Come preparare un cocktail fruttato analcolico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Preparare un gustoso e rinfrescante cocktail fruttato analcolico è davvero molto semplice. Perfetto per rinfrescare la vostra estate, questo cocktail sarà un valido alternativo a moltissimi cocktail alcolici, che anche tutti i vostri più cari amici e colleghi sapranno apprezzare durante gli aperitivi che organizzerete. Ecco come preparare un cocktail fruttato.

25

Occorrente

  • ghiaccio
  • soda
  • succo di limone
  • succo di mora
  • more, limone e cannucce per la decorazione
35

Preparazione del cocktail

Prendete del ghiaccio e riempite il tumbler con lo stesso (oppure nel frullatore aggiungete circa 5/7 cubetti di ghiaccio). Aggiungete 2/3 di soda fredda (per il frullatore utilizzate circa 1 bicchiere e mezzo). Miscelate il tutto di modo che il ghiaccio raffreddi completamente la soda (ovviamente nel caso utilizziate il frullatore, il ghiaccio si sbriciolerà e renderà il cocktail più freddo e granuloso). Aggiungete quindi un paio di fette di limone all'interno del composto e del succo di more (circa 1/4), aggiungete infine 3/4 di succo di limone. Miscelate il tutto fino a quando gli ingredienti non si saranno completamente uniti (ovviamente se frullate evitate di aggiungere le fette di limone in questo passaggio perché il loro gusto non potrebbe essere apprezzato da tutti, aggiungete quindi le stesse quando avrete frullato il tutto per circa 1/2 minuti).

45

Decorazione del cocktail

Togliete il composto dal tumbler (o dal frullatore) e versatelo in un bicchiere abbastanza capiente. Aggiungete una decorazione fruttata sul bicchiere. Essa potrà essere formata in due modi: il primo prevede l'inserimento della frutta direttamente sui bordi del bicchiere; il secondo la creazione di un piccolo spiedino di frutta sfruttando un semplice stuzzicadenti. Aggiungete quindi un paio di cannucce (solitamente di colore nero e acquistabili in qualsiasi supermercato ben fornito). Servite immediatamente (per evitare che il ghiaccio si sciolga eccessivamente) il vostro meraviglioso cocktail analcolico fruttato.

Continua la lettura
55

Alternativa alla ricetta originale

In alternativa per preparare un cocktail fruttato analcolico, prendete la frutta che desiderate (ad esempio: banane, mele, pere ananas, ecc.) tagliatela a fette piuttosto grosse e ponetela in un calice grande. Prendete un succo di frutta che richiami il gusto della frutta scelta, ad esempio, se il cocktail è realizzato con frutti tropicali, sarà indicato impiegare un succo di frutta all'ananas oppure all'ace; se invece, il cocktail di frutta sarà ai frutti rossi, è indicato impiegare un succo di frutta al mirtillo oppure alla fragola. Miscelate il succo e la frutta insieme con un frullatore ad immersione, aggiungete dei cubetti di ghiaccio e assaporatelo 5 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Cocktail esotico: analcolico al passion fruit

Cocktail Cool Passion sarebbe il suo nome e si tratta di una fresca e analcolica bevanda che farà un figurone ai nostri party e piacerà molto ai nostri ospiti. In genere conosciamo i cocktail alcolici, ma vi assicuro che nelle nostre feste estive questo...
Analcolici

Ricetta: Cocktail analcolico arance e fragole

I cocktail sono la chiave dell'intrattenimento ai giorni d'oggi, che sia ad un bar o semplicemente a casa. Non tutti però sono amanti delle bevante alcoliche. Che fare? Nessun problema, qui abbiamo una ricetta adatta a voi! Vi proponiamo un gustosissimo...
Analcolici

Cocktail analcolico di mango e kiwi

I cocktail analcolici sono consigliati per un drink di benvenuto prima di una cena. Essi infatti si adattano anche alle esigenze di chi non beve alcolici. Le bevande a base di frutta sono ideali anche se si organizza una festa per i bambini. Questi drink...
Analcolici

Come preparare un analcolico alla frutta

In questa guida vedremo come preparare un delizioso cocktail alla frutta. Per svariati motivi, sempre più di frequente incontriamo chi predilige un cocktail analcolico ad una bevanda alcolica. I motivi possono essere vari: non si è raggiunta la maggiore...
Analcolici

Come preparare un analcolico a base di agrumi

L'etimologia della parola cocktail non è ben chiara, ma oggi più che un tempo è ormai risaputo che questo termine è molto utilizzato tanto dai giovani quanto dai meno giovani. È sempre più in voga, l'uso di bere un cocktail in discoteca, nel dopo...
Analcolici

Come preparare un aperitivo analcolico

Un buon aperitivo è sempre ben accetto prima di qualsiasi cena formale o informale che sia. Se avete invitato i vostri amici a cena, ma non volete offrirgli un aperitivo alcolico, magari perché non gradito o perché i vostri ospiti sono astemi, ci sarebbe...
Analcolici

Come preparare un daiquiri analcolico

Si dice che nel 1898 durante la guerra tra Stati Uniti e Spagna un marine, sbarcando in un villaggio nei pressi di Santiago di Cuba e più precisamente a Daiquiri, chiese da bere agli abitanti del luogo. Questi gli offrirono del rum, ma avendo lui troppa...
Analcolici

Come preparare un mojito analcolico

Freschissimo, dissetante e inimitabile! È il mojito, la deliziosa bevanda alcolica cubana amatissima anche dallo scrittore Ernest Hemingwai. Nella versione originale, nel mojito non può di certo mancare una buona dose di rum. Eppure, per renderlo accessibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.