Come preparare un Blu Margarita

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Siete amanti dei cocktail fai da te? Non potete fare a meno di queste bevande alcoliche nel vostro dopocena? Allora prestate attenzione alla seguente guida, in cui vi diremo come preparare un Blu Margarita in un modo tanto semplice quanto quanto veloce: risultato garantito! Oltre ciò daremo dei cenni storici da cui tale bevanda deriva.

26

Occorrente

  • 5/10 di tequila
  • 3/10 di Curacau Blue
  • 2/10 succo di lime
36

Preparazione e ingredienti per creare il Blu Margarita

Preparazione: come bicchiere utilizzeremo quello classico da Martini (nel caso non lo possediamo, andrà bene un qualsiasi bicchiere da cocktail); spargiamo in un piattino del sale, inumidiamo il bordo del nostro bicchiere con una fetta di limone, capovolgiamo lo stesso e facciamo aderire i granelli di sale al bordo. Questa operazione farà si che il gusto dolce del cocktail contrasti con l'asprezza di limone e sale.
In uno shaker, andremo ad unire la tequila (ingrediente principale), il Curacao Blue (che dà la colorazione al cocktail), il succo di lime ed il ghiaccio (precedentemente tritato, in modo che i pezzi somiglino a dei piccoli cristalli). Shakeriamo il tutto e versiamo nel bicchiere: a seconda dei gusti possiamo filtrare o meno il composto, così che il ghiaccio sia presente o assente dallo stesso.

46

Accompagnate il Blu Margarita con degli stuzzichini

Ed il nostro Blue Margarita è pronto per essere gustato! Possiamo accompagnarlo con degli stuzzichini, come ad esempio olive, patatine, noccioline, ecc.
È bene tenere le dovute precauzioni: come tutti i cocktail drink, anche il Blue Margarita ha un livello alcolemico molto elevato, per cui non eccediamo nel berlo; un bicchiere nel dopocena andrà più che bene per passare del tempo assieme agli amici, senza ripercussioni sulla nostra "lucidità" e, soprattutto, senza problemi e preoccupazioni nel percorrere il tratto di strada che ci separa da casa.

Continua la lettura
56

Il Blu Margarita e una bevanda alcolica tipicamente messicana

Infine cos'è: il "blu Margarita" è una bevanda alcolica tipicamente messicana a base di tequila; il cocktail originale, dal quale esso deriva, è il più famoso "Margarita": tanto è stato il suo successo che negli anni si sono avute numerose varianti, soprattutto a base di frutta, tra cui Margarita alla fragola, al lime, alla pesca o alla banana.
La tequila è un distillato che ha origine dall'agave blu, pianta appartenente alla famiglia delle Agavaceae. Esistono vari tipi di tequila: Anejo, Extra-Anejo, Joven, Reposado e Blanco.
Il (Blue) Caracao, altro ingrediente di questo cockltail, è un liquore creato a partire da bucce di "laraha", ovvero una specie di arancia tipica dell'isola da cui lo stesso prende il nome; questo liquore è trasparente ma spesso e volentieri viene commercializzato con diverse tonalità, tra le quali la più venduta è il blu.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Margarita

Il cocktail è una bevanda che si ottiene tramite la miscela di diversi ingredienti alcolici, non alcolici e aromi. Tuttavia se eseguito senza l'uso di componenti alcoliche viene detto cocktail analcolico. Il cocktail può presentare all'interno del bicchiere...
Vino e Alcolici

Ricetta: margarita al mango e papaya

Se volete festeggiare il "Cinco de Mayo" con i vostri amici messicani, o semplicemente sorseggiare un buon cocktail nella vostra città chiudendo gli occhi ed immaginando di essere sdraiati con il sole in faccia su una candida spiaggia davanti ad un mare...
Vino e Alcolici

5 cocktails alcolici estivi da preparare in casa

Volete fare un aperitivo, oppure una bevuta dopo cena per rallegrare la serata e spassarsela un po'? O semplicemente volete farli per voi per assaggiarli e bere qualcosa di diverso? Allora benvenuti in questa lista dove vi elencherò 5 cocktails alcolici...
Vino e Alcolici

5 cocktail a base di tequila

Il Tequila è un tipo di liquore secco anzi più propriamente lo si può definire con il termine distillato. Esso si ricava dalla fermentazione della pianta di Agave Blu, chiamata anche agave Tequilana. Questa pianta viene coltivata nello Stato del Messico,...
Vino e Alcolici

Come preparare un cocktail alla papaia

Voglia di estate, di aperitivi a bordo piscina o in riva al mare. Cosa c'è di meglio di una festa con gli amici per dare il benvenuto alla bella stagione? Basteranno degli stuzzichini invitanti, dei piatti freddi e degli spiedini di frutta da abbinare...
Vino e Alcolici

Come preparare un arcobaleno

Con l'arrivo della stagione primaverile, finalmente giungono i primi caldi dell'anno e si incomincia a stare bene all'aria aperta. Dopo diversi mesi trascorsi tra le mura della propria abitazione, a causa del freddo e del maltempo, la primavera porta...
Vino e Alcolici

Come preparare un fruit cup

Il cocktail Fruit Cup ha un gusto molto dolce e intenso. La frutta rende il cocktail un ottimo misto di gusti tropicali e cosa c'è di meglio per trascorrere una gradevole pausa per una serata insieme agli amici? Con questa semplice ricetta, puoi preparare...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla mela

Ideale da gustare a fine pasto, come rinfrescante digestivo o anche prima del pasto come aperitivo ghiacciato, il liquore alla mela non è particolarmente difficile da preparare. Il gusto delicato ma non invadente della mela lo rende anche perfetto per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.