Come preparare un lucky

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando si dice "cocktail" si pensa subito a qualcosa di molto alcolico e peccaminoso. Ma i cocktail possono essere anche analcolici e altrettanto gradevoli e gustosi. Ci sono infatti tantissime persone astemie, che non bevono alcolici o per scelta o per problemi legati alla salute. Non devono comunque necessariamente privarsi del piacere di un aperitivo con gli amici, o di un party divertente, per questo motivo. I cocktail analcolici offrono infatti la stessa piacevolezza di quelli a base di bevande alcoliche ed esistono moltissime ricette che sono state messe a punto nel corso del tempo dai migliori barman. Oggi scopriamo come preparare un lucky.

26

Occorrente

  • 50% succo di pompelmo
  • 50% succo di mandarino
  • un cucchiaio di sciroppo di ribes
  • cubetti di ghiaccio (1/3)
36

La preparazione

Il termine lucky in inglese vuol dire "fortunato": ed è davvero fortunato chi può assaporare questo fresco e gradevole cocktail che può essere apprezzato anche da chi non è astemio, perché ha un sapore dolciastro che ben si sposa con molti cibi, sia dolci che salati, ed è molto dissetante. Il lucky è infatti interamente a base di frutta: si prepara con succo di pompelmo, succo di mandarino e sciroppo di ribes. Per prepararlo ti serve uno shaker, che devi riempire per un terzo con cubetti di ghiaccio. Poi metti una metà di succo di pompelmo e una metà di succo di mandarino. Infine aggiungi un cucchiaio di sciroppo di ribes.

46

La realizzazione

Adesso devi lavorare di braccia: chiudi lo shaker e scuotilo vigorosamente per alcuni minuti, in modo che gli ingredienti si amalgamino tra di loro. Poi fermati per qualche secondo, riposa le braccia, e riprendi lo scuotimento, ma stavolta in modo più leggero. Il cocktail è pronto! Non ti resta che versarlo nei bicchieri: quello più adatto per il lucky è una coppa grande, da riempire per tre quarti. Per guarnire usa delle fettine di limone da mettere sul bordo del bicchiere, e puoi anche tuffare nella bibita qualche ciliegina candita, senza esagerare.

Continua la lettura
56

Gli abbinamenti

Il lucky è un cocktail tipicamente estivo, che ben si presta ad un buffet all'aperto o ad un aperitivo in giardino. Può essere servito tanto nelle situazioni informali, per questo lo puoi preparare in casa quando invii i tuoi amici, ma anche in quelle più importanti, ad esempio all'aperitivo di un matrimonio o di un pranzo di gala. Si abbina in modo particolare con appetizer leggeri e sfiziosi, ad esempio involtini di bresaola, rucola e robiola, o vol-au-vent ripieni di salmone ed erbette, ma anche con dolcetti alla crema e alla frutta. Siccome è completamente analcolico può essere servito anche ai bambini che lo apprezzeranno di sicuro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare un aperitivo alla pesca

In quest' articolo andremo a parlare di drink. Nello specifico andremo a vedere come preparare un gustoso aperitivo alla pesca. Con questa guida impareremo a preparare un delizioso aperitivo alla pesca, sia in versione alcolica che analcolica, per soddisfare...
Analcolici

Come preparare un cool passion

La parola cocktail è di origine inglese e significa coda di gallo. Ma, non si conosce ben l'attinenza di questo termine. L'unica associazione si può fare ai colori. Infatti, come vengono mescolati tra loro le piume multicolori della coda del gallo,...
Analcolici

Come preparare una tisana al basilico

Al giorno d'oggi le tisane rappresentano sicuramente una delle bevande maggiormente salutari, motivo per cui sono molto diffuse ed apprezzate. Esse, infatti, aiutano a depurare l'organismo, ad eliminare i liquidi in eccesso e le tossine. Ma oltre a tutto...
Analcolici

Come preparare il latte di avena

Negli ultimi anni, con l'affermarsi e la diffusione di moltissimi tipi di alimentazione, dalla vegetariana, alla vegana e così via, sono entrati a gamba tesa, nell'elenco degli alimenti più consumati, molte alternative al classico e tradizionale latte...
Analcolici

Come preparare un cocktail all'ananas

Se avete organizzato una festa oppure un rinfresco a casa è probabile che abbiate voglia di divertirvi un po’ all'angolo bar preparando deliziosi cocktail. Non preoccupatevi se non siete troppo esperti nelle preparazioni, le ricette di questa guida...
Analcolici

Come preparare il chai indiano

Il chai indiano, è un tè aromatizzato con varie spezie e addolcito con latte e zucchero. La miscela di spezie utilizzata, viene chiamata masala. Questo infuso viene preparato in tutta l'India, tanto da poter essere considerato come la bevanda nazionale...
Analcolici

Come preparare lo sciroppo di rose

Tra i fiori più profumati e più belli da poter tenere in casa o da tenere in giardino, vi sono sicuramente le rose. Le rose sono dei fiori davvero splendidi dai colori vivaci e dall'aspetto delicato e sofisticato. Oltre a poter tenere in casa dei fiori...
Analcolici

Come preparare il cocktail aperitivo Bicicletta

Il cocktail aperitivo Bicicletta è famoso ovunque in Italia, ma anche in altri paesi. Dicono che chi lo beveva, non riusciva più a tornare a casa sulla propria bicicletta. Il fatto era dovuto forse dalla sua bontà, in quanto molto fresco e gradevole....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.