Come preparare un caffè al latte di mandorla

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latte di mandorla è una bevanda che si caratterizza per il gusto piuttosto delicato e per essere un prodotto completamente vegetale. Proprio per questo motivo, è molto apprezzato da chi, per scelta o per intolleranza, non può consumare alimenti contenenti lattosio. Viene solitamente utilizzato per conferire un aroma particolare ad altre bevande, oppure all'interno di ricette di dolci. A tal proposito, in questa guida, vi spiegherò come preparare una bevanda dissetante, ossia il caffè al latte di mandorla, da consumare al termine di un pranzo estivo. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • 100 ml di latte di mandorla
  • 300 ml di acqua
  • 1 moka di caffè
37

Innanzitutto, la prima operazione da compiere consiste nell'aprire la confezione del latte di mandorla e versarlo in un contenitore, dopodiché aggiungete tutta quanta l'acqua, poca alla volta, in modo da stemperarlo. Successivamente, mescolate accuratamente e, quando il composto risulterà piuttosto omogeneo, tirate fuori dal freezer gli stampi per il ghiaccio e riempiteli con la crema. Trasferite nuovamente gli stampi in freezer e lasciate congelare il composto per almeno 3 ore. A questo punto, preparate con la moka il caffè, riempendo la caldaia con dell'acqua fredda, fino a raggiungere il livello corrispondente alla valvola di sicurezza.

47

Fatto ciò, aggiungete un cucchiaino di caffè alla volta, sbattendo delicatamente il filtro contro una superficie piana, per livellare il caffè stesso. Una volta raggiunto il bordo, avvitate per bene la caffettiera, senza pressare il caffè prima di effettuare l'operazione, quindi mettetela sul fuoco, a bassa fiamma. Una volta che il caffè sarà fuoriuscito completamente (occorreranno pochi minuti) spegnete il fuoco e mischiatelo con un cucchiaino. Tirate fuori lo stampo con il ghiaccio dal freezer, mettete qualche cubetto in ogni bicchiere e, infine, versate il caffè ancora caldo. Non è necessario aggiungere dello zucchero, proprio perché il latte di mandorla è già molto dolce.

Continua la lettura
57

Un metodo più veloce per ottenere un caffè al latte di mandorla, è quello di riempire i bicchieri con dei cubetti di ghiaccio, quindi unirvi un cucchiaio colmo di latte di mandorla e, per terminare, versarvi il caffè caldo. In questo caso, è possibile addolcire ulteriormente il caffè con un cucchiaino di zucchero. Il latte di mandorla può anche essere realizzato direttamente in casa; è sufficiente versare circa 30 grammi di mandorle nel mixer e tritarle molto finemente, trasferirle in una ciotola e aggiungervi un bicchiere di acqua calda (ma non bollente), lasciando riposare il composto per circa 3 minuti. Una volta trascorso il tempo indicato, filtratelo attraverso un panno di stoffa e versate quanto ottenuto in un bicchiere.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare il caffè parigino

Parigi è indubbiamente una splendida città e nessuno può mettere in dubbio questa convinzione. Romantica e suggestiva, è spesso meta di artisti e innamorati che si riuniscono appassionatamente attorno ai tavolini dei bistrot per assaggiare un fragrante...
Analcolici

Come preparare un caffè marocchino

Dovete sapere che il Marocco non ha la medesima cultura del caffè posseduta da molti paesi del Medio Oriente. Infatti, il caffè è una bevanda che viene gustata prevalentemente durante la prima colazione o a metà mattinata. Essenzialmente, si possono...
Analcolici

Come preparare il caffè verde

Il caffè verde rappresenta una valida alternativa al caffè tradizionale, anche se viene ricavato dalla medesima pianta: l'unica differenza è che i chicchi del caffè verde non hanno subito il processo di torrefazione e, quindi, non perdono le loro...
Analcolici

Come preparare il caffè nero americano

È ormai risaputo che il caffè è una bevanda bevuta in tutto il globo terrestre. Solitamente, al fine di renderlo più saporito per il nostro palato, vengono aggiunti al suo interno altri ingredienti, come ad esempio il latte o il cioccolato. Appena...
Analcolici

Come preparare un affogato al caffè facile e veloce

Quando arriva finalmente la meravigliosa stagione estiva, la maggioranza delle persone adorano molto passare le serate in compagnia: qualora vengano invitati degli amici a cena, non basterà rimpinzarli con le classiche lasagne, in quanto il loro appagamento...
Analcolici

Come preparare il latte di avena

Negli ultimi anni, con l'affermarsi e la diffusione di moltissimi tipi di alimentazione, dalla vegetariana, alla vegana e così via, sono entrati a gamba tesa, nell'elenco degli alimenti più consumati, molte alternative al classico e tradizionale latte...
Analcolici

10 consigli per preparare il caffè lungo all'americana

Come iniziare al meglio la giornata se non con una bella tazza di caffè caldo al mattino appena svegli? E bene si, il caffè è il motivo per cui ci si alza al mattino perché senza questo non si riuscirebbe ad affrontare la routine quotidiana. Oggi...
Analcolici

Come preparare il caffè all'americana

Il caffè all'americana è una bibita conosciuta in tutto il mondo, che viene consumata particolarmente negli Stati Uniti d'America, in Europa del Nord ed anche in Italia. La quasi totalità dei supermercati italiani vende ormai ogni tipo di miscela per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.