Come preparare un Haiti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti coloro che amano i cocktail sicuramente ogni volta che avrete degli ospiti avrete intenzione di stupirli con un drink differente. Se siete privi di fantasia, allora siete nel posto giusto! All'interno di questa guida vi illustreremo come preparare un Haiti. Trattasi di un cocktail molto utilizzato con un gusto deciso ma allo stesso tempo molto deciso. La sua preparazione è immediata e sembra perfetto per combattere il clima caldo e umido della sua omonima isola: è, infatti, un drink estremamente dissetante! Provare per credere!

26

Occorrente

  • Rum
  • Succo di pesca
  • Cubetti di ghiaccio
  • Doppia coppa Martini
  • Shaker
36

Gli ingredienti da utilizzare

Per poter realizzare il cocktail Haiti gli ingredienti fondamentali sono due ossia: il succo di pesca e il rum bianco. Inoltre a questi vanno uniti alcuni cubetti di ghiaccio per rendere la bevanda fresca e dissetante e una bella ciliegia per decorare il cocktail al momento di servirlo. Il tempo di realizzazione è davvero poco, infatti sono necessari solo alcuni minuti. La coppa ideale per servirlo è una coppa Martini, ovvero la coppetta da cocktail che presenta la parte conica più alta e l'angolo più acuto rispetto a quella classica.

46

Qual'è la peculiarità

La primissima cosa che dovrete fare è refrigerare le coppe (quelle che solitamente servono per servire il Martini, che sono maggiormente consigliate in questo caso). Vanno quindi poste all'interno del frigorifero o nel freezer (in questo caso per un tempo minore) e lasciate raffreddare per qualche minuto. In questo modo esalteremo la peculiarità principale di questo cocktail: dissetare!

Continua la lettura
56

Realizzazione del cocktail

Una volta terminato il tempo per raffreddare le coppe, versate il rum bianco (3/4) e il succo di pesca per (1/4) nello shaker. Ovviamente se non ne siete capaci, vi basterà agitare dolcemente aggiungendo quattro cubetti di ghiaccio ed il cocktail è fatto, senza utilizzare tutte quelle acrobazie da barman! Che poi in realtà servono a ben poco, visto è considerato che è il sapore che conta più di tutto!

66

Conclusione del cocktail

Versate il tutto nella coppa refrigerata. Adagiate una ciliegia sul bicchiere per decorare accuratamente il vostro cocktail. A questo punto sarà pronto per essere servito e gustato dai vostri ospiti, che lo gradiranno senza ombra di dubbio. Ma è bene sapere delle nozioni base in caso qualcuno ve le chiedesse. Innanzi tutto, il nome deriva dall'omonima nazione dell'America situata nel Mar dei Caraibi. Il motivo? Semplice: la maggior parte della produzione di rum avviene proprio nei Caraibi e nell'America Latina. La bevanda alcolica è a base di canna da zucchero o del suo succo. Ovviamente subisce un processo di fermentazione e distillazione. Una volta raccontato tutto ciò, di sicuro farete un'ottima figura!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare un fruit cup

Il cocktail Fruit Cup ha un gusto molto dolce e intenso. La frutta rende il cocktail un ottimo misto di gusti tropicali e cosa c'è di meglio per trascorrere una gradevole pausa per una serata insieme agli amici? Con questa semplice ricetta, puoi preparare...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla mela

Ideale da gustare a fine pasto, come rinfrescante digestivo o anche prima del pasto come aperitivo ghiacciato, il liquore alla mela non è particolarmente difficile da preparare. Il gusto delicato ma non invadente della mela lo rende anche perfetto per...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Oltre che per ricavare la farina, le carrube si possono impiegare anche per preparare un liquore. Il liquore di carrube è un ottimo digestivo ed è l'ideale per accompagnare un dessert di fine pasto. Se servito freddo, il liquore è anche un piacevole...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla panna e fragole

Per concludere un buon pranzo o una buona cena, generalmente si offre ai propri ospiti un buon liquore che aiuta la digestione delle pietanze appena consumate. Esistono moltissimi tipi di liquori e generalmente in questi casi preferiamo acquistarli già...
Vino e Alcolici

Come preparare un long island ice tea

Con questa guida impareremo come preparare il Long Island Iced Tea (noto anche come Long Island Ice Tea), uno dei cocktail più bevuti al mondo. Nello specifico, si tratta di un long drink ottenuto miscelando più distillati: la sua gradazione alcolica...
Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Mint Julep

Il Mint Julep è un cocktail molto semplice e veloce da preparare, traducibile in Italiano come "giulebbo alla menta", sebbene ben poco conosciuto con tale nome. Si tratta di una bevanda molto dolce e fresca dal delicato aroma di menta e il forte impatto...
Vino e Alcolici

Come preparare una Piña Colada

Nell'articolo seguente, vi mostreremo brevemente come preparare una Piña Colada. Si tratta di un long drink dal gusto estasiante, da assaggiare insieme ad amici e parenti. Disseta in maniera ideale durante le serate estive, ma va bene per tutto l'anno....
Vino e Alcolici

Come preparare il tè alla cannella

La cannella è una spezia famosa ed utilizzata in tutto il mondo in una miriade di ricette, dagli antipasti fino al dolce. Essa è conosciuta per il suo profumo unico, ma pochi sanno che è capace di abbassare, in modo naturale, la glicemia (ovvero i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.