Come produrre il vino in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avete un piccolo vigneto nel vostro giardino e vorreste realizzare del vino in maniera autonoma? In questo manuale vi spiegheremo come produrre il vino in casa. Conoscerete tutto i segreti della lavorazione dell'uva subito dopo il raccolto in maniera molto semplice ed accessibile a tutti. In questo modo, vi renderete conto che non si tratta di un'operazione molto complicata, anzi.

27

Vediamo come produrre il vino in casa. Assicuratevi che l'uva presente nel vostro giardino sia di ottima qualità e si adatti perfettamente alla vendemmia. Prima di tutto, prestate la massima attenzione al momento della raccolta. Infatti, l'uva troppo calda a causa del sole potrebbe fermentarsi già nelle ceste. Raccoglietela senza neanche una goccia d'acqua o di rugiada e non esponetela a fonti di calore. Fate in modo che i grappoli risultino totalmente asciutti.

37

Proseguite pigiando l'uva con una certa velocità, evitando che si inacidisca. Procedete quindi con il passaggio relativo alla pigiatura. Quest'ultima consiste nella compressione dei grappoli e nella loro successiva trasformazione in vino. Potete aiutarvi con una macchina pigiatrice. Tuttavia, se producete quantità limitate di vino in casa, schiacciate semplicemente l'uva a mano ed inseritela in recipienti molto capienti.

Continua la lettura
47

Scoprite ancora come produrre il vino in casa. Dopo aver effettuato i processi precedenti, provvedete all'esecuzione della diraspatura. In pratica, rimuovete tutto quello che rimane del grappolo, ossia la ramificazione che tiene uniti gli acini dell'uva. Inoltre, togliete tutte le bucce per scongiurare il rischio di acidità per il vino. In questo modo, potete ottenere il mosto. Versatelo nel recipiente dove si effettuerà la fermentazione. Il mosto resterà all'interno di questo contenitore per circa 24 ore, in un processo denominato "macerazione".

57

Adesso dovete procedere seguendo alcune regole ben precise. Non ricoprite mai il contenitore e lasciate la temperatura costante. Quest'ultima non dovrebbe scendere sotto i 20° e salire sopra i 25°. Tenete sotto controllo anche il contenuto del recipiente. Così potete evitare di farlo straripare. Trasferite una parte del mosto in un contenitore nuovo. Non riempite l'intero recipiente. Infatti, durante la fermentazione, la massa potrebbe crescere. Ecco come produrre il vino in casa.

67

Il sogno è sempre quello di ottenere un vino corposo, amaro e ben alcolico. Per riuscirci, fatelo fermentare per 20-22 giorni. Se volete un vino meno alcolico, limitate la fermentazione ad una durata massima di 5-6 giorni. Al temine della fermentazione, andate avanti con la svinatura. Suddividete le porzioni rimaste solide dal vino con l'ausilio di un setaccio. Trasferite poi il vino in una piccola botte da riempire fino al colmo e togliete tutta l'aria. Posizionate il vino in un luogo dalla temperatura tra i 16° e i 18°. Fate riposare tutto per qualche giorno. E vi abbiamo mostrato come produrre il vino in casa, tutto da gustare!

77

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come produrre il vino passito

Il vino passito è un vino dolce ottenuto tramite la vinificazione dell'uva vendemmiata più tardi rispetto alle normali vendemmie. I grappoli destinati all'appassimento vengono lasciati sulla vite più a lungo per fare in modo che l'acqua evapori e che...
Vino e Alcolici

Come vinificare il vino bianco

La vinificazione (cioè il metodo con cui si ottiene il vine dall'uva) è un'arte antica e preziosa, capace di produrre vini di altissima qualità. Ovviamente la vinificazione è un processo lungo e che necessita di cura e molta attenzione. Eppure, è...
Vino e Alcolici

Come produrre la grappa in casa

La grappa, distillato alcolico di origine italiana, risale con molte probabilità al XV secolo. Destinata ai ceti più bassi della popolazione, la grappa veniva prodotta da bucce, semi e raspi d'uva. Ne derivava una bevanda forte e pungente, molto diversa...
Vino e Alcolici

Come fare il vino frizzante in casa

Una delle bevande alcoliche più longeve ed apprezzate al mondo è sicuramente il vino. Si tratta di una bevanda che si ricava dalla fermentazione dell'uva e che ha origini molto antiche. In modo particolare in Italia si sviluppano tantissimi vitigni...
Vino e Alcolici

5 liquori da produrre in casa

I liquori sono bevande alcooliche a base di zucchero e alcool. La differenza tra un liquore e l'altro sta nella scelta delle erbe aromatiche e delle spezie. Per preparare i liquori possiamo utilizzare ogni tipo di erba aromatica e spezie, anche quelle...
Vino e Alcolici

Come produrre il limoncello in casa

Produrre il limoncello in casa è un'ottima soluzione per risparmiare ed avere comunque un liquore di qualità. Per chi non lo sapesse, il limoncello è un liquore abbastanza dolce con un aroma di limone inconfondibile. La stessa ricetta può essere utilizzata...
Vino e Alcolici

Come fare il vino cotto

Al giorno d'oggi avere il vino a tavola durante i pranzi o le cene viene riconosciuta come una tradizione. C'è chi ama il vino rosso, chi il vino bianco o chi ancora il vino frizzante. Esistono varie tipologie di vino. E si sa, più fermenta e invecchia...
Vino e Alcolici

Come fare il vino con l'uva spina

Oggi vogliamo parlare del vino di uva spina, un vino molto particolare e dal sapore dolce e delicato. La preparazione di questo vino richiede un procedimento diverso da quello seguito comunemente per la produzione del vino comune. Il vino di uva spina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.