Come preparare una Jambalaya

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare una Jambalaya
16

Introduzione

La Jambalaya è una ricetta tipica americana, nella fattispecie dello stato della Louisiana. Il termine è una parola composta da Jambon (dal francese, prosciutto) e Aya (dall'africano, riso); questo perché all'epoca c'erano molti schiavi di colore in questa zona. Secondo alcune credenze popolari, invece, questo piatto avrebbe avuto origine dalla paella spagnola, se sarebbe stato denominato anche "riso spagnolo". Oggi, la Jambalaya include anche frutti di mare, carne di pollo e salsiccia, anche se non deve avere necessariamente tutti questi ingredienti. Come preparare una Jambalaya
.

26

Occorrente

  • 500g di riso, 700g di gamberi, 4 pomodori pelati, 2 salsicce, 1 peperone, mezza cipolla, uno spicchio di aglio, 1 foglia di alloro, 1/2 litro di brodo vegetale,timo q.b., prezzemolo q.b., peperoncino q.b., olio q.b., sale, pepe
36

Iniziamo con la preparazione. Per prima cosa, peliamo la cipolla e l'aglio e tritiamoli molto finemente. Scaldiamo 4-5 cucchiai di olio in una padella e, quando comincerà a riscaldarsi, aggiungiamo il trito e facciamolo rosolare molto bene, in modo tale che possa risultare dorato (facciamo ben attenzione a non far bruciare l'aglio, altrimenti diventerebbe amaro). A questo punto, possiamo aggiungere il peperone, lavato e tagliato in piccoli dadini. Lasciamo cuocere per qualche minuto, tenendo presente che quest'ultimo, essendo stato così sminuzzato, si cuocerà molto velocemente.

46

A questo punto, spelliamo le salsicce, sbricioliamole grossolanamente con le mani e uniamole ai peperoni; facciamole cuocere a fiamma piuttosto alta per un paio di minuti in modo da farle ben rosolare, dopodiché aggiungiamo il peperoncino, l'alloro e il timo. Continuiamo la cottura a fiamma vivace. Intanto, sbollentiamo i gamberi per un paio di minuti: teniamo presente, infatti, che continueranno la cottura in padella e che quindi non è necessario bollirli per molto tempo, anche perché altrimenti perderebbero la loro consistenza soda e diventerebbero troppo morbidi. Dopo averli scolati, sgusciamoli e buttiamoli in padella; uniamo al contempo anche i pomodori, tagliati a pezzettoni piuttosto grandi.

Continua la lettura
56

Proseguiamo la cottura, sempre a fiamma vivace, ricordandoci di mescolare di tanto in tanto. Dopo 5-6 minuti, versiamo mezzo litro di brodo vegetale, aggiustiamo di sale e pepe e portiamo ad ebollizione; lasciamo sobbollire per qualche minuto, dopodiché aggiungiamo il riso, mescoliamo e copriamo con un coperchio. Abbassiamo la fiamma e proseguiamo la cottura per 17-20 minuti. Una volta che il riso risulterà ben cotto, spegniamo il fuoco e aggiungiamo del prezzemolo fresco tritato. Trasferiamo il tutto in un piatto da portata e serviamo ben caldo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non avete il brodo, potete sostituirlo con dell'acqua bollente!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare i nummora

Per terminare il vostro menù in modo diverso provate a preparare i nummora. Questi sono dolci tipici della tradizione araba. Sono facili da preparare e per farli basta poco tempo. Inoltre, si possono fare semplici o se preferite potete farcirli con qualsiasi...
Cucina Etnica

Come preparare gli uramaki giapponesi

Oltre ad essere estremamente di moda gli uramaki giapponesi, sono davvero buonissimi e semplici da preparare. In questa guida sarà illustrato come preparare in casa gli uramaki giapponesi al salmone e cetriolo. Se non amate il salmone e il cetriolo ovviamente,...
Cucina Etnica

Come preparare un'insalata di alghe

Nel regime alimentare vegan sono persino considerate la miglior risorsa di minerali (la tradizione orientale ci insegna che con le alghe si possono preparare zuppe, sushi ma anche ottime insalate). Nei passi di seguito vedremo come preparare un'insalata...
Cucina Etnica

Come preparare la tagliata di seitan

Il seitan è un alimento ottenuto dal glutine del grano tenero, del farro o del kamut. È un cibo altamente proteico. Tuttavia, è povero di grassi. Inoltre, ha un aspetto simile a quello della carne. Però non contiene i grassi saturi ed il colesterolo...
Cucina Etnica

Come preparare il curry di verdure con tofu e latte di cocco

Chi desidera preparare una cena abbondante e sfiziosa all'insegna dei sapori etnici per amici e parenti, potrà ispirarsi a questa golosa ricetta indiana per scoprire come preparare facilmente il curry di verdure con tofu e latte di cocco. Il curry di...
Cucina Etnica

Ricetta vietnamita: come preparare il lahuh

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di cucina, dedicandoci ad una ricetta vietnamita. Andremo infatti a spiegare come preparare il lahuh.Ma come si fa a preparare il lahuh, tipica ricetta vietnamita?Proveremo ad illustrare...
Cucina Etnica

Come preparare una cena indiana dall'a alla z

Per preparare un'ottima cena indiana per prima cosa bisogna essere a conoscenza della loro gastronomia. La gastronomia indiana è molto ricercata, in quanto è molto colorata ma allo stesso tempo presenta degli aromi molto speziati. Quest'ultimi alle...
Cucina Etnica

Come preparare gli spiedini di tofu impanati

Un piatto da proporre come secondo sono gli spiedini. Questa ricetta è molto facile da preparare e si possono adoperare molti alimenti. Dalla carne, al formaggio e anche dei cibi particolari, come il tofu. Si tratta di una ricetta semplice, che richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.