Come preparare un Gin Tonic

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Come preparare un Gin Tonic

Quando arriva la stagione estiva non c'è niente di meglio che godersi un delizioso cocktail in compagnia per rinfrescarsi dal caldo afoso. Ne esistono al giorno d'oggi tantissimi tipi, ognuno dei quali ha il proprio sapore e i propri specifici ingredienti. Tra i cocktail più famosi e richiesti vi è senza dubbio il Gin Tonic, che trae le sue origini in Inghilterra. Questa bevanda è caratterizzata da un gusto piuttosto particolare, che riesce ad accontentare il palato di tantissime persone. Inoltre il Gin Tonic è molto semplice da preparare e non richiede molto tempo nella realizzazione. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter preparare correttamente questo cocktail.

26

Occorrente

  • 4/10 di Gin
  • 6/10 di acqua tonica
  • 1 fetta di limone
  • 5 cubetti di ghiaccio
36

Versare gli ingredienti

Come prima cosa prendete un bicchiere a collo alto, ideale per i long drink, e riempitelo accuratamente con almeno cinque cubetti di ghiaccio. Versate successivamente il gin e l'acqua tonica con la seguente proporzione: 4/10 di gin e 6/10 di acqua tonica. L'ideale come quantità sarebbe attorno ai 70 ml, essa infatti risulta essere la giusta miscela. Tuttavia nulla vi vieta di variare le quantità a piacimento, tenendo però conto che questo potrebbe influire sul gusto originale del drink classico. State attenti a non fare traboccare il contenuto del bicchiere.

46

Mescolare

Conseguentemente mescolate il tutto per miscelarlo ottimamente con un cucchiaino dall'impugnatura lunga (detto bar spoon). Aggiungete a questo punto la fetta di limone oppure di lime. C'è chi la preferisce sul lato del bicchiere incastrandola nel bordo e chi la preferisce immersa nel cocktail per dare un po' di sapore. Sta a voi scegliere come preferite fare. Se vi è avanzata un po' di acqua tonica tenetela da parte di modo da poterla versare dopo qualche sorso al vostro cocktail.

Continua la lettura
56

Aggiungere il sale

In alternativa potete chiaramente inserire sul bordo della bibita uno strato di sale, che renderà il sapore del vostro Gin Tonic più deciso ed intenso. Ricordatevi comunque che, tenendo come ingrediente principale il Gin, è possibile preparare anche altre gustose varianti quali il Gin fizz, ottenuto sostituendo all'acqua tonica la soda, oppure mantenendo l'acqua tonica potete sostituire il gin con la vodka. Inoltre tenete bene a mente che questo tipo di cocktail va bevuto sempre estremamente ghiacciato altrimenti ne risentirebbe sensibilmente il sapore. Bevete il vostro amato long drink in compagnia e vedrete che sarà ancora più delizioso!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare un gin lemon

Il Gin Lemon è il nome di una squisita bevanda alcolica a base di bacche di ginepro. Inventato in Olanda nella prima metà del '600, divenne ben presto apprezzato in tutto il mondo, tanto che era usato come salario per gli operai inglesi. La tradizione...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di gin

Il gin è ormai noto in tutto il mondo come ingrediente fondamentale di molti cocktail famosi. Sebbene sia nato in Inghilterra, il successo dello gin risiede in Olanda, infatti è in queste regioni che è stato usato per la prima volta come aromatizzatore...
Vino e Alcolici

5 idee per cocktail primaverili

Con la primavera e le belle giornate sale la voglia di aperitivo. Una bevuta fra amici quando c'è ancora il sole, magari seduti in piazza a fare due chiacchiere dopo una giornata faticosa è ciò che ci vuole per riprendere un po' di energia. Con l'aria...
Vino e Alcolici

10 cocktail alcolici

Nell'organizzazione di una festa tra amici sarebbe utile, qualora non si volesse ingaggiare un barman, conoscere la preparazione di vari cocktail. Cosi da poter anche reperire ed eventualmente comprare tutti gli ingredienti giusti. Vediamo, quindi, 10...
Vino e Alcolici

Come preparare un "Negroni Sbagliato"

Propongo un cocktail leggero, come preparare un " Negroni Sbagliato" diverso dal solito Negroni che siamo abituati a bere. Per chi non è amante di forti gusti come il gin che è appunto contenuto nel Negroni classico, qui aggiungeremo dello spumante....
Vino e Alcolici

Come preparare un cocktail Negroni

Il Negroni è un cocktail che col passar del tempo è diventato un drink classico da bere come digestivo. I suoi componenti sono: Vermouth Rosso; Gin e Bitter Campari. Il Negroni nasce in Italia, nel Bar di Fosco Scarselli a Firenze; il primo a richiederlo...
Vino e Alcolici

Come preparare il rebujito

Con l'arrivo dell'estate e del caldo afoso tutti siamo alla ricerca di qualcosa di fresco e dissetante per il nostro corpo soprattutto quando usciamo per un aperitivo o per una serata fra amici. Molto spesso cerchiamo la giusta soluzione fra un cocktail...
Vino e Alcolici

Come preparare e servire un Martini

Il Martini, è uno dei cocktail più famosi e popolari in tutto il mondo. Esso viene consumato solitamente come aperitivo e viene servito generalmente assieme a nocciolie, patatine o pop corn a seconda dei gusti. Esistono diverse versioni di questo cocktail,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.