Come reidratare lo stoccafisso

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo stoccafisso o baccalà sotto sale proviene dalla lavorazione e precisamente dall'essiccazione di uno dei più conosciuti pesci al mondo ed anche il più consumato, ovvero il merluzzo.
La maggioranza di questo pesce viene fabbricata in Norvegia, dove vengono selezionati i migliori merluzzi e collocati in adeguati luoghi per essiccare (dopo essere stati puliti e privati delle interiora, della lisca centrale e di qualche pinna), senza aggiungere né conservanti né additivi e soltanto mediante l'azione degli elementi atmosferici.
Dopo questa lunga lavorazione, il merluzzo viene esportato in tutto i Paesi e, per essere cucinato, deve essere collocato in ammollo: in questa breve e pratica guida che troverete esplicata nei passaggi susseguenti, vi spiegherò come bisogna reidratare correttamente lo stoccafisso.

26

Occorrente

  • Stoccafisso
  • Martello (eventuale)
  • Vaschetta
  • Acqua
  • Spazzola o spugna
  • Frigorifero
  • Freezer (eventuale)
36

Il delizioso e nutriente stoccafisso viene utilizzato notevolmente nella dieta mediterranea, poiché:
- è ricco di proteine, vitamine e sali minerali;
- privo di qualunque tipologia di grasso.
Questo pesce è ottimale durante la stagione estiva, perché è in grado di reidratare e nutrire l'organismo umano cinque volte in più di un merluzzo fresco: comunque, esso viene adoperato anche nelle ricette calde per l'inverno e in alcune zuppe di pesce.
All'acquisto del baccalà sotto sale, dovrete chiedere se esso è già sfibrato: qualora non lo dovesse essere, vi sarà sufficiente batterlo leggermente con un martello.

46

Prima di essere cucinato, lo stoccafisso deve essere ammollato per bene: durante la lavorazione per l'essiccamento, infatti, viene eliminato all'incirca il 70% dell'acqua di tale pesce ed una parte di essa deve obbligatoriamente essere restituita per poterlo cuocere.
Il baccalà sotto sale va messo all'interno di una vaschetta e ricoperto di acqua per circa 10-14 giorni, secondo le proprie dimensioni.
Prima di ammollarlo, bisognerà eliminare per bene il sale presente in eccesso sul pesce, mediante l'ausilio di una spazzola oppure una spugna: cambiate l'acqua della vaschetta ogni 12 ore e, con il seguente procedimento, reidraterete almeno per due o tre volte l'acqua persa in essiccazione.

Continua la lettura
56

Nel corso del procedimento di reidratazione, vi consiglio di tenere lo stoccafisso ad una temperatura contenuta, mettendolo nel frigorifero durante tutto il periodo di ammollo: se riuscirete a mantenerlo non sopra i 5°C, il lavoro vi verrà meglio. Dopo che avrete terminato completamente il processo, potrete anche surgelare questo pesce, ma non quando è essiccato; in tanti processi d'essiccazione, le persone utilizzano della soda caustica per velocizzarne il trattamento: vi consiglio di evitare ciò, poiché il baccalà sotto sale perderebbe totalmente le buone sostanze organolettiche per l'organismo umano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come fare lo stoccafisso accomodato alla genovese

Lo stoccafisso non è altro che il merluzzo decapitato, eviscerato, lavato, appeso su grossi tralicci e disidratato con esposizione all'aria fredda. La preparazione dello stoccafisso richiede un'accurata battitura con una mazzuola di legno, in modo da...
Pesce

Ricetta: stoccafisso con pomodori, capperi e olive nere

Lo stoccafisso con pomodori, capperi ed olive nere è una ricetta molto popolare e gustosa di origine meridionale e, in particolare napoletana, anche se oggigiorno viene apprezzata in tutta Italia. Si tratta di un piatto semplice e basilare che utilizza...
Pesce

Come fare lo spezzatino di stoccafisso

Lo stoccafisso (o comunemente chiamato Baccalà in alcune zone dell'Italia meridionale) è un pesce di razza pregiata, deriva infatti da merluzzi di grandi dimensioni provenienti dalla Norvegia.Il pesce viene essiccato e conservato per poi essere venduto...
Pesce

Come preparare la zuppa di stoccafisso

Tra le tante ricette esistenti in cucina da preparare in modo facile e allo stesso in modo davvero gustoso, c'è senza ombra di dubbio la zuppa di stoccafisso. Infatti oltre al suo gusto deciso e appetitoso, lo stoccafisso è un ottimo piatto anche dal...
Pesce

Come preparare lo stoccafisso all'elbana

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo alla ricerca della pietanza giusta da preparare per un pranzo o una cena con i nostri amici e parenti e spesso questa ricetta risulta molto complicata da realizzare. Esistono invece molte ricette che sono...
Pesce

Ricetta: stoccafisso con patate

Se siete alla ricerca di un piatto sano e genuino a base di pesce allora la ricetta che stiamo per mostrarvi fa ala caso vostro. Oggi infatti vi proporremo lo stoccafisso con patate. Lo stoccafisso è un merluzzo intero che viene lavorato secondo una...
Pesce

Ricetta: baccalà mantecato

In questa guida vi andrò ad illustrare come si prepara il Baccalà Mantecato! Una ricetta tipica culinaria di Venezia! Un piatto davvero gustoso e sostanzioso! Il tutto viene preparato con dello stoccafisso, un merluzzo conservato attraverso l'essicazione...
Pesce

Come preparare il baccalà alla vicentina

In questa guida vogliamo proporre la realizzazione di una nuova ricetta che potremo preparare e servire ai nostri ospiti. Nello specifico vedremo come poter preparare con le nostre mani il famoso baccalà alla piacentina. Iniziamo subito con. Il dire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.