Come preparare un caffè aromatizzato al limone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sei stanco del solito caffè? Hai voglia di sorprendere i tuoi ospiti con un caffè differente eppure facilissimo da preparare? Ecco una ricetta che fa per te: caffè aromatizzato al limone. Questo accostamento può sembrare un po' bizzarro, ma il risultato è garantito! Il caffè acquisterà un leggero e piacevole aroma al limone e sarà un ottimo e originalissimo digestivo, perfetto da offrire a fine pasto. Di seguito, le nostre indicazioni su come prepararlo.

25

Occorrente

  • Caffè
  • Scorza di limone
  • Acqua minerale
  • Macchinetta per il caffè
35

La preparazione

Prima d'ogni altra cosa, sarà necessario preparare un normale caffè. Riempiamo la macchinetta con acqua minerale leggermente gassata e inseriamo nel filtro il giusto quantitativo di caffè macinato. Poniamo la macchinetta sul fuoco, utilizzando una fiamma molto bassa, requisito indispensabile per la bontà del caffè. Il caffè, infatti, per mantenere gusto e corposità dovrà essere prodotto rispettando i suoi tempi. Nel frattempo prendiamo un limone non trattato, laviamolo e rimuoviamo la scorza. Togliendo la scorza, lasciamo la parte bianca, cercando di tagliare molto in superficie. Più sottile sarà la scorza, più facile sarà aromatizzare il nostro caffè. Per un risultato ottimale, consigliamo per i limoni di qualità Amalfi, molto grandi e dalla scorza piuttosto doppia.

45

La scorza di limone

Con la scorza del limone tagliata in maniera fine, strofiniamo accuratamente per qualche minuto l' interno delle tazzine in cui serviremo il caffè. Una parte molto piccola della buccia potrà essere inserita anche nella moka mentre il caffè sarà sul fuoco. Nel frattempo, inseriamo in un bicchiere di vetro mettiamo un numero di cucchiaini di zucchero a velo pari a quante saranno le tazzine di caffè da servire, con l'aggiunta di un ulteriore cucchiaino. Si può scegliere anche lo zucchero semolato o lo zucchero di canna, ma con lo zucchero a velo il risultato sarà sicuramente migliore. Quest'ultimo è infatti più facile da sciogliere e crea un composto cremoso in pochi secondi. La ricetta che proponiamo infatti è molto semplice ma necessita di tempi veloci per permettere al caffè di essere servito ancora fumante.

Continua la lettura
55

La schiuma

Versiamo le prime gocce del caffè nel bicchiere di vetro già provvisto di zucchero a velo. Prendiamo poi un cucchiaino e una scorzetta di limone. Avendo cura di schiacciare la scorza del limone sul fondo del bicchiere per sfregarla bene, giriamo velocemente il tutto per qualche minuto finché lo zucchero non è sciolto. Questa passaggio è molto importante perché più cremoso sarà il composto, più schiumoso sarà il nostro caffè. A questo punto non resta che mettere in ogni tazzina un cucchiaino della crema ottenuta, versare il caffè ancora bollente, girare e.... Augurare buon caffè!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare il caffè napoletano

Il caffè è indubbiamente una delle bevande più amate dagli italiani. Ormai tutti i bar sono in grado di offrire ai clienti un caffè espresso davvero buono. Tuttavia si sa che la patria del caffè è Napoli. Il caffè napoletano è sicuramente tra...
Analcolici

Come preparare un caffè shakerato

Noi italiani siamo famosi in tutto il mondo per essere amanti del caffè e, infatti, lo si consuma a tutte le ore della giornata e in tanti modi diversi. Basti pensare alla classica "pausa caffè", che sta ad indicare una rapida interruzione, spesso una...
Analcolici

Come preparare il caffè verde

Il caffè verde rappresenta una valida alternativa al caffè tradizionale, anche se viene ricavato dalla medesima pianta: l'unica differenza è che i chicchi del caffè verde non hanno subito il processo di torrefazione e, quindi, non perdono le loro...
Analcolici

Come preparare il caffè parigino

Parigi è indubbiamente una splendida città e nessuno può mettere in dubbio questa convinzione. Romantica e suggestiva, è spesso meta di artisti e innamorati che si riuniscono appassionatamente attorno ai tavolini dei bistrot per assaggiare un fragrante...
Analcolici

Come preparare il tè verde al limone

Il tè verde al limone è una gustosa bibita che può essere gustata sia calda che fredda. Estremamente dissetante, questa bevanda, ha anche molti effetti benefici sull'organismo quali l'effetto disintossicante e rienergizzante. Se anche voi volete gustare...
Analcolici

Come preparare il caffè con la moka

Ecco un bell'articolo, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di capire come poter preparare il caffè con la moka, in maniera tale da poter avere un buonissimo caffè e poterlo offrire con cuore sincero, ad amici e parenti. Si sa che saper preparare...
Analcolici

Come preparare un affogato al caffè facile e veloce

Quando arriva finalmente la meravigliosa stagione estiva, la maggioranza delle persone adorano molto passare le serate in compagnia: qualora vengano invitati degli amici a cena, non basterà rimpinzarli con le classiche lasagne, in quanto il loro appagamento...
Analcolici

Come preparare il caffè all'americana

Il caffè all'americana è una bibita conosciuta in tutto il mondo, che viene consumata particolarmente negli Stati Uniti d'America, in Europa del Nord ed anche in Italia. La quasi totalità dei supermercati italiani vende ormai ogni tipo di miscela per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.