Come preparare un dolce tipico casertano: La pigna

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per acquisire una buona manualità ai fornelli, è assolutamente necessario frequentare l'istituto alberghiero. Conseguito il diploma di scuola media superiore, viene consigliato di fare gavetta nei ristoranti o seguire almeno un importante corso di cucina. Tutto questo consente di imparare a preparare qualunque alimento e specializzarsi in determinate ricette culinarie. Ad esempio molte persone scelgono di realizzare esclusivamente i dessert, magari aprendosi una pasticceria e/o gelateria. Ciascuna Regione d'Italia possiede il suo dolce tipico, che varia in funzione del territorio locale. Per quanto riguarda la Campania, nel casertano si prepara la famosa Pigna soprattutto durante la festività di Pasqua. Recentemente tale prodotto dolciario ha subito una revisione, divenendo più semplice da fare. All'interno del presente tutorial di cucina vediamo però come avere la ricetta originale della Pigna. Questo dolce tipico casertano si caratterizza per un sapore particolare e davvero eccezionale per le grandi occasioni. La sua preparazione richiede una sufficiente abilità in cucina. Per avere un buon risultato finale, basterà comunque seguire le istruzioni riportate nei passaggi successivi. Buona lettura!

27

Occorrente

  • 4 g di lievito di birra
  • 130 ml di acqua
  • 665 g di farina 00
  • 85 g di lievito madre
  • 4 uova
  • 265 g di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 6 g di semi d'anice
  • 100 g di canditi misti
  • Olio di semi (3/4 di bicchiere)
  • Succo di limone (a piacimento)
  • 80 g di zucchero a velo
  • Codette colorate (q.b.)
37

Far lievitare un impasto di farina 00, lievito di birra e lievito madre

Innanzitutto posizionare a fontana 165 g di farina 00 sopra il piano da lavoro. Questa dovrà venire impastata con il lievito di birra disciolto nell'acqua tiepida ed il lievito madre. Amalgamare benissimo i tre ingredienti, adoperando soltanto le mani. Terminare di impastare quando si ricaverà un composto liscio totalmente uniforme. Qualora si notasse l'eventuale presenza delle screziature di un marrone più scuro, vuol dire che bisogna lavorare ancora l'impasto. Posizionare il tutto in una ciotola e farlo lievitare per 8 ore, ricoprendolo tramite uno strofinaccio umido. In questa maniera, il volume del composto si triplicherà. Dopodiché collocare a fontana altri 500 g di farina 00 sul piano da lavoro. Questa volta si dovrà impastarla con tre uova intere, lo zucchero semolato, la cannella in polvere, i semi di anice, i candidi misti e l'olio di semi.

47

Far lievitare un composto a base di farina 00 e uova, prima di cuocere il dolce

Gli ingredienti contenuti nel secondo impasto da preparare vanno lavorati manualmente, per amalgamarli in modo ottimale. Proseguire mettendo il composto ricavato all'interno di una ciotola ricoperta tramite un panno. Dopodiché farlo lievitare per circa 60 minuti. Trascorso questo periodo temporale, formare una grande palla e collocarla dentro uno stampo in alluminio. Quest'ultimo andrà prima imburrato ed infarinato. La fase di lievitazione completa richiede almeno ulteriori 24 ore, sebbene venga consigliato un giorno e mezzo. A questo punto l'impasto avrà raggiunto il bordo dello stampino adoperato, raddoppiando il proprio volume. Non rimane che afferrare la Pigna di Pasqua, infornarla ad una temperatura di 180°C e cuocerla per 45-50 minuti. Vediamo ora le ultime azioni da compiere nella preparazione di questo dolce tipico casertano.

Continua la lettura
57

Raffreddare il dolce e guarnirlo prima di servire

La verifica del grado di cottura della Pigna di Pasqua potrà avvenire tramite la classica prova dello stecchino. Inserendolo centralmente alla pasta esce totalmente asciutto? L'impasto risulta ben cotto, quindi è possibile spegnere il forno. Dopodiché far riposare il dolce tipico casertano per circa 60 minuti, affinché si raffreddi. Una volta diventato fredda, rimuoverlo dallo stampo in alluminio e provvedere alla decorazione. Preparare dunque la glassa, montando a neve un albume con una goccia di succo al limone. Aggiungere progressivamente lo zucchero a velo setacciato e proseguire la mescolatura finché gli ingredienti non si amalgamano bene. La glassa risulta adesso pronta, quindi distribuirla sulla vetta della Pigna di Pasqua. Come ulteriore guarnizione è possibile adoperare delle codette colorate. Ecco pertanto spiegato dettagliatamente il procedimento di media complessità da rispettare per avere un dolce squisito. Buona degustazione insieme ad amici e/o parenti!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando la glassa al limone sarà pronta, distribuirla sulla cima della Pigna e decorarla ulteriormente tramite le codette colorate.
  • Si potranno benissimo impiegare anche gli stampi monouso per panettone.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il dolce di San Martino

In Italia, le feste tradizionali sono numerose e spesso legate alle singole regioni o città. Quella di San Martino è una festa tipica di Venezia: l'undici novembre i bambini girano per le calli della città armati di coperchi e pentole per chiedere...
Dolci

Come preparare il migliaccio dolce con gli spaghetti

La cucina italiana viene invidiata da tutto il mondo, grazie alla propria varietà di sapori. Dagli antipasti fino ai dolci esistono svariate ricette culinarie provenienti da qualsiasi angolo del nostro Paese. Un piatto comune a tutte le Regioni italiane...
Dolci

Come preparare un dolce senza farina e uova

Siamo ben felici di proporre una guida, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come e cosa fare per preparare con gusto e stile, un buonissimo dolce che sia senza farina ed anche senza uova. Proveremo insieme a preparare un dolce fuori...
Dolci

Come preparare il dolce soffice di prugne in terrina

Il dolce soffice di prugne in terrina è un perfetto dessert da servire a fine pasto magari accompagnandolo con una crema inglese o con panna montata. È molto semplice da preparare e, per ottenere un eccellente risultato finale, è necessario scegliere...
Dolci

Come preparare un dolce dell'ultimo minuto

Se stiamo aspettando degli ospiti a cena e ci accorgiamo che manca il dolce, nulla è meglio del preparare un dolce semplice e soprattutto veloce che possa stupire i nostri ospiti. Per preparare il dolce dell'ultiimo minuto, il suggerimento è comunque...
Dolci

Come preparare una torta dolce di zucchine

Le zucchine sono ortaggi dal sapore neutro e perciò adatte a numerose preparazioni. Consumate normalmente come contorno o ripieno di paste e primi piatti, si possono utilizzare anche per preparare dei dolci. Proprio come le carote, anche le zucchine...
Dolci

Come preparare il sandwich dolce con crema cheesecake e fragole

Ci sono dolci che una volta finiti appaiono davvero particolari! Il loro aspetto prende forma dalla preparazione studiata da un'attenta elaborazione. Tanto è vero, che ingannano per la loro combinazione. Uno dei tanti è il sandwich dolce con crema cheesecake...
Dolci

Come preparare un dolce di mascarpone e cioccolato

Preparare un dolce veloce e gustoso se si attendono degli ospiti o se si vuole semplicemente stupire la propria famiglia è davvero semplice. Con pochi ingredienti e molta fantasia si può creare un dolce al mascarpone e cioccolato davvero unico, che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.