Come preparare un perfetto panadel valtellinese alle mele

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Avete voglia di gustare qualcosa di sfizioso da poter preparare in pochi minuti? Ecco a voi il goloso panadel valtellinese alle mele. Si tratta di un dolce tradizionale della Valtellina che viene cucinato in padella. Contiene solo ingredienti genuini ed è perfetto per le merende dei vostri bambini così come dessert alla fine di una cena o un pranzo organizzati in famiglia. Assicuratevi di avere tutti gli ingredienti nelle quantità indicate e mettetevi subito al lavoro. Leggendo la guida riportata a seguire, non vi risulterà difficile comprendere come preparare un perfetto panadel valtellinese alle mele.

25

Occorrente

  • 4 uova
  • una mela grande
  • 60 g di farina
  • 140 g di latte
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • un limone non trattato
  • cannella
  • sale
35

Prendete le uova e rompetele in una terrina, aggiungete lo zucchero semolato, poca cannella e un pizzico di sale poi sbattetele rapidamente con una frusta.
Incorporate poco a poco la farina e lavorate il composto fino a ottenere un impasto liscio e non troppo fluido. Versateci dentro il latte a filo senza mai smettere di mescolare e poi aggiungete la scorza del limone finemente grattugiata.

45

Sbucciate la mela e tagliatela a fettine molto sottili adoperando una mandolina oppure, in alternativa, un coltello ben affilato. Per ottenere un perfetto panadel valtellinese, scegliete una mela renetta molto grande. Se presso il vostro il vostro fruttivendolo di fiducia non è disponibile questa varietà optate per una mela rossa che abbia una polpa leggermente acidula. Se le mele non sono grandi, adoperatene due aventi dimensioni più piccole.
Aggiungete la mela così preparata all'impasto di base e mescolate delicatamente poi lasciate riposare la vostra preparazione per almeno trenta minuti a temperatura ambiente prima di procedere oltre.

Continua la lettura
55

Mettete il burro in una padella antiaderente avente un diametro di circa 26 centimetri e fatelo sciogliere a fiamma moderata. Versateci sopra l'impasto e coprite il tutto con un coperchio di adeguate dimensioni. Cuocete il vostro panadel a fiamma moderata per una decina di minuti dopodiché giratelo sotto sopra come fareste con una comune frittata.
Per girare il panadel agevolmente, aiutatevi con un piatto piano oppure con il coperchio.
Dopo circa altri sette minuti di cottura, il vostro dessert apparirà ben dorato da entrambi i lati. Spegnete la fiamma e trasferitelo sopra un piatto da portata.
Servite il vostro perfetto panadel valtellinese ancora caldo. Se preferite potete spolverizzarlo con un po' di zucchero a velo oppure aggiungere un pizzico di sapore versando sulla superficie mezzo bicchierino di grappa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la Torta Delizia alle mele

La Torta Delizia alle mele è un dolce soffice, fragrante e davvero irresistibile. Il suo profumo e la sua dolcezza sono una vero toccasana per l'anima. Questa torta è in grado di conquistare davvero tutti, grazie al suo impasto simile alla pasta frolla...
Dolci

Come preparare il crumble di mele

Il crumble di mele è un tipico dolce britannico. Per la sua bontà e semplicità di realizzazione ha conseguito fama internazionale. Dell'antica ricetta originale oggi esistono numerose varianti, sia dolci che salate. Oltre che con le mele, il crumble...
Dolci

Come preparare la gelatina di mele cotogne

La gelatina di mele cotogne consiste in una conserva di frutta, tipica delle regioni dell'Italia meridionale. I frutti del melo cotogno non sono adeguati per la consumazione a crudo, dal momento che sono particolarmente duri ed aspri. Tuttavia le mele...
Dolci

Come preparare la crostata di mele agli amaretti

Le torte che risultano sempre gradite sono le crostate. Fanno parte di una tradizione antica, che ha come base la pasta frolla. Anche se poi, quest'ultima spesso viene rivisitata aggiungendo elementi, che la rendono particolare. Ma, per ottenere una crostata...
Dolci

Come preparare la charlotte alle mele

Le mele, in particolare le Golden o le Renette, si prestano molto bene alla preparazione di dolci golosi. Oltre alla classica e conosciutissima torta di mele, puoi cimentarti nella realizzazione di gustose frittelle, budini oppure strudel. In alternativa,...
Dolci

Come preparare la frittata di mele

In questa guida scopriremo come preparare una frittata di mele, un dolce tipico delle zone del Trentino Alto Adige ma, esteso anche alle altre regioni italiane per la sua semplicità e perché delizioso da gustare. Si tratta infatti di un dolce davvero...
Dolci

Come preparare una torta di panna e mele

Se siete molto golosi ed amate preparare i dolci in casa in modo da potere scegliere gli ingredienti da utilizzare, in questa breve guida, troverete dei validi suggerimenti per realizzare una ricetta veramente unica che riuscirà a soddisfare il gusto...
Dolci

Come preparare un dolce con mele e pinoli

Elaborare dei dolci con alcuni semplici ingredienti e facili da reperire è possibile; infatti, ad esempio acquistando delle mele e dei pinoli in un supermercato, si può realizzare una gustosa e fresca ricetta. In riferimento a ciò, eco dunque alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.