Come scegliere la farina tipo 1

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida vedremo oggi come scegliere la farina di tipo 1. Per riconoscere i tipi giusti di farina e quindi determinarne la qualità, occorrerà innanzitutto capire il tasso di estrazione. Esso si analizzerà da quanta farina all'inizio siamo riusciti a ricavare da un certo quantitativo di grano. Facciamo un esempio: con 100 kg di grano, si riuscirà a capire che si potranno ottenere 75 kg di farina, la traduzione in percentuale è di circa il 75%. Nei termini di qualità questo 75% significherà un tasso di estrazione abbastanza scarso, perciò maggiore è il tasso, e maggiore è la farina che sarà di qualità bassa. Quindi più il tasso è basso e maggiore la qualità della farina sarà migliore.

25

Vi spiegheremo nello specifico la scelta della farina di tipo 1. Per poter far la distinzione dei tipi di farina, oltre alla qualità, si dovrà tenere conto dei numeri, ecco che troverete appunto indicati sulle confezioni questi numeri: 00, 0, 1 e 2.
La farina di tipo 00 è quella più dura, in quanto la sua macinazione proviene dalla parte interna esclusivamente del grano, essa è quella maggiormente raffinata. Tale tipo di farina è chiamata solitamente: "fior di farina". Essa si usa per la preparazione della pasta fresca all'uovo, besciamella e dolci. La farina di tipo 0 è sempre la scelta di prima qualità, ma con aspetto minore. Si utilizza solitamente per la preparazione di pane e pasta fresca.

35

Mentre la farina di tipo 1 è di colore meno bianca rispetto agli altri tipi, però al tempo stesso è molto buona ed indicata per la preparazione di pane e pizza.
La farina di tipo 2 è abbastanza simile al tipo 1. Internamente si potranno notare dei frammenti di crusca ed è ottima per la preparazione del pane semi-integrale. Tale tipo di farina ha un utilizzo facile, specialmente per chi ama mangiare sano, mantenendo una semplice cucina.

Continua la lettura
45

La farina integrale è considerata una delle farine migliori in uso, specialmente quando la sua macinatura viene terminata a pietra. Tale procedimento è molto importante, in quanto evita il riscaldamento del grano mantenendo tutti i principi nutritivi in modo regolare. La farina integrale non subisce nessun tipo di raffinazione, quindi, anche se non di facile lavorazione, è un alimento completo e sano per il nostro organismo.

55

Nei supermercati la farina di tipo 1 ne esiste l’imbarazzo della scelta. Un nostro consiglio è quello di scegliere una farina buona, e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Infine le uniche differenze che si possono trovare per una farina di tipo 1 consiste soltanto nella lavorazione. Essa potrà essere fatta seguendo un processo biologico, o un processo di raffinatura, oppure tramite il metodo tradizionale: cioè i mulini in pietra. Tutti questi processi portano ad un livello di ceneri, più o meno alto che vi permettono di capire quale tipo di farina sia la migliore per il vostro organismo. Per terminare, per fare la scelta migliore della farina di tipo 1 molto buona, sarà bene trovare un equilibrio tra i valori di questi elementi, cioè: fibre, germe, ceneri e microtossine, aspetti che sono tranquillamente leggibili nel retro delle confezioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con farina di soia

Se siete intolleranti al grano, volete seguire una dieta ricca di proteine oppure avete difficoltà di digestione e oltretutto siete amanti della pizza, oggi vi propongo un'alternativa alle vostre ricette. Vi spiego come preparare quest'ottimo piatto...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza con farina di ceci

La farina di ceci è caratterizzata da una consistenza particolarmente corposa e saporita. Apporta elevati benefici all’organismo perché, oltre ad essere ricca di proteine vegetali, contiene anche ferro, fosforo, calcio e vitamine del gruppo A, B,...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con la farina integrale

Una buona quantità di fibre è importante assumerle ma, come possiamo fare se non vogliamo rinunciare ad una buona pizza? Il problema non sorge visto che si può gustare il nettare della cucina italiana, restando fedeli ad una dieta sana ed equilibrata....
Pizze e Focacce

Farina di castagne: come fare una pizza glutenfree

Negli ultimi anni le persone affette da celiachia sono aumentate notevolmente rispetto agli anni precedenti, ed è per questo, che bisogna pensare anche a qualche ricetta per gli intolleranti al glutine. Tra le varie ricette più sfiziose da poter preparare...
Pizze e Focacce

Come fare la farina di patate

La farina di patate è adatta ai celiaci come sostituto della farina di grano. Può essere usata al posto della gomma di xantano o di guar nei prodotti da forno dolci e salati, al fine di migliorare la lievitazione di torte e pane, così come per la preparazione...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza in padella con acqua e farina

La pizza in padella con acqua e farina è una ricetta molto fantasiosa e molto semplice da preparare e soprattutto non richiede una preparazione molto lunga. La pizza preparata mediante questa ricetta è un'ottima sostituta della pizza preparata nel forno...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con la farina di riso

L'uso della farina di riso si è diffuso ampiamente in tutta Europa, mentre in Oriente è da sempre considerata come un alimento base della dieta. Con la farina di riso, si possono preparare quasi tutti i piatti, per i quali si utilizzano le altre farine,...
Pizze e Focacce

Piadine con farina di kamut

La farina di kamut deriva dal frumento orientale noto anche come grano rosso o khorasan. Appartiene alla famiglia delle graminacee e alla specie del grano duro, dunque non è adatto a celiaci ed intolleranti al glutine. Il grano Kamut è utilizzato sin...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.