Come pulire e cuocere i cardi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Al giorno d'oggi, tra gli ortaggi meno conosciuti e utilizzati in cucina, è possibile citare il cardo, un tipo di carciofo selvatico. Per via del suo sapore amaro, in tempi moderni, il cardo è meno popolare. Una volta era presente nelle famiglie contadine, che lo utilizzavano per preparare varie pietanze. Pulire e cuocere i cardi è una azione che richiede tempo, tuttavia, nella seguente guida, vi fornirò tutte le informazioni come pulire e cuocere i cardi nel minor tempo possibile. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Guanti
  • Pela-patate o coltello
  • Acqua bollente e salata, con farina e succo di limone
37

Per prima cosa, il cardo è un alimento ricco di potassio, contiene all'incirca 95% di acqua, ed è composto anche da fosforo, ferro, calcio e sodio. Una volta tagliato, proprio come il carciofo, tende ad annerirsi e ad ossidare a contatto con l'aria. Il cardo noto per i benefici depurativi e protettivi nei confronti del fegato, infatti, viene utilizzato in casi di intossicazioni provocate da droghe e alcool. Inoltre, stimola la produzione di latte materno durante l'allattamento, mentre chi soffre di mal di testa durante il ciclo mestruale, lo assume sotto forma di tisana. La specie più pregiata è il cardo gobbo, mentre tra le altre è possibile citare: il riccio d'Asti, il cardo gigante di Verona e il cardo bolognese.

47

Il cardo è simile al sedano e contiene poche calorie. Le ricette più comuni in cui vengono impiegati i cardi sono: la bagna cauda, tipico piatto piemontese, i cardi ripieni alla genovese (e alla toscana), le linguine con bottarga e la favata. Innanzitutto, per pulire nella maniera corretta l'ortaggio, utilizzate dei guanti in lattice, un coltello o un pela-patate, dopodiché togliete le foglie, soprattutto quelle grandi. Fatto ciò, impugnate la verdura con una mano, mentre con l'altra private le coste dei filamenti che le ricoprono. È un operazione laboriosa, e va effettuata con cura. Le foglie più dure vanno eliminate fino ad arrivare al cespo, dove è presente la parte più morbida.

Continua la lettura
57

Successivamente, chi preferisce può tagliare la verdura a rondelle, altrimenti rompete le coste a pezzi, dopo averle accuratamente spuntate. Successivamente, riempite una casseruola piena d'acqua, portate ad ebollizione con un po' di farina e l'aggiunta di mezzo limone per ogni litro. Man mano che i cardi vengono puliti, versateli nell'acqua salata. Cuoceteli per circa sessanta minuti, dopodiché spegnete il fuoco quando diventano morbidi, quindi prima di coprirli con la pellicola trasparente, scolate le coste dall'acqua in eccesso. I cardi sono un ottimo contorno se preparati gratinati al forno o fritti in padella. Per quanto riguarda i secondi invece, sono saporiti con piatti a base di carne.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come cucinare i cardi selvatici

In questo articolo vi vorrei parlare di come cucinare i cardi selvatici.Il cardo selvatico viene conosciuto anche con il nome più diffuso di carciofo selvatico.I cardi selvatici non è certamente tra gli ortaggi più utilizzati frequentemente nella nostra...
Consigli di Cucina

10 consigli per cuocere i cibi nel microonde

Dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro, è naturale essere troppo stanchi per cimentarsi in una ricetta elaborata per la cena in famiglia. Il microonde si rivela, in questo caso, l'elettrodomestico più prezioso e comodo da utilizzare per cuocere...
Consigli di Cucina

Come cuocere i molluschi

I molluschi, comunemente chiamati anche "frutti di mare", rappresentano spesso l'ultima frontiera per i cuochi che hanno già imparato le basi per la preparazione della pasta, della carne e del pesce. Mentre per il manzo, il maiale e il pollame vengono...
Consigli di Cucina

Come cuocere i biscotti senza teglia

I biscotti sono dolci che vengono consumati spesso e in qualsiasi momento della giornata. A partire dalla mattina accompagnati con il latte o con il tè. Questi sono da considerare sempre la colazione ideale. Invitanti e golosi si possono fare in casa...
Consigli di Cucina

Come cuocere la pasta nella pentola a pressione

La pasta è uno dei capi saldi della cucina tradizionale italiana, un vero must che anche all'estero amano e un poco ci invidiano! Per preparare un ottimo piatto di pasta le regole sono poche e semplici. Ovvero scegliere una pasta realizzata con materie...
Consigli di Cucina

Come cuocere le pere a vapore

Molto spesso a causa di problemi di salute o per una questione di dieta, è indicato mangiare il cibo cotto a vapore. La cottura a vapore mantiene intatte le proprietà del cibo e crea una cottura perfettamente appropriata per ogni alimento. Un broccolo...
Consigli di Cucina

5 consigli per cuocere i cibi in modo light

Se decidiamo di metterci a dieta dobbiamo cucinare i cibi in modo sano e nutriente, rinunciando quindi a grassi, fritture e zuccheri, ma possiamo ottimizzare il risultato, utilizzando dei metodi alternativi che ci consentono di cuocere i cibi in modo...
Consigli di Cucina

Come cuocere il pane in pentola

Il pane costituisce l'ingrediente primario in cucina, che non può mai mancare sulle tavole specialmente degli italiani, poiché è usato per accompagnare molti piatti tra cui secondi e contorni. Quando è caldo, viene gustato con ancor più piacere,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.