Come preparare un olio piccante da condimento

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'olio d'oliva è uno dei condimenti tipici della cucina mediterranea. È' possibile prepararlo in casa utilizzando diverse varianti aromatizzate, ma è senz'altro l'olio piccante la più gettonata tra queste. L'unione di due prodotti di qualità così tipici della nostra cucina dà vita ad un ottimo condimento per sughi, bruschette, primi piatti e per tantissime altre pietanze. All'interno di questa guida, passo dopo passo, vi spiegherò come preparare un olio piccante da utilizzare come condimento.

26

Occorrente

  • peperoncini
  • olio extravergine d'oliva
  • mezzo spicchio d'aglio
  • vasetto
36

Lasciare essiccare i peperoncini

Innanzitutto, lasciate essiccare al sole 5 o 10 peperoncini, in base a quanto desiderate che sia piccante il vostro olio. Quando questi ultimi si saranno completamente essiccati, tagliateli in piccole rondelline con un coltello da cucina, conservando sia la buccia che i semini. In alternativa, potrete utilizzare lo stesso procedimento anche per i peperoncini freschi ma, in questo caso, il prodotto durerà di meno. In una bottiglia o un vasetto ben pulito e sigillato, versate la buccia ed i semini dei peperoncini che avete dapprima preparato, alternandoli a delle piccole pietre appiattite: facendo pressione sui peperoncini, essi riusciranno a far fuori uscire la parte piccante, in modo che questa si amalgami alla perfezione con mezzo litro di ottimo olio extravergine d'oliva.

46

Lasciare riposare l'olio

Successivamente, aggiungetelo facendo attenzione che i peperoncini non sporgano al di fuori della superficie dell'olio, il che potrebbe compromettere la durata del vostro prodotto. In questo caso, potrete aggiungere a vostro piacimento anche mezzo spicchio d'aglio fatto a pezzetti. Lasciate macerare l'olio per un mese e mezzo in un luogo fresco e asciutto, lontano da luce e calore. Mentre il prodotto è a riposo, non dimenticate di agitare il barattolo ogni 3-4 giorni. Alla fine del periodo di attesa, otterrete un ottimo olio piccante che potrete già utilizzare come condimento, a meno che non desideriate filtrarlo eliminando le bucce ed i semini che, ormai, avranno già rilasciato il loro aroma.

Continua la lettura
56

Filtrare l'olio

Per filtrare l'olio, servitevi di un panno da cucina ben pulito, un nuovo vasetto ed un imbuto. Una volta filtrato tutto il contenuto, strizzate accuratamente le ultime gocce di olio dal panno da cucina, ricordando di lavare subito le mani per evitare brutte sorprese. Adesso che l'olio è pronto, potete decidere di aggiungere nel vasetto (sia per bellezza, sia per dare un tocco di sapore in più) un rametto di rosmarino, di menta oppure qualche fogliolina di alloro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: tofu in salsa piccante

Il tofu è un formaggio privo di colesterolo, povero di grassi, ma molto ricco di proteine largamente usato nella cucina orientale. Si tratta del prodotto ricavato cagliando il latte di soia e successivamente pressandolo in blocchi; infatti solitamente...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura di polpo e salsa piccante

Se per deliziare il palato dei vostri familiari o di eventuali ospiti che avete invitato a cena, intendete preparare qualche ricetta particolare e nel contempo gustosa, allora vi conviene optare per una tempura di polpo e salsa piccante. Si tratta di...
Cucina Etnica

Come preparare la tirokafteri

La tirokafteri o "salsa che brucia", è un piatto tipico della tradizione greca, che viene spesso servito come piacevole antipasto sfizioso da abbinare a delle croccanti fette di pane tostato. Nella cucina greca, vengono utilizzati degli ingredienti leggermente...
Cucina Etnica

Come preparare i tacos di pollo

Se intendiamo preparare un prelibato secondo piatto, o se preferiamo chiamarlo stuzzichino, possiamo cimentarci nell'elaborazione dei tacos di pollo; infatti, se vi piace la cucina messicana, non c'è molto altro da dire, poiché è nota che è davvero...
Cucina Etnica

Ricetta: noodles in salsa agrodolce

I noodles sono un primo piatto tipico dei paesi dell'Oriente, molti simili come forma ai nostri spaghetti ma soltanto leggermente più doppi. La caratteristica è che durante la fase di cottura rimangono immersi in un brodo con dell'acqua, mentre il condimento...
Cucina Etnica

Come preparare un'insalata di alghe

Nel regime alimentare vegan sono persino considerate la miglior risorsa di minerali (la tradizione orientale ci insegna che con le alghe si possono preparare zuppe, sushi ma anche ottime insalate). Nei passi di seguito vedremo come preparare un'insalata...
Cucina Etnica

Come preparare le tortillas

Le tortillas sono il simbolo della cucina messicana, un po' come lo è il pane per noi italiani. Esse sono delle sfogliette molto sottili fatte con la farina di granoturco (simili alle nostre piadine), che vengono cotte su una piastra. Le tortillas sono,...
Cucina Etnica

Ricetta: falafel di lenticchie

Ci sarà sicuramente capitato almeno una volta, di voler invitare degli amici o dei parenti per un pranzo o una cena e di voler preparare qualcosa di veramente particolare e diversa dal solito. In questa guida, in particolare, vedremo come preparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.