibatezza per coloro che apprezzano i sapori particolari. La polenta di castagne,...
Primi Piatti

Come preparare i canederli di polenta ripieni di formaggio

Se siete alla ricerca di un gustoso piatto autunnale da servire in tavola durante la prossima cena in famiglia, ecco a voi i canederli di polenta ripieni di formaggio. Questa specialità è adatta per scaldare le serate più fredde ed è ottima gustata...
Primi Piatti

Come preparare la polenta con verdure grigliate

Per riscaldare le serate autunnali non c'è niente di meglio che preparare una gustosa polenta con verdure grigliate. Si tratta di un ottimo piatto che può essere presentato in tavola anche quando si hanno ospiti celiaci oppure vegani. Questa specialità...
Primi Piatti

Come preparare la polenta agli spinaci con mozzarella

Se desiderate presentare in tavola un piatto unico tipicamente invernale, ecco a voi la polenta agli spinaci con mozzarella. Si tratta di una preparazione abbastanza semplice da realizzare che piace sempre a tutti. E’ ottima da gustare assieme a un...
Primi Piatti

Come preparare i cestini di polenta con funghi e formaggio

Se per una festa intendiamo arricchire il buffet con delle pietanze innovative, allora vale la pena preparare dei cestini di polenta ripieni di funghi e formaggio. Si tratta infatti, di una gustosa pietanza che sicuramente andrà a ruba, specie se servita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.