Come produrre il formaggio pecorino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La produzione del formaggio in Italia viene considerata a tutti gli effetti un'arte. Come produrre il formaggio si tramanda di generazione in generazione. Però per produrre il formaggio, al giorno d'oggi, non si utilizzano più i metodi di una volta. Attualmente tali tecniche risultano molto perfezionate, il merito sta proprio nella lunga esperienza nella produzione di formaggio. Tra i formaggi troviamo il pecorino, caratterizzato da un gusto forte e particolare. Per queste sue caratteristiche non viene apprezzato proprio da tutti. Questa guida sul formaggio pecorino fornisce informazioni utili a chi lo ama e a chi vuole tentare di riprodurlo in casa. Nei supermercati possiamo trovare con estrema facilità il formaggio pecorino, ma non sarà affatto come quello prodotto da noi. Il nostro formaggio pecorino riuscirà senza dubbio a soddisfare il nostro palato. Scopriamo passo dopo passo come produrre il formaggio pecorino.

27

Occorrente

  • 5 litri di latte di pecora
  • caglio
  • sale
37

Innanzitutto controlliamo di avere tutti gli ingredienti e gli strumenti necessari per produrre il formaggio pecorino. Il latte di pecora per produrre il formaggio pecorino deve essere fresco. Scegliamo poi un colino molto capiente ed una pentola con i bordi molto alti ed il fondo spesso. Il colino ci servirà per filtrare eventuali residui ed impurità. Per prima cosa filtriamo il latte. Versiamolo nella pentola facendolo scorrere prima nel colino. Per produrre il formaggio, in generale, bisogna portare il latte alla temperatura che di solito possiede subito dopo la mungitura. La temperatura di lavorazione, quindi, deve essere di circa 36°C. Per questo motivo bisogna scaldare il latte fino a tale temperatura. Per conoscere la temperatura in modo preciso utilizziamo un termometro per uso alimentare.

47

Procediamo con i passi successivi. È arrivato il momento di aggiungere il caglio. Possiamo trovarlo con facilità in tutte le farmacie oppure ipermercati. Una volta unito il caglio al latte, mescoliamo continuamente per almeno 10 minuti servendoci di un mestolo rigorosamente di legno. Passati questi minuti, copriamo la pentola con un coperchio. Lasciamo riposare per 45 minuti circa. Questo è il tempo utile per permettere al latte di coagulare. Dopo questo processo il latte assume il nome di "cagliata". Quindi solleviamo il coperchio e controlliamo la cagliata. Se si stacca dalle pareti ed ha acquisito una certa consistenza, procediamo. Per adesso ricopriamo la pentola e attendiamo qualche altro minuto.

Continua la lettura
57

Eccoci alla fase di rottura della cagliata e del successivo spurgo. La prima consiste nel rompere la cagliata ottenuta, con le nostre mani. Nella seconda avviene la separazione della cagliata dal siero, cioè dal restante liquido. Tra la prima e la seconda fase è consigliabile far trascorrere qualche minuto. Per eliminare il siero si possono utilizzare diversi metodi. Lo si può estrarre dalla pentola con un mestolo o usare uno scolapasta. Una volta eliminato gran parte del siero trasferiamo la cagliata in uno stampo provvisto di piccoli fori, quello tipico della ricotta. Facciamo pressione così da permettere la completa fuoriuscita del liquido residuo. Spargiamo sulla superficie molto sale. Dopo qualche ora trasferiamo la forma in una vaschetta e cospargiamola ulteriormente di sale. Ripetiamo questa operazione per tutto il periodo di stagionatura che può essere più o meno lungo in base ai nostri gusti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione a non sbagliare la temperatura del latte, altrimenti non diventerà formaggio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare gli anelli di cipolle al pecorino

La cipolla è un alimento versatile, ampiamente utilizzato nella cucina mediterranea sia crudo che cotta. La sua funzione principale è quella di dare sapore ai cibi nei soffritti, nelle insalate, come condimento alla carne, ecc. Tuttavia la cipolla può...
Antipasti

Come preparare i pomodori gratinati al pecorino

Se desiderate preparare un piatto gustoso che possa piacere a tutta la famiglia, ecco a voi la ricetta che fa proprio al caso vostro: pomodori gratinati al pecorino. È una specialità tipicamente mediterranea particolarmente economica, caratterizzata...
Antipasti

Come preparare gli spiedini di pane, verdure e pecorino

Se volete preparare un goloso antipasto da servire in tavola freddo, ecco a voi gli spiedini di pane con pecorino e verdure. Si tratta di una specialità golosa che piace sempre a tutti. Il sapore deciso del pecorino ben si abbina a quello più aromatico...
Antipasti

Ricetta: tramezzini con rucola e crema di pecorino

Se siete in cerca di un invitante finger food in previsione di una gita fuori porta o un weekend in famiglia da trascorrere all'aria aperta o desiderate servire uno sfizioso antipasto in occasione di una cena estiva in terrazzo insieme ai vostri più...
Antipasti

Come produrre il primosale in casa

Tra gli alimenti presenti sulle nostre tavole, il formaggio è senza dubbio uno dei più antichi. La tecnica-base per trasformare il latte in formaggio è molto semplice, dal momento che è sufficiente far coagulare il latte, il quale si scinde in una...
Antipasti

Ricetta: polpette di ceci e pecorino

Da qualche anno a questa parte, molte persone decidono di consumare cibi naturali e leggeri. I ceci, ad esempio, sono dei legumi che contengono un basso livello di calorie e vengono spesso utilizzati per creare zuppe, minestre, ma anche polpette, che...
Antipasti

Come fare la millefoglie di pecorino e fichi

La cucina italiana offre delle pietanze veramente eccezionali, da consumare in qualsiasi momento della giornata. Dagli antipasti fino ai prodotti dolciari, le ricette culinarie esistenti permettono di soddisfare i gusti di ogni consumatore. Alcune preparazioni...
Antipasti

Come fare il formaggio in casa

Il formaggio è uno degli alimenti più diffusi e apprezzati al mondo. Ottenuto dalle lavorazione del latte, il formaggio può essere di origine vacino, ovino o caprino. Produrre il formaggio da se può essere la soluzione ideale per chi vuole gustare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.