Come sbollentare i porri

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra i vari ortaggi saporiti da poter inserire in moltissimi piatti vegetariani ma anche in moltissimi piatti a base di carne o di pesce, c'è sicuramente il porro. Il porro ha un sapore meno forte della classica cipolla bianca o rossa, è molto più delicato, ed è molto più digeribile. Questo ortaggio, è perfetto per aromatizzare qualsiasi tipologia di sugo, ma è anche perfetto per condire diverse tipologie di piatti. Potete utilizzare i porri sia crudi che cotti e se in particolare volete scoprire come sbollentare questo ortaggio che avete in casa, leggete questi piccoli passaggi.

27

Occorrente

  • Porro, coltello, acqua.
37

Il porro, può essere mangiato sia cotto che crudo ed è perfetto per dare un sapore molto più intenso soprattutto a soffritti, zuppe e minestre. Si tratta di una tipologia di cipolla abbastanza delicata molto più affusolata e caratterizzata una parte bianca e da una parte un po' più verde dal sapore più forte. Se non digerite benissimo la cipolla classica rossa, potete tranquillamente utilizzare come alternativa il porro. Per sbollentare il porro, occorre naturalmente procedere inizialmente con una accurata pulizia. Dovrete infatti prima di tutto incidere il porro con un coltello e fare un taglio lungo per tutta la sua superficie. Una volta che avrete inciso il porro per tutta la sua lunghezza, togliete la parte più esterna che fa da involucro alla parte più tenera e più saporita dell'ortaggio.

47

Fatto ciò, eliminate anche la parte più esterna delle foglie e la parte piena di piccole radici che sta alla base bianca del porro. Lavate benissimo il porro sotto l'acqua corrente, ponetelo su un tagliere e tagliatelo a rondelle prima di immergerlo in acqua per sbollentarlo. Lasciate scaldare circa tre dita d'acqua in una pentola e inserite il porro al suo interno per sbollentarlo. Lasciate cuocere il porro per circa 7-8 minuti e scolatelo una volta che sarà cotto. Il porro può anche essere sbollentato intero quindi se preferite utilizzarlo integro, dovrete sbollentarlo senza tagliarlo a rondelle.

Continua la lettura
57

Sbollentare il porro può renderlo ancora più digeribile per chi ha problemi di digestione o di acidità. Potete inserire il porro sbollentato all'interno di magnifiche frittate, all'interno di risotti, di contorni di verdure o semplicemente all'interno di insalate miste. Evitate di farlo bollire per troppo tempo perché altrimenti potrebbe perdere la sua consistenza croccante e piacevole per il palato di chi lo mangia. Una procedura davvero semplice da eseguire.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eliminate la parte dura esterna del porro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come sbollentare le ostriche

Tra le prelibatezze a base di pesce, sicuramente tutti voi conoscerete le deliziose ostriche. Le ostriche sono dei meravigliosi molluschi molto costosi, considerati un alimento di lusso da abbinare ad un pregiato champagne. Le ostriche possono essere...
Consigli di Cucina

Come sbollentare la cicoria

La cicoria è una verdura che fa parte della tradizione culinaria italiana, soprattutto di quella romana e pugliese, e può essere impiegata in numerose ricette. In questa guida vediamo come sbollentarla. In vendita si trovano diverse varietà di questo...
Consigli di Cucina

5 ricette veloci con la melagrana

Tra i frutti autunnali presenti sulle nostre tavole, ne troviamo uno molto particolare: la melagrana. Questo frutto, ricco di polifenoli, antiossidanti e flavonoidi, con proprietà antinfiammatorie, può essere utilizzato come ingrediente per realizzare...
Consigli di Cucina

5 piatti a base di tartufo

Molti chef si riferiscono a loro come il 'diamante della cucina', altri, appena odorano l'aroma che questi gustosi tesori emanano, iniziano a sognare. Pensate che uno che pesava più di 4 chili e aveva le dimensioni di un pallone da football americano...
Consigli di Cucina

Sformato di patate: 10 ricette per tutti i gusti

Se esiste un ortaggio versatile in cucina, questo è certamente la patata. Le patate si possono preparare in decine di modi, risultando sempre gustosissime. Dalle patate in umido alle patatine fritte il loro gusto è sempre eccellente. E con le patate...
Consigli di Cucina

Ricetta: zuppa di mais

Se si è in cerca di un primo piatto buono, che contenga le giuste calorie per fornire l'energia necessaria ad affrontare la giornata, senza però appesantire, ecco una ricetta perfetta: la zuppa di mais. Come tutte le zuppe, è una pietanza ricca di...
Consigli di Cucina

Come cucinare il sedano rapa

Prima di entrare nei mille modi per cucinare il sedano (e ci sono davvero molte scelte), abbiamo bisogno di parlare di peeling e preparazioni varie. Non importa quale metodo di cottura si decida, il sedano deve essere accuratamente rimosso dai pelati....
Consigli di Cucina

Come conservare al naturale i piselli

I piselli sono dei legumi le cui piante, come noto, non crescono durante tutto l'anno. Ecco perché sempre più viva è l'esigenza di conservarli affinché si possano consumare anche nei periodi meno propizi. Come conservare, dunque, al naturale i piselli?...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.