Come pulire i calamari

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come pulire i calamari
16

Introduzione

Nella cucina italiana come secondo piatto si usa mangiare molto il pesce, ed in particolare i molluschi come il calamaro; infatti, viene spesso usato per la preparazione di risotti, pasta o anche semplicemente fritto o alla brace. Fondamentale è pulirlo alla perfezione prima di cucinarlo, e per fare ciò non bisogna essere abili in cucina, ma con un po' di tempo a disposizione si riesce sicuramente ad ottenere un ottimo risultato. Seguendo le indicazioni riportate nei passi successivi di questa guida, vediamo quindi come pulire i calamari in modo semplice e veloce.

26

Occorrente

  • Forbici
  • Coltello a lama sottile
  • Guanti da cucina
36

Innanzitutto conviene acquistare i calamari freschi perché sono anche più semplici da pulire e meno acquosi, mentre quelli surgelati sono sempre più duri. Innanzitutto bisogna staccare la testa dal corpo, aiutandoci con una coltello con la lama sottile oppure con una forbice da cucina. Procediamo adesso con la pulizia della testa e mettiamo momentaneamente da parte il corpo, e tagliamo il capo, gettando via la parte dove ci sono gli occhi. A questo punto, eliminiamo il piccolo osso che si trova al centro aiutandoci con le mani e lo gettiamo via.

46

Adesso terminato la parte del capo, procediamo con la pulizia della sacca e la svuotiamo premendo leggermente con le mani, ed estraiamo tutti i residui. Togliamo adesso l'osso che c'è all'interno, poi eliminiamo la pelle che circonda il corpo ed insieme anche le pinne. Adesso dopo aver tolto tutto ciò che c'è all'interno, possiamo sciacquarlo bene sotto l'acqua corrente e soprattutto la parte dove ci sono le sacche per eliminare gli ultimi residui, e vedere se c'è ancora dell'altro inchiostro nero. Una volta puliti alla perfezione, non ci resta che metterli in un colapasta per eliminare l'acqua in eccesso, e poi prepararli per la nostra ricetta preparando un sugo con aglio, peperoncino e del prezzemolo finemente tritato.

Continua la lettura
56

In genere come consiglio è di utilizzare i calamari più piccoli per la frittura in quanto essendo teneri subito si cuociono, mentre quelli più grossi essendo più sodi, sono ideali fatti con un semplice sughetto. Per chi si trova ad eseguire questa lavoro di pulizia sui calamari per la prima volta, potrà incontrare qualche difficoltà, ma provando più volte riuscirà sicuramente a diventare molto più veloce ed acquistare così una certa abilità. Inoltre per fare ciò, si possono usare anche dei guanti da cucina quelli sottili, per evitare di toccare le interiora e l'inchiostro del mollusco con le mani.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se i calamari non sono abbastanza teneri, potete congelarli prima dell'uso: in questo modo la carne diventa meno soda e si cuoce più in fretta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: calamari con le olive al forno

Vi propongo una ricetta che preparo tipicamente in estate, ma è ottima da preparare anche in inverno: i calamari con le olive al forno. Questa ricetta può essere servita sia calda che fredda ed è per questo che va bene prepararla sia in estate che...
Pesce

Come cucinare i calamari ripieni di carciofi

In questo articolo vi spiegherò come cucinare i calamari ripieni di carciofi. I calamari ripieni sono una delle ricette più amate e più gustose tra i secondi piatti di pesce. I calamari ripieni possono essere preparati in anticipo e poi riscaldati...
Pesce

Come fare l'insalata di trevigiana e calamari

L'insalata di trevigiana e calamari può essere un antipasto freddo molto gustoso, ma può anche essere servita come secondo piatto. Questa insalata, inoltre, risulta adatta per diete ipocaloriche, in quanto i calamari sono alimenti a basso contento calorico....
Pesce

Ricetta: calamari con granella di nocciole

I calamari al forno con granella di nocciola sono una ricetta a base di pesce ottima sia per l'estate che per l'inverno. Spesso non si sa come cucinare i calamari se non fritti o alla griglia, mentre questa è una ricetta che una volta provata vi verrà...
Pesce

Come preparare i calamari con funghi e pomodorini

I calamari sono sicuramente tra i molluschi più buoni e i più economici. Inoltre sono abbastanza facili da reperire, sia freschi che decongelati. Possiamo utilizzarli per preparare un gran numero di ricette, dalle più semplici alle più elaborate....
Pesce

Come fare i calamari alla brace

Non c'è niente di meglio che del buon pesce fresco, specie se stiamo organizzando una cena o un pic nic tra amici. Tra tutte le tipologie di pesce, una di quelle che si presta meglio alla cottura su brace sono i calamari. I calamari appartengono alla...
Pesce

Come fare i calamari ripieni in padella

Il pesce è da sempre stato un alimento raffinato e dal sapore squisito. Se state preparando una cena a base di pesce non potete di certo omettere i calamari. I calamari sono molto facili da reperire e altrettanto facili da cucinare. La ricetta che vedremo...
Pesce

Calamari al forno con capperi e acciughe

Una buona ricetta a base di pesce riscuoterà sicuramente consensi ed apprezzamenti in tavola. Ad esempio, i calamari sono dei molluschi marini che si prestano a diverse preparazioni gastronomiche. Fritti, arrostiti, in padella o al forno regaleranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.