Come riconoscere i calamari freschi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una delle caratteristiche principali che è necessario considerare quando si ha l'intenzione di acquistare del pesce, è proprio la sua freschezza, perché da questo requisito dipenderà tutto il suo sapore e la sua tenerezza. Un discorso parallelo deve essere fatto per il calamaro, un animale che appartiene al gruppo dei cefalopodi. Se volete imparare a riconoscere i calamari freschi, vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • Calamari freschi
  • Spirito d'osservazione
36

Il calamaro è un mollusco che appartiene al gruppo del cefalopodi ed è facile trovarlo nel Mar Mediterraneo. È molto comune confondere il calamaro con il totano, ma è possibile riconoscerlo in base alla sua forma particolare: nel calamaro, le pinne arrivano a metà della lunghezza totale del mantello e queste sono a forma di rombo; nel totano, le pinne sono in una parte diversa del corpo e sono triangolari. Se il calamaro è fresco e piccolo, allora cuocerà nel giro di venti minuti e il mollusco risulterà davvero tenero. Se è congelato, invece, il tempo di cottura può variare e generalmente la qualità del prodotto sarà molto più bassa e la sua consistenza gommosa.

46

Dopo un giorno e mezzo circa da quando è stato pescato, è possibile affermare che il calamaro non risulterà più fresco e quindi è sconsigliabile il suo acquisto. Ovviamente riuscire ad individuare questi dettagli è complicato per chi non ha esperienza. Prima di tutto bisogna osservare il mollusco: il calamaro deve avere un colore intenso e la parte bianca deve essere molto lucida e brillante. Quando desiderate acquistare questo prodotto, se riscontrate dei requisiti diversi, come ad esempio un colore del corpo tendente al giallo, allora questo è sintomo di scarsa freschezza del calamaro. Ulteriori caratteristiche necessarie da individuare per poter determinare lo stato di freschezza del calamaro si ricavano dall'analisi olfattiva e tattile del prodotto.

Continua la lettura
56

Dopo aver osservato il mollusco, infatti, è buona norma annusarlo. La qualità del suo odore sarà fondamentale per poter decidere se il cefalopode è di buona o cattiva qualità. Per procedere all'acquisto, dovreste riscontrare un odore di salsedine e di alghe; se non sono questi gli odori che percepirete, allora il calamaro non sarà stato appena pescato, ma risulterà essere vecchio di parecchi giorni. Quanto all'analisi tattile, il calamaro fresco avrà una muscolatura particolarmente compatta, al punto che, per migliorarne la freschezza, sarà necessario "battere" il cefalopode. Rivolgetevi sempre alla vostra pescheria di fiducia per ottenere un buon prezzo, ma soprattutto un'eccellente qualità del prodotto che vi interessa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il calamaro è fresco e piccolo, allora cuocerà nel giro di venti minuti e il mollusco risulterà davvero tenero.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: calamaro gigante imbottito

Non impressionatevi dall'aggettivo di questa sorta di calamaro. Per "gigante", non intenderemo il tipico calamaro che non si assoggetta alla pesca ordinaria. Tratteremo invece semplicemente di un calamaro dalle dimensioni più grandi. Ma uno solo di questi...
Pesce

Come fare i calamari ripieni di cous cous

Un piatto di pesce ideale da fare per una serata estiva, in quanto può essere consumato freddo, è quello dei calamari ripieni di cous cous. Il Cous cous è un secondo piatto molto leggero, nonché velocissimo nella sua preparazione. Sostanzialmente,...
Pesce

Ricetta: calamari ripieni con parmigiano e acciughe

Molti sono i piatti che possono essere preparati attraverso l'utilizzo di parecchi molluschi e di vari pesci di ogni tipo. Tra i pesci più adatti per preparare un ottimo secondo piatto è sicuramente da considerare il calamaro. Oltre a preparare un ottimo...
Pesce

Come preparare l'insalata di calamari

Una delle cose che chiunque preferisce mangiare e preparare è rappresentata senza dubbio dal pesce: sicuramente si tratta di un alimento particolare, dispendioso e non facilissimo da cucinare alla perfezione, ma comunque presenta tantissime proprietà...
Pesce

Come preparare un fritto misto di gamberi e calamari

Se sei amante del pesce e non vedi l'ora di andare in vacanza per poterlo gustare in riva al mare cullato dal rumore delle onde che si infrangono sugli scogli, prosegui con la lettura poiché questa guida fa proprio al caso tuo. Questa ricetta, tra i...
Pesce

Come preparare i calamari con i capperi

In casa ogni giorno vengono preparate tante ricette. Infatti tra primi e secondi piatti, ci si può sbizzarrire. Per esempio possiamo preparare per il pranzo una bella lasagna. O magari un piatto di spaghetti al pesto, accompagnato da una bella fetta...
Pesce

Come fare i calamari ripieni in padella

Il pesce è da sempre stato un alimento raffinato e dal sapore squisito. Se state preparando una cena a base di pesce non potete di certo omettere i calamari. I calamari sono molto facili da reperire e altrettanto facili da cucinare. La ricetta che vedremo...
Pesce

3 secondi veloci con i calamari

Nella tradizione culinaria italiana, esistono una vasta quantità di pietanze molto gustose e di facile preparazione. Durante le cene in famiglia, trovare una ricetta deliziosa che riesca a stupire i palati degli ospiti non è sempre un'impresa facile....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.