Come pulire le alici sotto sale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Sin dall'antichità per conservare gli alimenti viene utilizzato il sale. La salatura è adatta soprattutto alla conservazione di carne e pesce. Questa tecnica si usa ancora oggi prettamente per il pesce, in particolare merluzzo e alici o acciughe. In questa guida prendiamo in esame le alici. Vedremo come pulire le alici sotto sale. Analizzeremo, passo dopo passo, le varie procedure da seguire. Daremo utili consigli. Citeremo le accortezze da tenere e tutti i prodotti da utilizzare.

28

Occorrente

  • recipiente, aceto di vino bianco o limone, coltello da cucina, tagliere
38

Preparare gli ingredienti e gli utensili

Per prima cosa prepariamo il tavolo da lavoro. Prendiamo un tagliere. Estraiamo le alici dal sale. Posizioniamo le alici sul tagliere. Afferriamo un coltello da cucina. Quindi, grattiamo delicatamente le alici per togliere il grosso del sale presente. Tagliamo via la coda e la testa delle alici. A questo punto, avremo un filetto intero di alice. Incidiamo orizzontalmente il ventre delle alici. Con l'aiuto delle dita apriamo il corpo in due parti.

48

Sfilettare e eliminare la lisca

Ora, eliminiamo la lisca presente all'interno del corpo delle alici. Dividiamo i due filetti. Ora con il coltello o anche con le mani cerchiamo di eliminare la pelle delle alici. Questo procedimento richiede molta attenzione. Infatti occorre molta delicatezza per eliminare la pelle delle alici sotto sale. Così non roviniamo i filetti.
Fatto ciò prendiamo un recipiente. Quindi versiamo le alici sfilettate all'interno.

Continua la lettura
58

Scegliere il prodotto ideale

Per eliminare il sale dalle alici sotto sale si utilizzano svariati fluidi. Quello ideale e più adatto è l'aceto di vino bianco. Versiamo l'aceto nel recipiente delle alici. Sciacquiamo accuratamente le alici nell'aceto. Lasciamo le alici pochissimo tempo nell'aceto per evitare di cuocerle. Sconsigliamo l'utilizzo di acqua corrente per pulire dal sale. Infatti l'acqua a differenza dell'aceto snatura il sapore delle stesse. Inoltre l'acqua altera anche la consistenza delle acciughe. Alcuni per pulire le alici preferiscono utilizzare il limone. Quest'ultimo conferisce alle alici un odore e un retrogusto piacevole.

68

Utilizzare i filetti

Le alici sotto sale vengono utilizzate per svariati piatti della tradizione culinaria italiana. Le alici sotto sale nate in Liguria possiamo utilizzarle nella realizzazione di antipasti, primi, contorni e pizze. Per una salatura ideale delle alici occorrono due mesi. In questo modo però possiamo avere a disposizioni il pesce per tutto l'anno. Evitiamo di conservare le alici sotto sale per più di un anno. Dopo un certo tempo il sale disidrata eccessivamente le alici e il loro sapore e la consistenza vengono leggermente alterati.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitiamo di utilizzare un coltello seghettato nelle procedure di pulizia delle alici per non rovinare i filetti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 ricette di sale aromatizzato

Il sale viene adoperato in cucina fin dai tempi più antichi. Questo è un condimento che rende i piatti molto appetitosi. Ma si deve adopere senza esagerare. Il consumo massimo di sale dovrebbe essere pari a un cucchiaino giornaliero. Esistono diversi...
Consigli di Cucina

8 modi gustosi di sostituire il sale

Sempre più spesso si cerca di ridurre l'utilizzo di sale in cucina o addirittura sostituirlo, pertanto vediamo di seguito otto semplici e gustosi modi per farlo. Il segreto sta nel saper sfruttare al meglio la sapidità naturale di alcuni ingredienti,...
Consigli di Cucina

Come fare il sale aromatizzato al kombu e papavero

Il segreto di ottimi piatti risiede, spesso e volentieri, negli aromi. Insaporire i cibi nel modo giusto permette loro di rilasciare tutto il proprio gusto. Erbe e spezie esistono esattamente per questo motivo. Cosa sarebbe il nostro sugo di pomodoro...
Consigli di Cucina

Come pulire i funghi champignon

I funghi champignon si possono reperire durante tutto l'anno. Hanno un sapore così gustoso da riuscire ad insaporire qualsiasi pietanza e si preparano in poco tempo, quindi sono perfetti per chi non può stare molto tempo davanti ai fornelli. I funghi...
Consigli di Cucina

Come pulire e cuocere i cardi

Al giorno d'oggi, tra gli ortaggi meno conosciuti e utilizzati in cucina, è possibile citare il cardo, un tipo di carciofo selvatico. Per via del suo sapore amaro, in tempi moderni, il cardo è meno popolare. Una volta era presente nelle famiglie contadine,...
Consigli di Cucina

Come pulire e tagliare facilmente la zucca

Uno degli ortaggi autunnali tra i più versatili ed apprezzati è la zucca. Quest'ultima è l'ingrediente principale di molte ricette sia dolci che salate. Ogni regione italiana ha il suo modo peculiare di cuocerla. Inoltre si presta bene sia a pranzo...
Consigli di Cucina

Come pulire i funghi rositi

Sono davvero tante le specie di funghi commestibili ma bisogna saperle distingure. Per l'acquisto di funghi affidatevi ad un esperto, ed evitate di andare per i monti a cercarne, è divertente ma sulla pericolosità dei funghi non si scherza. Questi miceti...
Consigli di Cucina

Come pulire le frattaglie

Con il termine generico “frattaglie” si intendono le interiora degli animali: dal cuore ai rognoni, dai fegatini alle animelle, trippa inclusa. Impiegate per dar sapore a brodi e consommé, soprattutto quelle di pollo e per dare sapiditá a ripieni,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.