Come pulire le rape

Tramite: O2O 21/08/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Come pulire le rape

La rapa è la radice della pianta Brassica rapa. Esistono 30 specie diverse di questo ortaggio, che viene coltivato sia per la sua radice che per le sue cime, note come cime di rapa. A seconda della varietà cambiano i colori, che vanno dal bianco al violaceo, per arrivare al nero, e variano anche la forma e le dimensioni, ce ne sono di più piccole e rotondeggianti oppure più grandi e dalla forma allungata. L'interno è composto da una pasta bianca o giallognola, che può essere più o meno spugnosa a seconda della varietà e dal gusto lievemente dolciastro. Vediamo come pulire le rape in tutte le loro parti.

29

Occorrente

  • Rape
  • Coltello
  • Acqua fresca
39

La radice della rapa

Al fine di rimuovere tutte le impurità la rapa deve essere pulita accuratamente. Se la parte che si desidera cucinare è la radice va eliminata la parte del fiore con le foglie (anche se solitamente viene venduta la radice già priva di foglie). Successivamente bisogna tagliare la parte filamentosa della radice e la parte della base perché troppo dure e non utilizzabili in cottura. Con un pelapatate o con un coltello bisogna, infine, eliminare la buccia. La radice pulita andrà lavata sotto acqua corrente oppure messa a bagno in una ciotola di acqua fresca.

49

Le cime di rapa

La parte più comunemente utilizzata in Italia, in particolare in Puglia, è il fiore della rapa, conosciuto come cime di para, il cui sapore può essere più o meno amaro a seconda della verietà. Questa parte andrà pulita conservando per la cottura le foglie più tenere, gli steli più sottili e le cimette. L'unica parte che non si utilizza è la parte più grossa del gambo e le foglie che sono diventate gialle o sono rovinate. Prima della cottura le foglie vanno tagliate in pezzi e lavate accuratamente per rimuovere i residui di terra.

Continua la lettura
59

La conservazione delle rape

La radice può essere conservata cruda in frigo per diverse settimane oppure al buio in un luogo fresco. Se cotta, invece, può essere conservata sottovuoto (avendo cura di etichettarla con la data di preparazione) oppure la si può congelare. Le cime di rapa possono essere congelate, previa cottura in acqua bollente oppure al vapore (questo tipo di cottura permette di conservare meglio le proprietà nutritive), per circa 6 mesi. Quando si desidera utilizzarle vanno scongelate almeno 24 ore prima.

69

Le proprietà nutritive della rapa

Queste radici hanno numerose proprietà benefiche e nutritive. Sono diuretiche e depurative, possono essere utilizzate in caso di stato di stanchezza in quanto hanno proprietà rivitalizzanti. Essendo diuretiche il loro consumo è consigliato in caso di cistite, calcoli o insufficienza renale. Hanno proprietà antiinfiammatorie grazie alla presenza abbondante di vitamina k e vitamina c, il loro utilizzo è consigliato in caso di asma. Proprietà digestive, il loro consumo è consigliato in caso di obesità (100 gr hanno un apporto calorico di 27 KCal) oppure di stitichezza, la loro parte fibrosa permette all'intestino di rimanere attivo. Le proprietà antiossidanti apportano dei benefici alla pelle ed ai capelli, migliorandone la salute in generale.

79

L'utilizzo in cucina della rapa

Le cimette sono famose per il loro utilizzo nella preparazione della orecchiette con le cime di rapa, tipico piatto Pugliese, ma il loro utilizzo in cucina è davvero molto versatile. Possono essere utilizzate fritte, come ripieno per focacce, semplicemente bollite ed utilizzate come verdura di contorno, oppure possono essere ridotte in crema come base per diverse preparazioni. La radice può essere abbinata a sapori meno convenzionali, ad esempio glassata con miele e spezie. Se invece si preferiscono i sapori tradizionali si possono saltare in padella con il burro ed abbinate poi a salsiccia o wurstel.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando le acquistate scegliete quelle lucide e compatte.
  • Se non le conservate in frigo sistematele al buio ed al fresco.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: polpettone di riso e verdure

Il polpettone è un alimento molte versatile quindi adatto per ogni stagione: consumato caldo nelle stagioni fredde, viceversa servito freddo quanto le temperature esterne si alzano. Altra nota positiva di questa ricetta è che può essere cucinato utilizzando...
Primi Piatti

Cosa abbinare agli gnocchi alla romana

Nella tradizione romana gli gnocchi sono il tipico piatto del giovedì. L'ingrediente base è il semolino; esso si ricava dalla macinazione di cereali, soprattutto il frumento. Quindi gli gnocchi alla romana non si preparano con le patate. Questa ricetta...
Primi Piatti

Come insaporire il risotto

Il risotto è il tradizionale piatto italiano a base di riso abbastanza facile da preparare, anche se molti si chiedono quali sono gli ingredienti da aggiungere per creare delle varianti o per conferirgli un maggiore sapore. La ricetta tradizionale prevede...
Primi Piatti

Ricetta: lasagne ai broccoli e ricotta

Le lasagne sono un primo piatto gustosissimo, adatto ad ogni genere di occasione. Possiamo preparare questo piatto nella sua versione classica, ma possiamo anche sperimentare degli abbinamenti nuovi e ugualmente deliziosi. Se siamo degli amanti di questo...
Primi Piatti

Ricetta: orecchiette mantecate

Le orecchiette sono un tipo di pasta della tradizione pugliese, soprattutto delle nonne che trascorrevano le domeniche in cucina per prepararle poiché in un pranzo domenicale non potevano assolutamente mancare. Il nome deriva dalla loro forma che somiglia...
Primi Piatti

5 primi piatti della cucina marchigiana

La cucina marchigiana è ricca di prodotti tipici, coltivati ed elaborati nel territorio, con lavorazioni e tecniche specifiche, e di tradizioni gastronomiche che variano a seconda delle differenti province che compongono la regione. Per questi motivi,...
Primi Piatti

Come fare l'insalata di seppie e carciofi

L'insalata di seppie e carciofi è un ricetta semplice e adattabile a ogni occasione, adatta a essere consumata anche fredda. Unire mare e terra in un connubio leggero salutare e gustoso non è una cosa semplice. Questi due alimenti, così apparentemente...
Primi Piatti

Come preparare il passato di cipolle rosse

Per ottenere un buon passato di cipolle rosse occorrono pochi ingredienti e la sua semplice preparazione si effettua velocemente, ma prima di iniziare è bene conoscere le prodigiose caratteristiche della cipolla rossa. Quest'ultima è una bulbosa appartenente...