Come preparare un'aragosta al vapore

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare un'aragosta al vapore
15

Introduzione

Se decidiamo di fare una cena con degli amici a base di pesce cercando di stupirli, allora l'ideale è preparare l'aragosta al vapore. Alcune persone pensano che cucinare l'aragosta sia un'operazione difficile in quanto non sanno come prepararla, invece è un lavoro piuttosto semplice e sono necessari pochi ingredienti e nessuna abilità in cucina. L'aragosta al vapore può essere realizzata con diversi condimenti; quello che viene usato comunemente è la salsa di limone con olive nere tritate, ma se preferiamo possiamo anche mangiarla da sola.

25

Occorrente

  • Aragosta viva o surgelata
  • Olio extravergine di oliva 40 ml.
  • Prezzemolo tritato 50 gr.
  • Limone 50 ml.
  • Olive nere 100 gr.
35

Sciacquare l'aragosta

Innanzitutto bisogna acquistare da un pescivendolo l'aragosta preferibilmente fresca, perché è molto più saporita e la carne più gustosa rispetto ad una congelata vendibile invece nei supermercati. La prima cosa che dobbiamo fare è di uccidere l'animale se è ancora vivo, utilizzando un coltello da cucina e dando poi un colpo netto alla testa. Fatto ciò, la sciacquiamo sotto l'acqua corrente per eliminare lo sporco del guscio, e poi passiamo alla fase successiva ovvero alla cottura.

45

Cuocere l'aragosta

A questo punto prendiamo una pentola di dimensioni appropriate, la riempiamo d'acqua e la mettiamo sul fuoco. Nel momento in cui raggiunge l'ebollizione, immergiamo l'aragosta e la lasciamo cuocere per circa quindici minuti. È opportuno sapere che questo tempo è indicativo, in quanto dipende dalle dimensioni del mollusco; infatti, più l'aragosta è grande e più la cottura deve essere lunga. Invece se si tratta di un'aragosta congelata il tempo di cottura è ancora inferiore, quindi è bene controllare ciò che viene indicato sulla confezione. Quando la cottura è terminata dobbiamo rimuovere il guscio; in alcuni casi bisogna eliminare anche la testa per togliere gli organi interni. È opportuno tener presente che quando facciamo l'operazione di pulizia il guscio non va eliminato, ma solo separato dal corpo; in questo modo possiamo mangiare l'aragosta utilizzando solo le posate.

Continua la lettura
55

Preparare il sugo

Adesso l'aragosta è pronta e possiamo servirla a seconda dei gusti, da sola o con il condimento. In quest'ultimo caso bisogna preparare un battuto di prezzemolo tritato, olio extravergine di oliva, alcune gocce di limone e delle olive nere. Queste ultime vanno snocciolate e messe in un mixer in modo da creare una salsa densa ed omogenea. Dopo aver girato bene con un cucchiaio di legno, il sugo conviene metterlo nelle apposite scodelline per ogni singolo ospite, ed accompagnando il tutto con un buon bicchiere di vino bianco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare le polpette di aragosta

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, andremo ad occuparci di polpette di aragosta. Cercheremo di rispondere a questa domanda: come si devono preparare le polpette di aragosta? Vedremo la procedura ed anche alcuni...
Pesce

Come preparare l'aragosta alla greca

La Grecia ha una antichissima tradizione culinaria. La cucina greca utilizza totalmente prodotti del Mediterraneo, dalle verdure al pesce. Tra i crostacei troviamo l'aragosta, la protagonista di uno dei piatti più famosi e richiesti della tradizione...
Pesce

Come preparare l'aragosta in court-bouillon

L’aragosta è uno dei crostacei dei livelli più elevati, il più pregiato in assoluto. È rinomata per le sue carni tenere dal sapore veramente tanto fine e delicato. Per riuscire ad assaporare al meglio il suo sapore, è bene servirla a tavola senza...
Pesce

Ricetta: aragosta alla catalana con verdure crude

L'aragosta alla Catalana con verdure crude è un ottimo piatto a base di pesce e verdure, da un sapore fresco e leggero.È un piatto che, nonostante le apparenze, non è particolarmente difficile da preparare e non richiede molto tempo.Le fasi della preparazione...
Pesce

Linguine all'aragosta

Se volete stupire i vostri commensali con una ricetta sfiziosa, genuina e di facile preparazione vi proponiamo un primo piatto a base di pesce: le linguine all'aragosta. Questa ricetta, nonostante quello che potete pensare, è molto semplice anche se...
Pesce

Come cucinare l'aragosta in salsa

L'aragosta è un gustosissimo crostaceo definito "nobile" per il sapore dolce e delicato della sua polpa. Inoltre, è prodotto di pregio e di un certo costo. Nella nostra ricetta vedremo come cucinare l'aragosta nel più semplice dei modi. La salsa rouille,...
Pesce

Come riconoscere l'aragosta fresca

La scelta dell’aragosta, e dei crostacei in generale, non è un elemento da sottovalutare. Bisogna porre estrema attenzione alla freschezza del prodotto, così da ottenere piatti succulenti e gustosi. Spesso, l’aragosta arriva nelle pescherie ancora...
Pesce

Ricetta: carpaccio di aragosta con zucchine e agrumi

La ricetta carpaccio di aragosta con zucchine e agrumi è il piatto ideale per le vostre vacanze al mare, ma anche quando si vuole passare una serata in compagnia con gli amici, o in famiglia, gustando un piatto prelibato e saporito e accompagnarlo con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.