Come produrre il primosale in casa

Tramite: O2O 08/11/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra gli alimenti presenti sulle nostre tavole, il formaggio è senza dubbio uno dei più antichi. La tecnica-base per trasformare il latte in formaggio è molto semplice, dal momento che è sufficiente far coagulare il latte, il quale si scinde in una parte liquida, conosciuta col nome di latticello o siero e una parte solida, piuttosto elastica, che viene detta cagliata. Il formaggio è un alimento veramente completo, dal punto di vista del necessario apporto di proteine e, per questo aspetto, nel quadro dei consumi alimentari quotidiani, può essere considerato una valida alternativa alla carne, al pesce e alle uova. I formaggi possono essere prodotti anche in casa e, nella guida a seguire, vi spiegheremo come produrre il primosale.

27

Occorrente

  • 1 litro di latte fresco
  • 2 ml di caglio fresco
  • sale fino
37

Accompagnare il primosale con verdure fresche

È il buon latte di pecora proveniente dalle meravigliose terre dei Nebrodi a dare il sapore delicato al primosale, un formaggio fresco e leggero, il cui aroma ricorda le aromatiche erbe di montagna. Il primosale è un prodotto DOP, è il padre di tutti i formaggi della tradizione siciliana, un vero capolavoro di gusto e bontà. È un formaggio versatile e, proprio per la sua morbidezza, si presta alla preparazione di molti piatti. Il primosale può essere consumato semplicemente con del pane rustico, accompagnato da verdure fresche come insalata, finocchio, pomodoro, olive oppure condito con olio, noci e miele. Ottimo nelle torte salate, nelle frittate, cotto sulla brace o al forno.

47

Procurarsi il latte

Come accennato nel passo precedente, il primosale può essere prodotto anche in casa basta procurarsi gli ingredienti necessari: come prima cosa, procuriamoci del latte fresco, poniamolo in una pentola e portiamolo ad una temperatura di 37°. Aggiungiamo un enzima chiamato caglio che ha il compito di separare in 60 minuti, la parte solida del latte, la cagliata, dalla parte liquida. Successivamente, lavoriamo la cagliata delicatamente in modo che si rompa in tanti granelli con un attrezzo chiamato rotella: questi piccoli granelli sono grandi come chicchi di caffè.

Continua la lettura
57

Mettere la cagliata nei canestri

Arrivati a questo punto, raccogliamo la cagliata in un tavolo chiamato aspersorio dove perderà la maggior parte del liquido. In seguito, per la formatura, mettiamo la cagliata in appositi canestri di varia grandezza in base al peso desiderato. Trascorsi circa quattro giorni, immergiamo le forme in salamoia per una settimana. Il metodo artigianale prevede la salatura a mano e poi si lasciano asciugare. Adesso, non resta che gustare questa delizia.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il primosale deve essere conservato in frigorifero
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come produrre la mozzarella in casa

La mozzarella è un prodotto lattiero-caseario tipico della tradizione culinaria italiana. Si può utilizzare in cucina per preparare delle pietanze o mangiarla in un piatto freddo, magari accompagnata da del pomodoro e del basilico, per ottenere un'ottima...
Antipasti

Ricetta: salsa di peperoni

Ecco pronta una nuova ed anche molto utile ricetta, attraverso la quale poter preparare e portare in tavola, una valida proposta per i nostri ospiti. Nello specifico cercheremo di capire come preparare, in cucina e con ingredienti veramente semplici da...
Antipasti

Come preparare i porcini al cartoccio

I porcini al cartoccio sono una golosa specialità da gustare ben calda. Questo piatto può essere servito come antipasto oppure come contorno, assieme a ottime carni rosse cotte in forno o sulla brace. Per ottenere un eccellente risultato finale, vi...
Antipasti

Come preparare la crema di piselli alla panna acida

La crema di piselli alla panna acida è un piatto molto economico e semplice da preparare. Potete realizzarlo adoperando sia piselli freschi che surgelati a seconda di quello che avete a disposizione. Il gusto acidulo della panna si sposa alla perfezione...
Antipasti

I migliori formaggi da fare alla piastra

Esistono molti tipi di formaggio e sono talmente tanti che elencarli risulta difficile. Ce ne sono di duri, e semiduri, molli, a pasta cotta e non cotta. Inoltre, possono avere una durata molto lunga e altri che vanno consumati entro breve tempo. Scegliere...
Antipasti

Ricetta: cipolle alle erbe gratinate

Un modo per completare un menù per una cena estiva è quello di inserire un antipasto gradevole. Si tratta della ricetta di cipolle alle erbe gratinate. Questo piatto si può sostituire al secondo, non sempre gradito nella stagione calda. Oppure, si...
Antipasti

Come fare il formaggio in casa

Il formaggio è uno degli alimenti più diffusi e apprezzati al mondo. Ottenuto dalle lavorazione del latte, il formaggio può essere di origine vacino, ovino o caprino. Produrre il formaggio da se può essere la soluzione ideale per chi vuole gustare...
Antipasti

Come stagionare il formaggio fatto in casa

Produrre il formaggio tra le proprie mura domestiche non è affatto una cosa difficile e farlo buono richiede poco sforzo, poca spesa e qualche conoscenza. Proprio perché non risulta essere un'operazione eccessivamente complessa, potrete provare voi...