Come ridurre l’aglio in pasta

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'aglio è un ingrediente naturale più salutare che possa esistere, ed ovviamente è indispensabile per preparare alcune ricette gustose, dalle più semplici tipo spaghetti aglio, olio e peperoncino, alle più sofisticate, e per aggiungere anche un tocco speziato dal gusto irrinunciabile. Molte persone, anzichè intero lo preferiscono ridotto in poltiglia, e a tale proposito in questa guida, ci occupiamo proprio di come ridurre l'aglio in pasta.

24

Per cominciare questa particolare trasformazione dell'aglio, innanzitutto ne prendiamo un buon quantitativo, e dopo aver eliminato la pellicina, lo laviamo per bene separando i vari spicchi, e con il coltello eliminiamo le parti appuntite dal colore nerastro. Successivamente lo mettiamo in un frullatore, con l'aggiunta di un mezzo bicchiere d'acqua.

34

Se intendiamo fare il lavoro a mano, allora è sufficiente triturare l'aglio su un tagliere in legno con la classica mezza luna, dopodiché con un piccolo mattarello, lo riduciamo in poltiglia, per poi procedere alla lunga o media conservazione. A margine di quanto sin qui descritto, è doveroso aggiungere che l'aglio essendo a base di acidi naturali, potrebbe corrodere il recipiente di plastica durante la sua conservazione, per cui bisogna assicurarsi che quest'ultimo sia effettivamente per alimenti. In mancanza di un contenitore adatto, molto indicata invece è la carta oleata, oppure un barattolo di vetro con la chiusura ermetica.

Continua la lettura
44

Con l'azione dell'apparecchio invece, riusciamo ad ottenere una pasta molto naturalee cremosa che possiamo subito utilizzare per condire i cibi. Tuttavia se intendiamo conservarla a lungo, allora è il caso di aggiungere dell'olio extra vergine di oliva, un po' di sale ed eventualmente del curcuma o in mancanza (ma davvero poco), va bene anche l'origano. A questo punto stesso nel frullatore, facciamo emulsionare ulteriormente la pasta, in modo da mescolare tutti i componenti. A lavoro ultimato, la pasta d'aglio la versiamo in un barattolo di vetro e la conserviamo nel frigo, per utilizzarla nei giorni successivi e comunque non oltre le tre settimane. In alternativa, basta usare delle formine per il ghiaccio, in modo da conservarlo nel congelatore per tantissimo tempo, ed utilizzare ogni volta uno o più cubetti in base alle esigenze. Se la pasta d'aglio, intendiamo invece usarla subito, possiamo anche aggiungere qualche piccola goccia di limone, in modo da arricchirne ulteriormente il sapore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare la pasta kataifi

La pasta kataifi è una piatto di origine greca e mediorientale. Si tratta di fili sottilissimi di pasta fillo e il suo utilizzo versatile l'ha resa un ottimo alleato sia nelle cucine in cui è nata che nelle cucine occidentali. La pasta kataifi trova...
Cucina Etnica

La ricetta della pasta brick

La pasta brick viene molto utilizzata nella cucina libanese, tunisina ed in quella nordafricana. In buona sostanza si presenta molto sottile, e con un gusto estremamente delicato oltre che saporito. Questa pasta si può condire sia con carne che con...
Cucina Etnica

Come preparare la pasta per wonton e involtini cinesi

I wonton sono degli involtini abbastanza richiesti; essi sono una specialità della cucina cinese. Gli involtini, realizzati con uno strato di pasta sottile ed un ripieno di verdure oppure carne, devono essere fritti in padella. Il segreto di questo piatto...
Cucina Etnica

5 tipi di pasta orientale

In questo periodo, va molto di moda andare a mangiare nei ristoranti orientali. Difatti, sempre più italiani preferiscono alla classica pizza un buon piatto di Ramen. Come biasimarli, dopotutto la cucina orientale è leggerissima oltre che davvero gustosa....
Cucina Etnica

Come preparare i gamberoni al curry

Il curry è una miscela di spezie, originariamente pestate a mano in un mortaio. Questa profumatissima spezia, ha dei colori che variano dal giallo al rosso, in base alla tipologia di curry prescelta. È molto utilizzata sia nella cucina orientale, ma...
Cucina Etnica

Come preparare i tamales messicani

I tamales messicani rappresentano un piatto nato e diffuso in Messico tantissimi anni fa. Appaiono come una sorta di panino, realizzato a base di pasta di mais, che viene successivamente cotta al vapore. All'interno di questi speciali "panini" ci si può...
Cucina Etnica

Come preparare il coulibiac al salmone

In occasione di un pranzo speciale o in previsione di un ricco buffet, un'idea sfiziosa per portare sulle vostre tavole un'esplosione di sapori e di bontà è quella di dilettarsi nella preparazione di un delizioso coulibiac al salmone. Si tratta di una...
Cucina Etnica

Curry vegetariano di ceci e zucca con riso basmati al cardamomo

Il curry è un connubio di spezie che ha origine indiana. Può essere in polvere oppure in pasta. Viene utilizzato in cucina come condimento. Inoltre contiene più di 20 tipi di spezie aromatiche e piccanti tra cui il coriandolo, lo zenzero, il cumino,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.