Come preparare un gin lemon

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il Gin Lemon è il nome di una squisita bevanda alcolica a base di bacche di ginepro. Inventato in Olanda nella prima metà del '600, divenne ben presto apprezzato in tutto il mondo, tanto che era usato come salario per gli operai inglesi. La tradizione del Gin Lemon ha subito diverse mutazione nel corso degli anni, fino ad arrivare ad oggi, molto più dolce rispetto alla versione originale. Oggigiorno viene usato principalmente per farne cocktail. Il Gin Lemon originale prevedeva l'utilizzo di frumento, orzo e grano, oltre che delle bacche di ginepro. Oggi invece viene preparato diluendo il Gin con bevande gassate. In questa guida vi spiegheremo come preparare un Gin Lemon, in modo da permettere anche ai meno esperti di riuscirne a farne uno di buona qualità.

27

Occorrente

  • Gin
  • Lemon soda
  • Ghiaccio
  • Zucchero
  • Fette di limone
37

Acquistare gli attrezzi giusti

Quando preparate un Gin Lemon, oltre che gli ingredienti giusti, dovete assicurarvi di avere anche gli attrezzi giusti. La concezione moderna di Gin Lemon lo associa a quelli che comunemente vengono definiti "long drink", ovvero drink diluiti con bevande gassate. Vi occorrerà quindi un bicchiere apposito, detto Highball o Tumber Medio. È un bicchiere particolare, adatto proprio a questi tipi di cocktail e presenta delle pareti in vetro sottili e un fondo di circa 2 cm. Ha sezione conica ed è indicato per mescolare al suo interno diversi liquidi in modo da farli amalgamare per bene.

47

Versare i liquori

Pronto il bicchiere potete iniziare la preparazione del Gin Lemon. Nell’apposito Highball dovete versare, per 1/4 della grandezza del bicchiere, il Gin, mentre per i restanti 3/4 la bibita al limone, scegliendo tra una Lemon soda o una Schweppes Lemon. Agitate accuratamente i due ingredienti, cosicché si uniscano magistralmente. Se necessario, aiutatevi con un cucchiaio lungo o una cannuccia. Infine decorate con degli spicchi di lime o limone, a seconda dei gusti personali e, se risulta troppo forte, provate ad aggiungere qualche cucchiaino di zucchero di canna, che addolcisce il sapore del Gin.

Continua la lettura
57

Servire il cocktail con il ghiaccio

In aggiunta ai classici ingredienti, potete arricchire il vostro Gin Lemon con dei cubetti di ghiaccio. Se non volete preparare un cocktail individuale, potete metterlo in una caraffa e, utilizzando un mestolo, versarlo nei bicchieri dei commensali. E’ sempre meglio offrirlo con dei leggeri spuntini, che accompagnino l’assunzione dell’alcool, così da evitare effetti indesiderati. Può essere offerto sia come aperitivo che come dopo pasto, evitate però di assumerlo nelle ore calde della giornata!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate sempre un uso moderato e consapevole dell'alcool e degli alcolici in genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare un Gin Tonic

Quando arriva la stagione estiva non c'è niente di meglio che godersi un delizioso cocktail in compagnia per rinfrescarsi dal caldo afoso. Ne esistono al giorno d'oggi tantissimi tipi, ognuno dei quali ha il proprio sapore e i propri specifici ingredienti....
Vino e Alcolici

Come preparare un Gin Fizz

In tutti i cocktail in cui compare la parola “Fizz”, vi è un ingrediente base che li accomuna. Essi infatti vengono miscelati con la soda, che dona alla bevanda un gusto dolciastro è leggermente frizzante. Se avete voglia di preparare una bevanda...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di gin

Il gin è ormai noto in tutto il mondo come ingrediente fondamentale di molti cocktail famosi. Sebbene sia nato in Inghilterra, il successo dello gin risiede in Olanda, infatti è in queste regioni che è stato usato per la prima volta come aromatizzatore...
Vino e Alcolici

10 cocktail alcolici

Nell'organizzazione di una festa tra amici sarebbe utile, qualora non si volesse ingaggiare un barman, conoscere la preparazione di vari cocktail. Cosi da poter anche reperire ed eventualmente comprare tutti gli ingredienti giusti. Vediamo, quindi, 10...
Vino e Alcolici

Come preparare l'angelo azzurro

L'angelo azzurro è un drink molto in voga in locali e discoteche, piuttosto forte e per questo estremamente apprezzato dai giovani. Il distillato principale utilizzato per la preparazione di questo cocktail è, infatti, il gin, il cui sapore risulta...
Vino e Alcolici

Come preparare un "Negroni Sbagliato"

Propongo un cocktail leggero, come preparare un " Negroni Sbagliato" diverso dal solito Negroni che siamo abituati a bere. Per chi non è amante di forti gusti come il gin che è appunto contenuto nel Negroni classico, qui aggiungeremo dello spumante....
Vino e Alcolici

Come preparare un cocktail Negroni

Il Negroni è un cocktail che col passar del tempo è diventato un drink classico da bere come digestivo. I suoi componenti sono: Vermouth Rosso; Gin e Bitter Campari. Il Negroni nasce in Italia, nel Bar di Fosco Scarselli a Firenze; il primo a richiederlo...
Vino e Alcolici

Come preparare il Negroni

Il Negroni è un cocktail di colore rosso intenso. Questa varietà nasce quasi per caso. Il conte Camillo Negroni, stufo di ordinare il solito Americano all'ora dell'aperitivo, chiese al barista di aggiungerci un po' di selz. L'idea fu magnifica ed il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.