Come pulire e cuocere gli asparagi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Come pulire e cuocere gli asparagi
16

Introduzione

Gli asparagi sono vegetali originari dell'Asia, ma diffusi in tutta l'Europa. Si possono trovare in ogni stagione, ma in natura si raccolgono in primavera. Sono molto preziosi per il benessere fisico, contengono vitamine e sali minerali, fibre, protidi e glucidi. Sono inoltre ipocalorici e per il loro apporto equilibrato di vitamine e sali minerali contribuiscono al buon funzionamento del cuore e del sistema nervoso. Nella seguente guida vi daremo dei consigli su come pulire e cuocere gli asparagi.

26

Puliza con acqua e coltello

Prima di pulirli è bene lasciarli in ammollo per una mezz'ora in modo che la sabbia di cui sono spesso ricoperti si depositi. È bene cambiare l'acqua fino a che il fondo del recipiente che li contiene risulti privo di residui sabbiosi. A questo punto si passano sotto l'acqua corrente strofinandoli con le dita, eliminando così ogni impurità. Se questo non è possibile, con un coltello si raschiano dolcemente privandoli della prima pellicina. In questo modo si avrà solo la parte più tenera. Levare la pellicina che li avvolge assicura una pulizia più adeguata.

36

Cottura al vapore

Gli asparagi si cucinano interi, dopo averli legati a mazzetti con dello spago, e posti in piedi dentro ad una pentola alta e stretta con dell'acqua fredda salata. Alcuni preferiscono aggiungere gli asparagi quando l'acqua è già arrivata all'ebollizione. Si deve fare attenzione a lasciare fuori le punte che sono le più tenere. Inoltre sarebbe bene fare con della carta stagnola una piccola corda da mettere attorno agli asparagi per distanziarli dalla pentola. Se questa è più bassa si può coprirli con la carta stagnola. Si lasciano bollire fino a cottura ultimata. Altro modo è la cottura a vapore, che fa risaltare di più il loro sapore. Saranno cotti quando pungendoli con una forchetta risulteranno teneri. A questo punto si condiscono a piacere con olio ed aceto, dopo averli salati.

Continua la lettura
46

Cottura in padella

Gli asparagi possono essere cucinati anche in padella come contorno o sugo per risotti, paste asciutte o al forno. In questo caso dopo averli lavati e puliti, si mettono, tagliati a pezzetti, in una padella con olio ed aglio oppure cipolla, prima i gambi e poi le punte che sono più tenere, si lasciano cucinare aggiungendo acqua per evitare di bruciarli se si deve prolungare la cottura. Alla fine si completa con del prezzemolo tritato e si cucina ancora per qualche minuto. L'ideale è cuocerli appena colti, ma si possono conservare un giorno fuori dal frigorifero e fino a sette giorni in frigo, avvolti in un canovaccio umido che mantiene meglio la conservazione.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

5 antipasti sfiziosi con gli asparagi

Gli asparagi sono un eccellente e gustoso prodotto della natura davvero particolare, e non sempre molto conosciuto; infatti, ce ne sono di molti tipi e varietà, sia selvatici che da coltura. Questo ingrediente è veloce da cuocere e versatile per la...
Antipasti

Ricetta: asparagi in salsa olandese

Gli asparagi sono degli ortaggi che si trovano freschi durante la stagione primaverile; ma per poterli consumare durante tutto l'anno, basta comprare quelli surgelati. Questi ortaggi sono molto apprezzati anche dai bambini, sono abbastanza semplici da...
Antipasti

5 ricette con gli asparagi

Gli asparagi sono verdure diffuse in tutta l'area del Mediterraneo. In cucina si abbinano a molti primi piatti e a secondi sia di carne che di pesce; oltretutto, la loro preparazione è piuttosto semplice perché richiedono una cottura molto veloce. In...
Antipasti

Come preparare lo sformato di asparagi

Gli asparagi sono dei vegetali buoni, sani e gustosi. Molto utili per depurare l'intestino, gli asparagi, sono anche ricchi di vitamine e fibre. Se volete scoprire una ricetta davvero gustosa e d'effetto per stupire tutti i vostri ospiti e i commensali...
Antipasti

Come cucinare gli asparagi

Gli asparagi sono coltivati soprattutto in determinate regioni italiane come: la Campania, il Lazio, il Veneto, la Liguria, il Piemonte e l’Emilia-Romagna. L’asparago non è interamente commestibile; la parte che solitamente si mangia e si utilizza...
Antipasti

Come preparare un soufflé di asparagi

Il soufflé di asparagi, da preparare all'ultimo minuto, rappresenta un antipasto davvero gustoso e delicato. Si tratta di un piatto che riscuote sempre un notevole successo a tavola, dunque cucinandolo non si sbaglia mai. Anche se la preparazione del...
Antipasti

Come preparare il millefoglie di grana e asparagi

Il millefoglie di grana e asparagi è una ricetta semplice e veloce da preparare. Possiamo dire che si tratta di una torta salata, formata da una leggera pasta fatta da sfoglie sovrapposte l'una sull'altra, in modo da renderla croccante e squisita. Poi...
Antipasti

Ricetta: flan di asparagi

Il flan di asparagi è una ricetta molto sfiziosa da utilizzare come antipasto in ogni occasione e stagione. Infatti, il suo ingrediente principale è l'asparago, un alimento assai apprezzato da tutti i tipi di palato. Nella guida che segue, gli asparagi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.