Come sbollentare le ostriche

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra le prelibatezze a base di pesce, sicuramente tutti voi conoscerete le deliziose ostriche. Le ostriche sono dei meravigliosi molluschi molto costosi, considerati un alimento di lusso da abbinare ad un pregiato champagne. Le ostriche possono essere mangiate cotte o crude ma nel caso di vari problemi di salute, è meglio evitare di mangiare il pesce crudo. Le ostriche possono infatti anche essere cotte arrosto, grigliate, fritte, bollite o cotte a vapore. Se avete acquistato un grande quantitativo di ostriche ma non vi va di mangiarle assolutamente crude, potrete optare per una cottura in acqua. Volete sapere come sbollentare questo delicato mollusco? Ecco come fare.

27

Occorrente

  • Ostriche, acqua, vino.
37

La cottura delle ostriche, deve essere sempre ben precisa e ben studiata. Una cottura errata delle ostriche può completamente distruggere il loro sapore e renderle dure e immangiabili. Prima di cuocere in qualsiasi maniera delle ostriche, è necessario sempre prepararle per poterle mangiare con tranquillità. Preparare le ostriche, significa pulirle abbondantemente, soprattutto nella parte esterna del guscio. Strofinate le ostriche con una spazzola o con uno spazzolino vecchio, sempre rimanendo sotto l'acqua corrente per eliminare tutto lo sporco incrostato sulla superficie di ogni ostrica.

47

Ovviamente le ostriche andranno lavate soltanto prima di essere mangiate, per evitare che assorbano troppa acqua o per evitare che possano andare a male prima di mangiarle. Per una cottura ottimale dovrete mettere le ostriche in acqua per pochissimi minuti (massimo due o tre) per creare una cottura ottimale. Potrete sbollentare le ostriche all'interno di una pentola versando semplicemente tre o quattro dita d'acqua e aggiungendo un pochino di vino bianco per dare ancora più sapore al pesce. Se non volete inserire le ostriche direttamente nell'acqua, potete sempre sbollentarle attraverso una cottura a vapore che vi consentirà di ottenere la stessa cottura e lo stesso sapore senza fare assorbire troppa acqua al pesce.

Continua la lettura
57

Quando sbollenterete le ostriche all'interno dell'acqua con un po' di vino, dovrete sempre chiudere la pentola con un coperchio ermetico. La cottura delle ostriche permetterà l'apertura dell'involucro di ogni mollusco. Le ostriche che rimarranno chiuse dovranno essere immediatamente gettate perché non potranno essere considerate commestibili. Ricordate di non prolungare eccessivamente la cottura delle ostriche all'interno dell'acqua.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Pulite benissimo le ostriche prima di ogni cosa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come sbollentare i porri

Tra i vari ortaggi saporiti da poter inserire in moltissimi piatti vegetariani ma anche in moltissimi piatti a base di carne o di pesce, c'è sicuramente il porro. Il porro ha un sapore meno forte della classica cipolla bianca o rossa, è molto più delicato,...
Consigli di Cucina

Come sbollentare la cicoria

La cicoria è una verdura che fa parte della tradizione culinaria italiana, soprattutto di quella romana e pugliese, e può essere impiegata in numerose ricette. In questa guida vediamo come sbollentarla. In vendita si trovano diverse varietà di questo...
Consigli di Cucina

Come servire il pesce crudo

Il pesce crudo è una prelibatezza sempre più diffusa e amata nel nostro territorio. In particolare con la cucina giapponese abbiamo potuto apprezzare tante ricette particolari e gustose che ci permettono di gustare il pesce crudo in mille modi diversi....
Consigli di Cucina

5 posate che non avresti mai immaginato

Forchetta, coltello e cucchiaio, cosa serve di più? In realtà ogni piatto richiede una specifica posata; oltre a quelle elencate esistono posate da pesce, da frutta, da dolce e da caffè, ognuna con una sua posizione in modo che possano essere impugnate...
Consigli di Cucina

5 ricette per stimolare l'eros

Studi scientifici hanno provato che esiste un legame molto stretto tra seduzione e cibo. Alcuni cibi, infatti, hanno delle proprietà particolari, in grado di stimolare oltre all'appetito alimentare, quello di tipo sessuale. Una serata romantica, può...
Consigli di Cucina

Come conservare al naturale i piselli

I piselli sono dei legumi le cui piante, come noto, non crescono durante tutto l'anno. Ecco perché sempre più viva è l'esigenza di conservarli affinché si possano consumare anche nei periodi meno propizi. Come conservare, dunque, al naturale i piselli?...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le taccole

Sperimentare in cucina è un modo per variare sempre i menù. Per poi, far contenti sempre tutti. Per riuscire a fare questo, bisogna portare in tavola novità. Preparando dei piatti che contengono alimenti sani e nutrienti. Le verdure e il legumi sono...
Consigli di Cucina

Cucina: 5 piatti afrodisiaci

Potresti non credere che alcuni alimenti agiscano sia positivamente che negativamente sui tuoi stimoli e funzioni sessuali, ma non vi è alcun dubbio che diversi cibi, come il peperoncino, la cannella, lo zenzero, erbe aromatiche varie, il mango, la cioccolata,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.