Come rinforzare la pasta madre

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In passato, il pane fatto in casa era una vera e propria routine, poi col trascorrere degli anni, il lavoro e la frenesia della vita quotidiana l'hanno pian piano fatta svanire, grazie anche anche a prodotti da forno già pronti. Ultimamente però, sembra che quest'abitudine stia ritornando di moda, causa anche della crisi. La base principale della panificazione è senza dubbio la pasta madre e con questa semplice guida vi insegneremo come rinfrescare e rinforzare il lievito madre.

27

Occorrente

  • Farina 0 o 00
  • Acqua
  • Miele o yogurt
  • Telo
  • Spago
37

Come preparare la pasta madre

Preparare la pasta madre è semplice e veloce. Occorrono 200 gr. Di farina 00, 100 gr. Di acqua e 2 cucchiai di miele o yogurt, in base alle vostre preferenze. Impastare tutto fino a realizzare una sfera liscia ed uniforme che dovrete poi far riposare in una ciotola inumidita d'olio, ricoperta da un panno umido. Lasciate quindi, l'impasto a riposo in una zona sufficentemente calda per circa 48 ore. Fatto ciò, il risultato sarà un impasto alveolato, ovvero ricco di tante bollicine. A questo punto è arrivato il momento del primo rinfresco.

47

Come fare il rinfresco della pasta madre

Per effettuare il rinfresco della pasta madre bisogna estrarre il cuore dell'impasto realizzato in precedenza, unire la stessa quantità di farina, e metà del peso di acqua. Per prima cosa prendete il lievito madre e scioglietelo nell'acqua, unite la farina e impastate di nuovo il composto. Sarà necessario ripetere il procedimento ogni 48 ore per minimo tre volte prima di poter utilizzare il lievito. Detto ciò, ponete la pasta acida in frigorifero effettuando il rinfresco una volta a settimana, ricordando di rimpastare il tutto ogni 48 ore e rinfrescandola sempre prima di utilizzarla. Lasciarla infine, riposare per almeno tre o quattro ore.

Continua la lettura
57

Come rinforzare ulteriormente la pasta madre

A volte capita che, nonostante il tempo di riposo, la lievitazione non sia avvenuta correttamente come ci si aspettava. In questo caso vi è stata una perdita di forza lievitante e bisogna quindi, consolidare al meglio l'impasto. Sarà sufficente rinfrescare abbondantemente la pasta madre e avvolgere il panetto realizzato in un telo cosparso di farina, il quale successivamente andrà poi chiuso e legato ben saldo con uno spago, esattamente come se si trattasse di un salame. Adagiatelo in una ciotola e fate riposare per circa sette-otto ore. Tagliate lo spago ed estraete con cura il panetto. Noterete che la sua crosta esterna sarà più consistente, quindi rimuovetela. Procedete nuovamente al rinfresco e finalmente avrete realizzato il vostro lievito madre rinforzato.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con il lievito madre

La pizza è uno dei piatti simbolo dell'Italia. È molto gradita da grandi e piccini, sia consumata calda che fredda. Sicuramente la più gustosa è quella cotta in forno a legna, ma anche cucinandola nel forno di casa possiamo ottenere un'ottima pizza....
Pizze e Focacce

Preparazione lievito madre per focaccia

La focaccia, con la sua bontà e la sua leggerezza, è un piatto semplice da preparare, ma che soddisfa i palati di grandi e piccini. Qualsiasi sia la variante da voi scelta, usare il lievito madre al posto del lievito di birra vi darà dei risultati...
Pizze e Focacce

Lievito madre: la treccia di panbrioche con marmellata

In particolare la mia famiglia va pazza per il panbrioche, una preparazione molto versatile che può essere neutra e accompagnare uno spuntino salato, oppure con l’aggiunta di un pizzico in più di zucchero e un po’ di marmellata sarà protagonista...
Pizze e Focacce

Come dorare la pasta sfoglia senza uova

La pasta sfoglia è una ricette a base di farina e uova, ideale per elaborare torte salate e dolci; infatti, richiede una certa lavorazione e per realizzarla bisogna avere buona manualità e abilità in cucina. Per dorare la pasta sfoglia si usano generalmente...
Pizze e Focacce

Come impastare la pasta per pane e pizza

Esistono due alimenti che non possono mai mancare a tavola. Questi sono il pane e la pizza! Il primo è sempre presente e accompagna qualsiasi menù. Mentre, il secondo durante la settimana può sostituisce un pasto. Quindi, ogni giorni si sceglie di...
Pizze e Focacce

Come surgelare la pasta per la pizza

Avete deciso di organizzare una serata con gli amici, e per stupirli tutti vi siete messi di buona lena e avete fatto in casa la pasta per la pizza. Ma proprio all'ultimo momento, quando una quantità enorme di pasta è pronta per essere stesa, qualcuno...
Pizze e Focacce

Come preparare la pasta di kamut

Il kamut è un particolare cereale coltivato nelle grandi pianure semi aride del Montana, dell'Alberta e del Saskatchewan. Ha diverse proprietà benefiche per l'organismo umano e per questo la sua farina viene utilizzata per fare pasta, pane, ma anche...
Pizze e Focacce

Come preparare la pasta brisè senza burro

Volete realizzare una gustosa torta rustica con pasta brisè ma avete paura del burro? I vostri ospiti sono vegani? Non disperate è possibile realizzare un'ottima pasta brisè senza burro. È una variante ormai nota e ben consolidata. Un impasto base...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.